Gnocchi di patate – ricetta base

Un’amica mi ha chiesto la ricetta base degli gnocchi di patate. Quindi… eccomi qua, Sylvia! Li ho preparati appositamente, e con molto piacere, per dedicarli a te. 🙂

gnocchi di patate

Questa ricetta deriva da quella insegnatami da mia mamma. Deriva, perché mia mamma gli gnocchi di patate li fa, di solito, di sole patate bianche. Mi ha assicurato, però, che tutte le casalinghe romagnole di sua conoscenza (aggiungo io: di una certa età 🙂 ) utilizzano patate bianche e patate rosse in parti uguali, perché “usando solo le rosse non verrebbero abbastanza morbidi”. Questa affermazione è sua e ve la riporto virgolettata, perché ad essere sincera gli gnocchi di sole patate rosse io non li ho ancora sperimentati quindi non saprei dire con esattezza in cosa consista effettivamente quel “non verrebbero abbastanza morbidi” (per la serie “pignolerie della mia mamma” 😀 )

So per certo però, per essermi documentata, che le patate da preferire sono quelle farinose (e le rosse lo sono, no?) e possibilmente vecchie, e che le patate non farinose richiedono l’aggiunta di troppa farina che darebbe agli gnocchi un retrogusto non gradevole di farina e li renderebbe duri… Ahhhh, eccola qui la spiegazione dell’ “abbastanza morbidi”! 😀

Ma poi c’è anche la questione “uovo”. C’è chi ne aggiunge uno, ma c’è chi dice che rende gli gnocchi più compatti, cioè più duri, quindi… non “abbastanza morbidi”. 😀

Vabbe’, dai ho scherzato un po’. 🙂 Una cosa so per certo, e non per sentito dire: questi gnocchi fatti con le mie mani sono morbidi, sì, ma non troppo, quindi “abbastanza morbidi” da far capire a tutti che differenza abissale c’è, nella consistenza e nel gusto, fra gli gnocchi fatti in casa e quelli confezionati. Altro non posso dire, se non: provate a farli perché è molto più semplice di quanto si possa pensare e perché la soddisfazione finale è tanta, sia nel farli che nel mangiarli. 😀

Gnocchi di patate – ricetta base

Ingredienti per 4-6 porzioni
600 g di patate rosse
400 g di patate bianche
250 g di farina

Procedimento
Lavare bene le patate e lessarle intere con la buccia.
Io le ho cotte nel microonde, perché ho una mia personale avversione per la cottura in acqua e perché non uso più la pentola a pressione da tanti anni. Le patate nel microonde si cuociono benissimo, mantenendo tutto il loro sapore. Se non avete mai provato a cuocere le patate nel microonde vi ricordo che prima della cottura bisogna avere l’accortezza di bucherellare la buccia con una forchetta.
Ho cotto separatamente le patate bianche e quelle rosse, in un contenitore di vetro e coperte con un foglio di carta forno, per 10 minuti le bianche e 12 minuti le rosse (come sapete, il tempo di cottura dipende dal peso) alla massima potenza e a step di 3-4 minuti alla volta per rigirare le patate e controllarne la cottura. (Aggiornamento: se volete maggiori dettagli ora ho un articolo apposito sulla cottura delle patate nel micro 😉 )

Sbucciare le patate ancora calde.

gnocchi di patate

Passarle allo schiacciapatate.

gnocchi di patate

Aggiungere la farina, io ho iniziato con 200 grammi, e amalgamarla alla purea di patate. Perdonatemi, ma questo passaggio ho dimenticato di fotografarlo!

Lasciar intiepidire le patate prima di incorporare la farina, perché se sono bollenti si fatica a lavorarle con le mani, ma senza lasciarle raffreddare, altrimenti la farina non si incorpora bene.
Se è necessaria altra farina, aggiungerla poca alla volta fino ad ottenere la giusta consistenza dell’impasto: la si capisce ad istinto la giusta consistenza, fidatevi. Sarà necessaria altra farina durante la realizzazione dei rotolini e degli gnocchi, che devono essere ben infarinati altrimenti si attaccano alle dita durante la formatura dell’incavo.

Prelevare una piccola quantità di impasto, formare dei filoncini e tagliarli a tocchetti.

gnocchi di patate

C’è chi gli gnocchi li lascia tagliati così (soprattutto li ho mangiati così nei ristoranti) ma noi per tradizione familiare li passiamo uno per uno con la punta di un dito. Quando ero bambina mia mamma a volte li passava sui rebbi di una forchetta per farli rigati oppure sul retro di una grattugia per farli rugosi, ma a casa nostra la versione più gettonata, da sempre, è questa: lisci con l’incavo.

gnocchi di patate

Il mio dito fa un po’ ridere in questa foto ma rende l’idea, no? 😀

Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua e quando affiorano prelevarli con un mestolo forato (non devono essere scolati come si fa con la normale pasta altrimenti si attaccano tra loro), trasferirli in una padella saltapasta dove sarà già presente il sugo e mescolare velocemente.

Gli gnocchi di patate possono essere conditi in tanti modi diversi, con il classico ragù, con i funghi, i sughi di verdure, il pesto, oppure con una fonduta di formaggi, il condimento per gnocchi preferito dai miei figli.

Ed ecco come si presentano una volta cotti:

gnocchi di patate

Se siete curiosi e volete sapere che sugo è quello della foto ve lo dico: un semplice sugo di pomodoro con carota, sedano e cipolla tritati grossolanamente a cui ho aggiunto alcuni pomodorini secchi.

Un ultimo consiglio: non serviteli bollenti questi gnocchi, perché sono più gustosi e risultano della giusta consistenza se lasciati intiepidire per alcuni minuti.

Buon appetito!

E ora come sempre vi ricordo i miei consigli senza sale:

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

 Grazie per aver letto la ricetta dei miei gnocchi di patate fatti in casa 🙂

Vi aspetto anche su Facebook! La mia fanpage è qui!

Precedente Lasagne velocissime, di pancarrè Successivo Crostatine alle more

4 commenti su “Gnocchi di patate – ricetta base

  1. Patrizia il said:

    CATIA grazie sei un pozzo di idee buonissime, precisissima nelle spiegazioni, impossibile sbagliare !!!
    Grazie mille ancora e buon lavoro carissima!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.