Zucca gratinata nella friggitrice ad aria

Questa ricetta è la continuazione della ricetta precedente.
Ho ottenuto un’ottima zucca gratinata nella friggitrice ad aria utilizzando più o meno lo stesso procedimento usato per la zucca arrostita, tanto che inizialmente pensavo di scrivere tutto nella stessa ricetta.
Ma poi ho pensato che qualche dettaglio in più, specifico per la zucca gratinata, fosse più utile spiegarlo separatamente.
Inoltre ho un paio di foto da mostrarvi che riguardano la gestione della griglia, che mi auguro vi siano utili.

Bene, siete pronti?

zucca gratinata nella friggitrice ad aria
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFrittura ad aria
  • CucinaSalutare

Ingredienti

280 g zucca (con la buccia)
20 g pangrattato
10 g formaggio (grana o parmigiano grattugiato)
1 cucchiaino olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino prezzemolo tritato
1 spicchio aglio (piccolo)
q.b. pepe

Strumenti

Friggitrice ad aria Ariete Airy Fryer Mini

Come procedere

Lavare e asciugare la zucca, tagliarla ed eliminare i semi e i filamenti, poi affettarla.
Porre le fette nel cestello della friggitrice ad aria, sopra alla griglia.

Rispetto alla ricetta precedente ho utilizzato più zucca perciò ho dovuto in parte sovrapporre le fette, anche se sarebbe bene evitarlo perché la friggitrice ad aria cuoce dall’alto. Ho ovviato tagliando le fette più sottilmente e cercando di sistemarle lasciando qualche piccolo spazio tra le fette che consentisse la circolazione dell’aria calda.

Chiudere il cestello e avviare l’apparecchio per una breve precottura della zucca: 5 minuti a 200 gradi, poi aprire il cestello, rigirare le fette e cuocere per altri 5 minuti.

Questa volta non ho spennellato la zucca con l’olio, ma nel caso si può fare.

zucca gratinata nella friggitrice ad aria

Mentre la zucca cuoce condire il pangrattato con l’olio, il prezzemolo tritato, l’aglio e il formaggio grattugiato (grana o parmigiano o altro formaggio a piacere).

Dopo le precedenti prove con il sesamo e altri semi oleosi questa volta ho voluto provare ad insaporire con il formaggio 🙂

Ricoprire le fette di zucca con il pangrattato condito.

Chiudere di nuovo il cestello e avviare l’apparecchio, stavolta a 180 gradi per 6 minuti.

zucca gratinata nella friggitrice ad aria

Nella prossima ricetta che pubblicherò domani ho utilizzato la carta forno (piccolo spoiler), ma quando ho cotto questa zucca gratinata ho ritenuto che per far circolare meglio l’aria fosse meglio poggiare la zucca direttamente sulla griglia, senza considerare che poi avrei potuto avere qualche difficoltà ad estrarre le fette (e senza far cadere tutta la panure 😅).

Ecco quindi come ho risolto la cosa: ho infilato una forchetta tra le fette per agganciare la piccola maniglia centrale della griglia e l’ho sollevata lentamente, cercando di non farla ondulare.
Credo possa essere utile non solo a chi ha una friggitrice ad aria come la mia ma anche a chi ha altri modelli, immagino che le griglie (perlomeno di questi modelli piccoli) siano più o meno tutte simili.

zucca gratinata nella friggitrice ad aria

Poi ho fatto scivolare il tutto su un piatto aiutandomi con la forchetta.

Se è ancora calda attenzione a non toccare la griglia con le mani.

zucca gratinata nella friggitrice ad aria

Spero che questo piccolo accorgimento possa esservi d’aiuto. 😊

Vi auguro buon appetito con la vostra zucca gratinata nella friggitrice ad aria! A me con questa gratinatura al formaggio è piaciuta tantissimo, fatemi sapere cosa ne pensate! (e accetto anche altre idee-gratinatura, raccontatemi i vostri esperimenti! 😀).

Ah! Per correttezza vi mostro anche quanto pangrattato è caduto sotto alla griglia, davvero pochissimo. In ogni caso, per chi non vuole rischiare c’è l’opzione carta forno, che potete utilizzare come ho fatto nella ricetta dei funghi gratinati.

briciole sul fondo del cestello

Consigli senza sale

Senza sale Nel darvi appuntamento alla prossima ricetta (sempre dedicata alla friggitrice ad aria) vi ricordo come sempre di leggere (e possibilmente mettere in pratica! 😃) i miei consigli senza sale:

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:
Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
Preferire i cibi freschi.
Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
Evitare di portare in tavola la saliera!
Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:
Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Seguimi!

Ti aspetto anche:

sulla mia pagina Facebook, sulle mie bacheche Pinterest

e nel mio gruppo Il gruppo di Catia, in cucina e oltre

e… iscrivetevi alla mia Newsletter!

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.