Tortino di pane raffermo con patate, mozzarella e pancetta affumicata

Tortino di pane raffermo con patate, mozzarella e pancetta affumicata: il titolo di questa ricetta racconta già tutto di sè. Con la semplice aggiunta di poca cipolla e rosmarino agli ingredienti citati nel titolo, ho ottenuto un tortino di pane (che mi piacerebbe chiamare anche lasagna di pane) che ha fatto un figurone. Semplice, leggero, veloce e buono, cosa si può volere di più? E pensare che è una ricetta da riciclo.

Avevo un mezzo filone di pane toscano insipido decisamente raffermo, non ancora indurito ma adatto solo al riciclo. E’ difficile che in casa mia rimanga del pane, quando succede si tratta di piccole quantità che in genere lascio seccare per poi farne del pangrattato.
Questo mezzo filone era lì che mi diceva: cosa ci inventiamo stasera di mai provato prima? La panzanella, no perché nel mio immaginario è una ricetta estiva, allora per deduzione qualcosa da forno, indubbiamente più invernale. Così ho guardato in frigo: due mozzarelle sembrava facessero al caso mio, una mezza confezione di pancetta aspettava d’essere finita, e ho cominciato ad “assemblare”.  Ecco il risultato, appena sfornato:

tortino di pane

Tortino di pane raffermo con patate, mozzarella e pancetta affumicata

Ingredienti
Pane toscano raffermo
2 mozzarelle
50 g di dadini di pancetta affumicata
3 patate
1 spicchio d’aglio
Cipolla
Rosmarino
Olio
Latte q.b.

Procedimento
Ho lessato nel microonde 3 patate tagliate a pezzetti.
Ho fatto rosolare in padella la pancetta con pochissimo olio, una fetta di cipolla tritata grossolanamente e uno spicchio d’aglio.
Ho tagliato il pane a fette e le ho disposte sul fondo di una teglia da forno (quella usata stasera è quadrata, misura 20 cm x lato). Le ho bagnate leggermente con un po’ di latte e un giro d’olio.
Ho cosparso le fette di pane con una mozzarella tagliata a pezzetti, metà delle patate e metà della pancetta e ho aggiunto del rosmarino tritato.
Ho coperto con un secondo strato di fette di pane e ho ripetuto esattamente quanto appena fatto con il primo strato (latte, olio, pancetta, patate, rosmarino e mozzarella).
Ho infornato per 15 minuti a 220 gradi. Durante gli ultimi minuti ho coperto la teglia perché non volevo far seccare troppo la mozzarella. Voi regolatevi in base al vostro forno.

E’ risultato un tortino di pane morbido, con la mozzarella filante dentro e leggermente dorata fuori e dal gradevole profumo di rosmarino.

tortino di pane

La prossima volta dovrò prepararne in quantità doppia, qualcuno in famiglia ha protestato perchè “una sola porzione a testa non basta!”.

tortino di pane

 

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

 

Precedente Spaghetti all’ arrabbiata Successivo Fiocchetti di carnevale al succo d’arancia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.