Scacce con il cavolfiore (scacce cco’ sciuriddu)

Le scacce con il cavolfiore sono una delle varianti più diffuse e tradizionali di scacce, orgoglio culinario della città di Ragusa. Le scacce con il cavolfiore fanno parte delle scacce “ripiene”, ovvero quelle che sembrano dei grandi calzoni (anche se l’impasto è differente). Le scacce delle nonne sono delle vere opere d’arte, il bordo, detto u rieficu in dialetto, sembra davvero ricamato! Le mie sono magari meno belle, purtroppo mi manca la loro esperienza pluriennale, ed inoltre sono figlia di una francese, che le scacce al massimo le compra al panificio! 😀
Quindi chiedo venia a tutte le esperte ma prometto che mi impegnerò a fare u rieficu sempre meglio…Il sapore è comunque ottimo, anche perché sono stata promossa da Emilagna, che in tema di scacce è davvero intransigente!

Scacce con il cavolfiore (scacce cco' sciuriddu)

Scacce con il cavolfiore (scacce cco’ sciuriddu)

Ingredienti per 3 scacce:

Per l’impasto:

500 gr di semola rimacinata
3 cucchiai d’olio EVO
1/2 panetto di lievito
1 cucchiaio raso di sale
Acqua tiepida q.b.

Per la farcitura:

1 grosso cavolfiore (meglio se quello viola)
1/2 cipolla
200 ml di passata di pomodoro
3 cucchiai di pangrattato
Olio Evo
Sale, pepe

Preparazione:

In una ciotola mischiare la farina con il sale e l’olio.
Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida ed aggiungere agli altri ingredienti.
Continuando ad amalgamare con una mano, con l’altra aggiungere acqua tiepida finché l’impasto non risulta ben amalgamato e compatto. Lavorare per altri 10 minuti su una spianatoia infarinata.
Dividere l’impasto in 3 parti uguali e formare 3 palle. Mettere le palline d’impasto in un canovaccio, avvolgere in un plaid e lasciar lievitare per circa 3/4 d’ora.

Nel frattempo preparare il condimento: Tritare finemente la cipolla e sfregarla con del sale grosso, poi lavare dentro un colino.
Tagliare le cime del cavolfiore, tagliarle a pezzettini e sbollentare in acqua salata per circa 3 minuti.
Condire il cavolfiore con la cipolla, la passata di pomodoro, un filo d’olio, il pangrattato, sale e pepe.

Stendere l’impasto formando dei dischi abbastanza sottili.
Mettere il condimento su metà disco, richiudere il disco su se stesso, pressare tutti i bordi e “ricamarli”.

Spennellare le scacce con olio d’oliva e cuocerle in forno a 180° per circa 25 minuti o comunque finché non risultano ben dorate.

Le scacce con il cavolfiore possono essere gustate calde o fredde anche il giorno dopo averle preparate!

Cerchi altre scacce? Clicca qui!

Scacce con il cavolfiore (scacce cco' sciuriddu)

Precedente Spaghetti fritti con olive saltate e basilico fritto su crema di burrata Successivo Carciofi fritti croccanti

4 commenti su “Scacce con il cavolfiore (scacce cco’ sciuriddu)

  1. Rosaria il said:

    Ciao! Proverò la tua versione delle scacce al cavolfiore, io ho un’altra versione sempre da zia Maria (la mia, però!). Se ti va di provarle sono davvero buonissime. La dose che ti dò è per una scaccia quindi, dell’impasto che hai postato ne utilizzi un terzo. In pratica pulisci 150 gr di cimette di cavolfiore , due spicchi d’aglio e 5 pomodorini grandi. Stendi la pasta e metti a crudo le verdure tagliate a pezzettini piccoli, salati e conditi con un paio di cucchiai d’olio evo. Il resto è uguale alla tua ricetta, le chiudi con il ricamo, le spennelli e le inforni. Meglio tiepida o fredda, è un sogno, provala!

    • mastercheffa il said:

      Ciao Rosaria, e grazie mille per la tua variante!
      Ho provato la ricetta anche con il cavolfiore a crudo, ma alla lunga ho optato per una leggera scottatura perché il cavolfiore, leggermente ammorbidito, è più maneggiabile e la scaccia viene più regolare (anche perché stendo l’impasto molto sottilmente).
      Io utilizzo la cipolla perché l’aglio proprio non mi piace…ma per chi lo ama in effetti è un abbinamento perfetto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.