Tomasini ragusani con ricotta e salsiccia

Se c’è una cosa intoccabile nella cucina dei ragusani, sono le scacce e tutti i loro derivati! Oggi voglio spiegarvi come realizzare i tomasini ragusani, con una golosa farcitura a base di ricotta e salsiccia.

I tomasini non sono altro che scacce con ricotta e salsiccia tagliate a fette prima della cottura e arricchite da uovo sbattuto e caciocavallo, che creano una deliziosa crosticina croccante in superficie: in altre parole, dei piccoli irresistibili bocconcini!

Eccovi la ricetta, completa di foto passo passo per facilitarvi nella realizzazione.

Se volete, potete vedere come ho preparato i tomasini ragusani con ricotta e salsiccia in diretta facebook!

Tomasini ragusani con ricotta e salsiccia
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:3 ore
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:15 tomasini circa
  • Costo:Basso

Ingredienti

Per l’impasto:

  • Semola di grano duro rimacinata 500 g
  • Olio extravergine d’oliva 3
  • Lievito di birra secco (o 6 g di quello fresco) 2 g
  • Acqua q.b.
  • Sale 1 cucchiaino

Per il ripieno e la finitura:

  • Ricotta (non di giornata) 1 kg
  • Salsiccia 400 g
  • cipolla 1/2
  • Caciocavallo semistagionato (grattugiato) 100 g
  • Prezzemolo 1 mazzetto
  • Sale
  • Pepe nero
  • Olio extravergine d’oliva
  • Uovo 1

Preparazione

  1. Per prima cosa, occupatevi dell’impasto, che ha bisogno di lievitare per almeno un paio d’ore.

    Mettete la farina in una ciotola e aggiungete qualche cucchiaio d’olio extravergine d’oliva.

  2. Sciogliete il lievito in 50 ml d’acqua e aggiungetelo all’impasto, poi continuate ad aggiungere l’acqua a filo fino a quando tutta la farina non è assorbita.

  3. Tomasini ragusani con ricotta e salsiccia passo passo 1

    Unite anche il sale e continuate a lavorare l’impasto su una spianatoia infarinata.

  4. Pesate l’impasto e dividetelo in tanti pezzi uguali di 250-300 g, poi continuate a lavorare ogni singolo panetto e formate tante palline.

  5. Tomasini ragusani con ricotta e salsiccia passo passo 2

    Avvolgete un tagliere in un plaid o una coperta e sistemate uno strofinaccio pulito in superficie.

    Adagiate i panetti lasciandoli abbastanza distanziati fra loro, sigillateli con lo strofinaccio e ricoprite con il plaid, poi lasciate lievitare fino al raddoppio (2-3 ore, a seconda della stagione).

  6. Nel frattempo, occupatevi del ripieno.

    Tritate finemente la cipolla e soffriggetela in un filo d’olio extravergine d’oliva, poi spegnete la fiamma e lasciatela intiepidire.

  7. Tomasini ragusani con ricotta e salsiccia passo passo 3

    Lavorate la ricotta con una forchetta, poi aggiungete la salsiccia sbriciolata estraendola dal budello.

  8. Unite anche la cipolla, poi tritate un mazzetto di prezzemolo e aggiungetelo alla ricotta.

  9. Tomasini ragusani con ricotta e salsiccia passo passo 4

    Unite anche 50 g di caciocavallo grattugiato e completate con un pizzico di sale e pepe nero, poi mischiate bene per fare amalgamare il tutto.

  10. Tomasini ragusani con ricotta e salsiccia passo passo 5

    Stendete l’impasto sottilmente, spennellate un filo d’olio in superficie e poi coprite con uno strato sottile di ripieno.

  11. Arrotolate l’impasto su se stesso dal lato corto, così da avere dei tomasini belli grandi.

    Tagliate tanti tocchetti di 5-8 cm, poi aggiustate la forma con le mani per renderli i più possibile tondi e aperti in superficie.

  12. Tomasini ragusani con ricotta e salsiccia passo passo 6

    Sbattete l’uovo in una ciotola con un pizzico di sale e pepe.

    Sistemate i tomasini su una teglia rivestita con carta forno e completate con il battuto d’uovo e una spolverata generosa di caciocavallo in superficie.

  13. Cuocete in forno ventilato preriscaldato a 190° per circa 25 minuti, poi estraete i tomasini ragusani dal forno e gustateli caldi o freddi, saranno comunque squisiti!

    Buon appetito!

Note e consigli:

  • Se non vi piace, potete omettere la cipolla. Se invece volete evitare di friggerla, potete tritarla finemente il giorno prima e lavorarla con il sale per poi lasciarla riposare tutta la notte: si ammorbidirà e diventerà meno pungente, quindi basterà sciacquarla per poterla utilizzare a crudo!
  • La salsiccia migliore da usare è naturalmente quella ragusana, arricchita con finocchietto, ma se non riuscite a trovarla i tomasini saranno ottimi anche con altre varietà;
  • Potete cuocere i tomasini ragusani anche in forno statico a 200° per circa 30 minuti;
  • A me fanno impazzire appena fatti, ma in molti sostengono che il giorno dopo i tomasini sono ancora più buoni!

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Non perdetevi le mie dirette quotidiane su facebook prima di pranzo!

Iscrivetevi ai miei gruppi facebook “Custodi della cucina siciliana” e “Frittariani”!!!

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

Precedente Tonno al vapore con salsa alla menta Successivo Pane farcito con prosciutto e formaggio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.