Crea sito

Tortini di pomodorini al profumo di menta e basilico

Per l’appuntamento odierno con la ricetta Light and Tasty ho cucinato dei tortini di pomodorini che sono riusciti sorprendentemente buoni. Che soddisfazione! 😀

La ricetta non è del tutto farina del mio sacco ma la rivisitazione di una ricetta presente ne Il Grande Libro della Cucina Vegetariana, Fabbri Editori. Più che un libro, un manuale, un tomo bello denso di informazioni e ricette, che è uno dei due ‘mostri sacri’ di cucina (assieme a Il Cucchiaio Verde) che più ho letto e consultato e che più mi sono stati utili negli ultimi vent’anni.
Si tratta di un libro datato, purtroppo, l’edizione che ho da tanti anni credo che ora sia reperibile solo nel mercato dell’usato, ma ho trovato questa edizione successiva (che penso differisca dalla mia solo nella copertina). Se siete interessati, anche solo per dargli un’occhiata vi lascio il link.

La ricetta presente nel libro è un tortino di pomodori basso e largo, cotto in una teglia grande (una teglia da crostata), con i pomodorini affettati disposti in strato singolo.
A me invece è venuta l’idea di fare dei tortini monoporzione. Primo, perché amo le monoporzioni, per qualsiasi tipo di ricetta; secondo, perché volevo fare un tortino più alto, a più strati; e terzo… per una questione puramente tecnica: avevo in casa due diverse varietà di pomodorini e non mi garbava l’idea di mescolarli insieme. 😀
E così ho fatto sei porzioni usando lo stampo dei muffin: tre tortini di pomodorini piccadilly e tre di ciliegini naomi.

Ed eccoli qua (uno manca perché l’ho mangiato per assaggiarlo prima delle foto 😃):

tortini di pomodorini con menta e basilico
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 370 gpomodorini
  • 70 gpangrattato
  • 15 gformaggio da grattugia (grana o parmigiano)
  • 5 gpecorino (stagionato)
  • 8 fogliementa
  • 8 fogliebasilico
  • 1 spicchioaglio
  • 1uovo (grande)
  • 2 cucchiaiyogurt bianco naturale (o kefir di latte homemade)

Preparazione

  1. pomodorini

    Premessa:

    Ho iniziato a preparare la ricetta cercando il più possibile di attenermi alla ricetta originale, poi in corso d’opera mi sono resa conto che era pressoché impossibile. 🤭 Perché la suddivisione degli ingredienti in 6 stampi richiedeva altre proporzioni, perché non avevo il prezzemolo, perché ho dimenticato di aggiungere l’olio, perché non uso il sale e quindi ho aggiustato il tiro anche in base a questo. Come sempre!

    Come procedere:

    Affettare i piccadilly e tagliare in due i ciliegini.

    Io ho messo a scolare i pomodorini per far perdere il liquido in eccesso (come la ricetta prevedeva) ma non hanno perso neppure una goccia 😀 Perciò decidete voi se fare o meno questo passaggio a seconda del tipo di pomodorini che userete.

  2. pomodorini e pangrattato

    Insaporire il pangrattato con il grana e il pecorino grattugiati e il basilico e la menta tritati grossolamente. Ho anche aggiunto uno spicchio d’aglio, che in questo tipo di ricette sta sempre bene e che aiuta tantissimo ad insaporire in assenza del sale.

    Sempre a proposito di sale, vi spiego perché ho utilizzato un solo cucchiaino di pecorino (unico formaggio previsto nella ricetta originale) e ho preferito il grana: controllando i valori nutrizionali, su 100 g di prodotto il Pecorino Romano contiene 4,7 g di sale mentre il Grana Padano 16 mesi ne riporta 1,5 g. (Vi ripeterò questa informazione anche nelle note in coda).

  3. tortini di pomodorini da cuocere

    Assemblare le monoporzioni:

    Ricoprire il fondo di ogni alloggiamento dello stampo con un cucchiaino di pangrattato condito.

    Disporre le fette di pomodorini, o le metà, in tre strati alternati dal pangrattato aromatico.

    Un filino d’olio per ogni strato ci sta, io me ne sono proprio dimenticata (ma il risultato vi assicuro non ne ha patito 🙂). Eventualmente, suggerisco di inumidire direttamente il pangrattato con uno o due cucchiaini d’olio al momento dell’aggiunta del formaggio e della menta.

  4. tortini di pomodorini da cuocere

    Sbattere l’uovo con una forchetta, addensarlo con un paio di cucchiai di yogurt naturale (oppure di kefir di latte denso).

    Completare i tortini cospargendo la superficie con l’uovo.

    Cuocere in forno a 180 gradi per 25 minuti.

  5. tortini di pomodorini con menta e basilico

    Come si vede bene nella foto precedente, buona parte del mio uovo sbattuto è colata sul fondo e non ha ricoperto del tutto l’ultimo strato. Però la doratura della superficie è riuscita bene ugualmente e il risultato estetico mi è piaciuto, perciò sono rimasta soddisfatta.

    E anche il risultato mangereccio mi è piaciuto! Anzi, la giuria di famiglia ha talmente apprezzato, che li ha mangiati pure Flavia (notoriamente non amante dei pomodori) una cosa da scrivere sul diario di famiglia!!

  6. Consigli:

    È possibile utilizzare due uova anziché uno solo, oppure utilizzare delle formine da crostatina e realizzare dei tortini ad un solo strato: sono certa che in quel caso l’uovo sarà sufficiente per distribuirsi su tutti i pomodorini, che legheranno meglio tra loro.

    Consiglio di sformare i tortini di pomodorini da tiepidi. Ho provato a toglierne uno dallo stampo quando era ancora caldo (quello che ho mangiato per primo) ma tendeva a sgretolarsi, perciò vi suggerisco di regolarvi (nella scelta fra un uovo o due) a seconda dello stampo che deciderete di utilizzare.

  7. (In questa ricetta sono presenti uno o più link di affiliazione)

Consigli senza sale

Senza sale Sostituire il prezzemolo con la menta è stata un’idea vincente. Seppur presente anche il basilico devo dire che il sapore e il profumo della menta hanno predominato, e meglio così perché si adatta benissimo a questi tortini di pomodorini cucinati completamente senza sale aggiunto.

Sono riusciti buonissimi, per merito della menta, della buona qualità dei pomodorini e di quei 20 grammi di grana e pecorino. E a proposito di grana e pecorino, vi ripeto qui quanto precisato nel procedimento: una precisazione che rivolgo a chi deve mangiare iposodico e sta leggendo questa ricetta perché alla ricerca di consigli per cucinare senza sale. –> Su 100 g di prodotto il Pecorino Romano contiene 4,7 g di sale mentre il Grana Padano 16 mesi ne riporta 1,5 g.

Leggete sempre le etichette e controllate sempre il valore del sale presente nell’alimento che state per utilizzare, mi raccomando!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

7 Risposte a “Tortini di pomodorini al profumo di menta e basilico”

  1. Per me la monoporzione è insostituibile, ognuno ha la sua porzione e non ci sono i vari: quella è più grossa…la mia è piccola… 😉
    Questi tortini sono davvero estivi, colorati ed invitanti ^_^
    Un bacio e buona settimana

  2. Davvero una bella ricetta! L’aglio anche secondo me ci sta bene e come dici tu meglio il grana del pecorino in questi casi, non solo per una questione di sale ma anche proprio per il gusto più delicato. Mi piace però di più la tua composizione a più strati, la trovo più piacevole da servire e secondo me cuoce meglio senza seccare! Complimenti un gran piatto! lo proverò presto!

  3. Vi ringrazio tutte! Scusate se rispondo in modo cumulativo a tutte ma oggi ho avuto una giornata di quelle e sono stravolta 😂 Sono contenta che vi siano piaciuti! Li rifarò anch’io (a grande richiesta del marito)! Grazie di cuore a tutte!

  4. Gnam! anch’io posseggo il Cucchiaio Verde e mi riprometto di usarlo di piu nel futuro… ottime le monoporzione, soprattutto semplici con i bimbi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.