Spaghetti gamberetti e calamari

Questi spaghetti gamberetti e calamari non sono farina del mio sacco, sono una specialità della mia mamma. 🙂

E’ un primo veloce e ottimo che, non sempre ma quasi, mia mamma cucina di martedì.
Ah ah, lo so, lo so che vi state già chiedendo il perché!

spaghetti gamberetti e calamari1

Il martedì qui da noi c’è il mercato. E mia mamma, non sempre ma quasi, il martedì mattina va a fare la spesa al mercato, perché lì trova un pescivendolo (ma anche un fruttivendolo, e anche un panettiere pugliese, e anche… ok, mi fermo) che conosce di persona e di cui si fida.
E tutti i martedì compra del pesce, e in mezzo a questo pesce un paio di manciate di gamberetti e qualche calamaro non mancano mai, perché poi il pranzo tipico del martedì prevede, come primo, gli spaghetti gamberetti e calamari.

Un primo veloce e facile, per essere di pesce. E che anch’io so cucinare. 😛
Devo dirlo, non cucino spesso il pesce. E non perché non ne sia capace, ho uno storico di esperienza alle spalle che va dall’infanzia ai vent’anni suonati che mi consente di dire che, sì, io il pesce lo so cucinare, e oserei dire anche bene se mi ci metto.
Solo che nel tempo ho progressivamente perso l’abitudine a cucinarlo perché mio marito non mangia pesce.
E anche perché da quando non abitiamo più a Bologna e siamo venuti ad abitare “affianco” alla mamma… e beh… avete già capito, no?

E la mamma, anzi la nonna, preoccupata per il fatto che i miei figli mangiano troppa poca carne (chi mi segue sa il perché 🙂 ), spesso ci “allunga” anche del pesce.

La ricetta di oggi però non ci è stata allungata. Sono io che l’ho presa al volo! 😀
Già! Perché mentre stavo decidendo cosa cucinare e come… mia mamma mi chiama e mi dice “vado al mercato!”.
Ahhhh!!!
Cavoli!!! Ma oggi è martedì!
E vabbeeehh!! Alloooora!!
E allora… mi sono autoinvitata a pranzo. Che altro potevo fare! 😀

Spaghetti gamberetti e calamari

Ingredienti per 5 persone (di cui due bambini che mangiano quasi come due adulti)
400 g di spaghetti
350 g circa di gamberetti
200 g circa di calamari
prezzemolo
aglio
olio
peperoncino (facoltativo)

Procedimento
Vi racconto esattamente il procedimento della mia mamma, affiancandolo a mie considerazioni. A riprova che ognuno ha un suo modo di cucinare e che le ricette devono essere solo un punto di riferimento perché è giusto che ognuno metta in ogni ricetta un po’ della propria personalità 🙂

Pulire il pesce e tagliarlo. A listarelle i calamari e in due i gamberetti. Mia mamma i gamberetti li taglia in due o tre pezzi, io li preferisco interi (ma dipende anche da quanto sono grandi).

In una padella larga, che poi dopo la cottura del pesce dovrà contenere anche gli spaghetti, soffriggere in olio quattro spicchi d’aglio interi. Io ne avrei usati magari solo due, ma tritati finemente.

Versare i calamari e i gamberetti.

Mescolare e far cuocere a coperchio chiuso per circa 15 minuti. Io avrei aggiunto un paio di cucchiai di passata di pomodoro (ed in effetti anche mia mamma a volte lo fa). Ho una certa preferenza, sono sincera, per la versione con pomodoro, magari anche solo con alcuni pomodorini a pezzi, rispetto a quella in bianco, che pur mi piace tanto. Della versione con pomodorini vi ho dato la ricetta qui 🙂

Nel frattempo cuocere gli spaghetti.

Scolare gli spaghetti, versarli nella padella in cui si sono cotti gamberetti e calamari, aggiungere del prezzemolo tritato e spadellare facendo asciugare l’eventuale fondo di cottura del pesce.

Servire subito.

spaghetti gamberetti e calamari

Senza saleMia mamma ovviamente usa il sale. Se cucinati interamente da me questi spaghetti gamberetti e calamari non avrebbero, ovviamente, visto un granello di sale. Ma del peperoncino sì, che ben si adatta a questo piatto sia in questa versione in bianco che con l’aggiunta di pomodoro. 🙂

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Grazie per aver letto la ricetta degli spaghetti gamberetti e calamari (della mia mamma!) 🙂

Vi aspetto anche su Facebook! e Pinterest

Precedente Quiche radicchio rosso e feta Successivo Soda bread (con farina bianca)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.