Crea sito

Fricò di verdure

fricò di verdure (1)

Cari lettori,

mentre stavo sfogliando un libro di ricette, mi sono imbattuta in quella del fricò, anche se, a differenza di quanto pensassi, si trattava di un secondo piatto a base di carne e patate, preparato come uno spezzatino. Sembra che la parola fricò sia l’abbreviazione di fricandò e starebbe ad indicare una portata cotta in umido nella quale non devono mancare le patate. Il termine fricandò deriva dal francese fricandeau, ma in Francia questo nome si riferisce a della carne di vitello rosolata con erbe aromatiche e cotta nel suo sugo (Da 250 ricette delle Osterie d’Italia – La carne – Slow food Editore).

Nella mia famiglia con la parola fricò si indica, invece, un ricco contorno di verdure e patate. In alcuni casi viene chiamato anche “bandiera”. Anticamente il fricò era insaporito con del lardo. Ecco la mie ricetta, preparata solo con olio extra vergine di oliva.

fricò di verdure (3)

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 cipolla bionda grande

1 peperone rosso

2 zucchine

1 melanzana lunga

2 patate

2 carote

1 costa di sedano

1 pomodoro rosso

1 spicchio d’aglio

200 ml di acqua bollente o brodo

1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

Olio extra vergine di oliva Cufrol – Terre Francescane

Sale

Pepe

PROCEDIMENTO

Scaldare qualche cucchiaio di olio con uno spicchio d’aglio schiacciato, quindi rosolare la cipolla tagliata a velo (a fette sottili).

Pulire il peperone eliminando i semi e le parti bianche, spuntare le zucchine e carote,  poi sbucciare queste ultime insieme alle patate.

Aggiungere la melanzana, il peperone, le zucchine e le patate, tutti tagliati a cubetti non troppo piccoli, mentre le carote a rondelle. Lasciare rosolare le verdure, quindi aggiungere il pomodoro maturo tagliato a cubetti, salare e cuocere aggiungendo un bicchiere scarso di acqua bollente o brodo nel quale avremo fatto sciogliere del concentrato di pomodoro. Consiglio di aggiungere poca acqua perché le verdure tenderanno naturalmente a rilasciarne.

Cuocere per circa 30 minuti, a fuoco lento e con coperchio.

Al termine della cottura, pepare e irrorare con un filo d’olio a crudo. Lasciare riposare il fricò di verdure prima di portarlo a tavola, per fare in modo che i sapori si amalgamino alla perfezione. Un contorno ottimo con carni o pesce.

Buon fricò a tutti!

*gelso*

fricò di verdure (2)

Se vi piacciono le mie ricette, potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

e anche su Google+ e Twitter ;)

Grazie!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

2 comments on Fricò di verdure

  1. annalisa
    8 maggio 2014 at 10:29 pm (7 anni ago)

    Anche io lo preparo spesso e lo chiamo stufato di verdure che spesso lascio un po piu brodoso e mangiamo come zuppa!!! Adoro le verdure!!!

    Rispondi
    • Gelso
      9 maggio 2014 at 10:10 am (7 anni ago)

      Anche io, mangerei solo quelle, in tutti i modi! 😀 Ciao, a presto!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *