Zucca verde alle nocciole (in friggitrice ad aria)

Zucca verde alle nocciole (in friggitrice ad aria).

La scelta del titolo di questa ricetta è stata (ma ormai lo sapete, mi capita spesso!) sofferta. Credo d’aver bisogno di un consulente in titoli di ricette! Chi si offfre? 😃

Se ve lo state chiedendo – eh sì lo so che ve lo state chiedendo 😁 – gli altri titoli papabili erano: zucca verde cotta nella friggitrice ad aria, zucca delica alle nocciole, zucca alle erbe aromatiche e nocciole, zucca aromatica in friggitrice ad aria ricetta di Valentina.

Tutti titoli giusti, ma tutti incompleti. Quello adeguato sarebbe stato (ma era veramente troppo lungo!): zucca verde con erbe aromatiche e nocciole cotta nella friggitrice ad aria, ricetta di Valentina.

Menzionare Valentina nel titolo mi sarebbe piaciuto ma, lunghezza del titolo a parte, sarebbe stato limitante, anzi riduttivo, ché la semplice menzione, un solo nome, una sola parola, non avrebbe fatto pendant con i fiumi di parole che entrambe, io e lei, abbiamo sempre profuso nelle nostre introduzioni alle ricette.

Eh sì, anche lei ha (avrebbe) un blog (Un dolce al giorno) molto bello, con belle ricette, tutte con gustosissime lunghe introduzioni. È in standby da tempo (e da sempre me ne dispiaccio) e credo che (nonostante i miei reiterati tentativi di convincimento) tale rimarrà ancora per un po’. Anche se mai dire mai, chissà mai il destino, io ci spero sempre che un giorno o l’altro Valentina mi scriva un bel messaggio del tipo “ehi lo sai che ho scritto una nuova ricetta?” 🤞😊

Comunque sia, e comunque sarà, oggi voglio dedicare a lei e al suo blog questa introduzione, che a voi forse (anzi togliamo il forse) potrà sembrare un’introduzione scombinata, ma per me ha una sua ragion d’essere, e poi… come Valentina mi diceva sempre in quel di otto anni fa quando eravamo ai nostri blog-albori: chi non vuole leggere può scorrere e passare direttamente alla ricetta! 🤭 (quindi insomma decidete pur voi, io intanto scrivo!).

E anzi, le dedico tutta l’intera ricetta di questa mia zucca verde alle nocciole, che è sua.

Me l’ha passata, ignara, durante una delle nostre conversazioni in chat – quelle nostre chat lunghissime piene di fiumi di parole, con risposte vicendevoli così lunghe come solo noi due sappiamo far lunghe – argomento principale i pregi e difetti delle friggitrici ad aria, con scambio di foto e consigli su come cuocere una buonissima zucca delica con tante-tante erbe aromatiche e tanta noce moscata + le nocciole (l’ingrediente che non mi aspettavo) cotta nella sua (sua di Valentina) nuova friggitrice ad aria, a dispetto di un libretto di istruzioni brutto, malfatto, e incomprensile.

(Spot: Se vi serve consulenza su come si scrive un manuale di istruzioni chiedetemi pure eh, ché su questo sono ferrata, mica come coi titoli delle ricette!).

Dicevo? Ah sì, poi, in seguito, quando sono andata a fare la spesa, ovviamente ho comprato una zucca delica. Che il supermercato mi ha etichettato come zucca verde, mettendomi addosso tutti i dubbi del mondo in fatto di varietà e denominazioni di zucche che sembrano uguali a vederle, ma forse uguali non sono.

Dubbi legittimi, perché io mica lo so se è solo una questione di nome (verde=delica sempre e comunque?) o se è solo una questione di colore della buccia. Boh! Per fortuna neppure Valentina ne era proprio certa quando gliel’ho chiesto, il che mi ha rincuorata alquanto, ché essere foodblogger e avere dei dubbi sui nomi delle zucche… be’… mmm… ehm… è importante? ….ci importa? 🎃

Be’, di certo a me importa che questa zucca, comunque si chiami, cotta così, con le nocciole così, e con le erbe aromatiche così, e senza dimenticare la noce moscata, è una gran ricetta, che in attesa del ritorno di Valentina… mi andava di raccontare. E forse è solo la prima di una serie!

Nel frattempo, per altri evocativi racconti di una Valentina che scrive e fotografa da dio, fatevi un giro anche in questo (altro) suo luogo magico, ne vale la pena. 💖

Epilogo: Le mie colleghe della rubrica Light and Tasty adesso me le immagino così: un po’ perplesse, un po’ sorridenti, un po’ rassegnate, mentre si domandano: ma tutta questa introduzione, che piffero c’entra con l’argomento “i colori della frutta e della verdura di novembre”??? 😄

Enjoy! 😎

zucca verde alle nocciole
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFrittura ad aria
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno

Ingredienti

300 g zucca delica (verde)
q.b. erbe aromatiche miste (rosmarino, salvia, prezzemolo, origano, noce moscata, basilico)
q.b. noce moscata
1 cucchiaino olio extravergine d’oliva

Come procedere

Lavare bene la zucca e asciugarla.

Tagliare la zucca a cubetti, oppure a fette, senza sbucciarla.

👉 Di solito io la preferisco a fette, se sottili cuociono più in fretta, il che è un vantaggio. Ma se siete amanti della consistenza pastosa di questa varietà di zucca, il taglio a cubetti ne fa apprezzare meglio la polpa (a mio gusto). Poi il tempo di cottura dovrà, seppur di poco, essere adattato alla dimensione dei pezzi o spessore delle fette 😉

Condire le fette, o i pezzi, di zucca con l’olio e le erbe aromatiche, più una bella grattata di noce moscata.

👉 Il modo migliore per condirle è quello (consiglio che mi ha dato Valentina) di mettere i pezzi di zucca in una ciotola, versare olio, erbe aromatiche e noce moscata e mescolare con le mani. In questo modo l’olio si distribuisce bene su tutte le fette (però si impiastricciano le mani).

Come documentato dalle foto seguenti, la prima volta che ho fatto questa ricetta (e che l’ho fotografata) non ho seguito il suggerimento di Valentina (perché avevo fretta di procedere, e non volevo impiastricciarmi 🤭😅💪). Direi che vanno bene entrambi i metodi, decidete voi quale usare.

1. Ho messo le fette nel cestello della friggitrice ad aria (sulla griglia) e ho spennellato d’olio le fette.

2. Ho aggiunto le erbe aromatiche e una generosa grattata di noce moscata, poi ho fatto un primo giro di cottura per 10 minuti a 180 gradi.

👉 Con le erbe aromatiche si può abbondare. Si possono usare sia fresche che secche.

zucca verde in friggitrice ad aria step3

Dopo questo primo giro di cottura, le fette di zucca in superficie si sono leggermente dorate mentre quelle sotto sono rimaste crude, così ho rimescolato le fette, e ho spennellato d’olio quelle in superficie.

3. Ho fatto un secondo giro di cottura per altri 10 minuti, sempre a 180 gradi.

Dopo questo secondo step da 10 minuti la mia zucca era cotta.

zucca verde in friggitrice ad aria step5

Ho impiattato le fette, tritato le nocciole, e le ho sparse sulla zucca come topping (foto di copertina).

Invece, quando ho rifatto la ricetta la seconda volta ho proceduto con due differenze sostanziali: 1. Ho tagliato la zucca a pezzi più spessi (come fa Valentina), e in questo caso ho settato la temperatura a 190 gradi e prolungato di 4-5 minuti la cottura; 2. Ho aggiunto le nocciole a questo secondo step di cottura.

Confesso che avevo un po’ il timore che le nocciole si tostassero troppo, ma invece aveva ragione Valentina, non è successo. Ed erano buonissime. 😊

nocciole tritate al coltello

👉 Un unico appunto mi sento di fare a questa seconda versione: i pezzetti di nocciola più piccoli passano attraverso i fori della griglia e finiscono sul fondo del cestello.

Per risolvere ho tre soluzioni possibili: 1. Usare le nocciole intere (io però le preferisco tritate). 2. Usare la carta forno (prova che non ho fatto per cui non so dirvi se la cottura della zucca viene identica, ma più o meno dovrebbe). 3. A fine cottura sollevare la griglia, raccogliere con una palettina tutte le nocciole e le erbe aromatiche cadute, e spargerle sulla zucca con aria spavalda sussurrando: “Ahhh volevate fuggire eh?” 😄

👉 La combinazione zucca+nocciole è favolosa, sia nel sapore che nel contrasto morbido-croccante (parole di Valentina, che confermo). Ed è valida anche per la cottura nel forno.

Questa zucca verde alle nocciole oggi era spettacolare, me la sono proprio mangiata di gusto!

zucca verde alle nocciole in friggitrice ad aria a pezzi

Seguimi!

Sulla mia pagina Facebook 

Sulle mie bacheche Pinterest 

Iscriviti nel mio gruppo –> Il gruppo di Catia, in cucina e oltre

e alla mia Newsletter!

Consigli senza sale

Senza sale I consigli senza sale, lo sapete, in questo blog sono fondamentali.

Il consiglio di oggi: la friggitrice ad aria, l’ho scoperto con l’uso, è molto utile per chi cucina senza sale, le verdure mantengono tutto il loro sapore. Mi ripeto: questa zucca verde alle nocciole oggi era spettacolare, me la sono proprio mangiata di gusto!!!

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:
– Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
– Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
– Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
– Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
– Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
– Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
– Preferire i cibi freschi.
– Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
– Evitare di portare in tavola la saliera!
– Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:
Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 

Le ricette Light and Tasty

Ed ecco a voi le ricette “color novembre” delle mie colleghe:

Carla Emilia: Vellutata di cavolo romanesco con patate e Asiago
Daniela: Mele hasselback con crumble all’avena
Elena: Gratin di insalata belga e mele
Franca: Braciole al pistacchio e melagrana
Milena: Dessert leggero ai cachi e melagrana
Serena: Budino di cachi al cioccolato

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

11 Risposte a “Zucca verde alle nocciole (in friggitrice ad aria)”

    1. Milena mi sono informata, in realtà le zucche a buccia verde sono di diverse varietà (ad esempio qui ci sono la Iron cup e la Kawaii lady, oltre alla più conosciuta Delica). Poi ci sono diversi produttori che hanno a catalogo proprio la zucca verde, senza specifiche sulle varietà 🤷‍♀️

  1. uhhh le varietà di zucca, sono tantissime… sai che sto cercando per mare e per terra la Hokkaido, e non la trovo! questa tua ricetta è proprio interessante epoi ho scoperto che il mio microonde ha la funzione slim fried …una specie di friggitrice ad aria, al momento usato solo per patatine preconfezionate (e quindi prefritte). Proverò la tua ricetta quanto prima! un abbraccio!!!

    1. Proprio stasera sono andata al conad e di hokkaido ne avevano due cassette! 😮 è incredibile che ci siano tali differenze di distribuzione tra qui e là 🤷‍♀️
      Invece riguardo la slim fried… ci credi che non l’ho mai sentita nominare?? Delucidami!!

    1. 💛 Te la consiglio, per certe cose è insuperabile. (nel frattempo puoi comunque fare la ricetta anche nel forno 😉)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.