Crea sito

Pasta frolla, ricetta classica

pasta frolla classica (1)

Cari lettori,

oggi vi parlo di una ricetta base classica, ideale per preparare crostate, tartellette, crostatine, biscotti e base torte alla frutta: la pasta frolla.

Esistono diverse ricette della pasta frolla e anche due principali procedimenti per prepararla: il metodo classico, che prevede la lavorazione del burro freddo con lo zucchero, per poi introdurre gli altri ingredienti, oppure la sabbiatura, che prevede la lavorazione del burro freddo con la farina, fino ad ottenere un composto sfarinato, per poi introdurre gli altri ingredienti.

Il metodo della sabbiatura conferisce alla pasta frolla una maggiore friabilità.

Spesso, per ottenere una pasta frolla più fine, si utilizza dello zucchero a velo al posto dello zucchero semolato. Molte ricette riportano l’utilizzo di solo tuorlo, altre di uova intere. Alcune aggiungono del lievito chimico, aromi, cacao, frutta secca.

Le proporzioni degli ingredienti delle varie ricette che ho trovato su libri e web variano tra loro. In generale, se si aumenta la quantità di burro, si otterrà un impasto più friabile, mentre se si vuole una frolla più croccante, occorre aumentare la dose di zucchero.

La cosa certa, che mi sento di consigliare per esperienza personale, è di usare sempre burro freddo di frigo, mai a temperatura ambiente o tanto meno sciolto a bagno maria. Occorre, inoltre, lavorare poco l’impasto per non rischiare di scaldarlo con le mani, alterando le proprietà del burro. Fate attenzione anche al tipo di farina utilizzata: per la pasta frolla ne occorre una con basso contenuto di glutine, quindi via libera alla 00.

 

INGREDIENTI PER UNA CROSTATA GRANDE (26 cm o rettangolare da 35×25 cm dose abbondante; per una crostata da 22 cm è sufficiente metà dose)

600 g di farina 00

300 g di zucchero semolato

240 g di burro freddo

2 uova intere

1 pizzico di sale

Scorza grattugiata di limone non trattato

 

pasta frolla classica (2)

PROCEDIMENTO

Per la mia pasta frolla ho optato per il procedimento della sabbiatura.

Estrarre il burro freddo da frigo, tagliarlo a tocchetti e inserirlo in un mixer.

Aggiungere la farina e iniziare a sfarinare azionando la lama.

Se non disponete di mixer, è possibile procedere con la sabbiatura a mano.

Trasferire farina e burro in una ciotola capiente, aggiungere le uova leggermente rotte con una forchetta, lo zucchero, il sale e la scorza di limone grattugiata.

Lavorare l’impasto meno possibile, creando una palla.

Avvolgere la pasta frolla con della pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigo per almeno 30 minuti. E’ possibile preparare la frolla il giorno prima per il giorno dopo, avendo l’accortezza di tenerla a temperatura ambiente per 20 minuti prima di stenderla, altrimenti si romperà. Se non avete tempo di attendere, è possibile intiepidire la frolla 5-10 secondi al microonde, non di più 😉

Stendere la pasta frolla tra due fogli di carta forno, così da ottenere uno strato uniforme e liscio, evitando che la pasta si attacchi al piano di lavoro o al mattarello.

Modellare crostate, crostatine, biscotti, biscotti farciti, tartellette e procedere alla cottura.

 

Ecco i tempi di cottura indicativi:

Biscotti: 8-10 minuti a seconda della dimensione e dello spessore, 180 gradi forno ventilato

Crostata grande: 35-40 minuti 180 gradi forno statico

Crostata media: 30 minuti 180 gradi forno statico

Tartellette mignon con cottura alla cieca: 10 minuti, 180 gradi forno statico

Consiglio: E se la frolla “impazzisce”? A volte può capitare che la frolla rimanga sbriciolata e non si riesca ad impastare. Aggiungete poca acqua fredda oppure dell’albume e si impasterà bene!

 

Buona pasta frolla a tutti, e… fatemi sapere come vi sembra! 😀

*gelso*

 

Ho seguito una ricetta letta qui, modificandola un po’ 😉

 

Potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

e anche su Google+ e Twitter ;)

Grazie!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *