Gelato di kefir e panna aroma limone

E a grande richiesta… eccola! La ricetta del mio gelato di kefir (e panna) è pronta!

Erano anni che mi frullava l’idea di fare il gelato fatto in casa usando il kefir! Ma erano ancor più anni, ma tanti davvero, che non facevo lavorare la mia gelatiera.

Mi domando davvero perché, visto quanto semplice è usarla! e quanto buono viene il gelato! Ma meno male che l’aver accumulato dell’esubero di kefir mi ha fatto rompere questo incantesimo della… bella gelatiera addormentata! 😀 Perché chi dorme troppo non piglia… eheh, eh no eh, non la faccio la battuta scontata non piglia gelato 😀 😛  ma… be’ una cosa è certa: a non far dormire la gelatiera ci si piglia gusto! Ahah in questi giorni non faccio altro che pensare a quante altre varietà di gelato di kefir potrei sperimentare!

Ho già in mente un mare di altre ricette! Ma per ora cominciamo da questo gelato di kefir e panna, che è stato il mio primissimo tentativo, ed è talmente ben riuscito che a dir la verità mi ha anche un po’ sorpreso, mica me l’immaginavo che fosse così buono!! 😀

gelato di kefir e panna aroma limone
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    35-40 minuti
  • Porzioni:
    6
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • 300 g Kefir (yogurt)
  • 200 g Panna fresca liquida
  • 100 g Latte intero
  • 150 g Zucchero
  • Scorza di limone

Preparazione

  1. Versare tutti gli ingredienti (kefir, panna, latte, zucchero, scorza grattugiata di mezzo limone) in una ciotola, o meglio ancora una brocca o altro contenitore con il beccuccio.

    Due precisazioni:

    – consiglio di usare kefir che sia abbastanza denso, tipo yogurt

    – se volete usare metà kefir e metà panna (cioè niente latte) fatelo tranquillamente, io ho sostituito una parte di panna con il latte… per darmi una parvenza di “è meno calorico” 😀

    Rigirare con un cucchiaio fino a quando lo zucchero sarà completamente sciolto.

    Versare la miscela attraverso l’apertura della gelatiera e azionarla subito.

    Il gelato sarà pronto dopo 30-40 minuti, a seconda del programma impostato, o comunque quando sarà divenuto spumoso e si staccherà dalle pareti della gelatiera.

  2. gelato di kefir e panna aroma limone steps
  3. Quando è pronto, il gelato prodotto con gelatiera casalinga è ottimo da mangiare subito, oppure può essere lasciato (coperto) all’interno della gelatiera per 10-15 minuti, il disco refrigerante provvederà per questo lasso di tempo a mantenerlo alla giusta temperatura.

    Se non viene consumato subito o se ne avanza una parte, può essere conservato in frezeer per alcuni giorni. Consiglio in questo caso di lasciarlo – dopo averlo tolto dal freezer – a temperatura ambiente per alcuni minuti (o più, a seconda della temperatura ambiente) e di mescolarlo con un cucchiaio per ristabilirne la cremosità: trattandosi di un gelato casalingo del tutto privo di addensanti, la conservazione in freezer non può, ovviamente, avere la stessa resa di un gelato acquistato, ma usando la semplice accortezza di portarlo alla giusta temperatura (il gelato deve essere cremoso e mai congelato) vi assicuro che lo gusterete al meglio.

    Ah! Questo aroma limone, che a me è piaciuto tantissimo, è volutamente un semplice aroma delicato, perché per questa prima prova-gelato volevo un gelato di base, ma è evidente che può essere aromatizzato a piacere. Ad esempio: cuocete alcune ciliegie al volo e… sì dai! se non avete ancora letto la ricetta delle ciliegie cotte nel micro – che sono ottime come topping per questo gelato! – cliccate sul link e guardate le foto, sono certa che non ne rimarrete delusi 😉 🙂

    E dopo vi aspetto per fare due chiacchiere sulla pagina Facebook voglio sapere cosa ne pensate sia del gelato che delle ciliegie! 😀

  4. gelato di kefir e panna

Con o senza gelatiera?

Per fare questo mio gelato di kefir e panna ho utilizzato la mia gelatiera, un modello piuttosto datato che credo non sia più in produzione ma che sono certa sia stato sostituito da altri modelli altrettanto validi.

Se non possedete una gelatiera e intendete comprarne una similare, si tratta di una tipologia di gelatiera cosiddetta autorefrigerante (con disco oppure cestello refrigerante che deve essere messo in freezer a raffreddare prima dell’uso). Questo tipo di gelatiera di solito è poco costosa, è di semplice utilizzo e per quanto mi riguarda produce un gelato ottimo.

Nel caso invece non vogliate usare o acquistare la gelatiera, potete ugualmente produrre il vostro gelato senza gelatiera. È un metodo che io non ho sperimentato personalmente (avendo la gelatiera in perfetta efficienza… 😀 ) ma conosco tante persone che lo producono mettendo il composto in freezer (meglio in questo caso montare la panna) e mescolandolo ogni mezz’ora fino al raggiungimento della densità desiderata. In questo modo manuale il tempo di realizzazione è più lungo ma il gelato risulta ugualmente buono e cremoso.

Vi auguro di gustarvi un buon gelato e vi do appuntamento alla prossima ricetta 🙂

Ehi vi ricordo che mi trovate anche su Pinterest !

Infine, ma non ultimo, ci tengo a citare il gruppo KefirMania e non solo che mi ha insegnato a gestire al meglio il mio kefir e ad usarlo al meglio nelle mie ricette, gelato compreso 🙂

Precedente Ciliegie cotte nel microonde (simil sciroppate) Successivo Insalata alla greca con pomodorini neri

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.