Ravioli di pasta sfoglia con mele, cocco e…

Siete arrivati qui cercando la ricetta dei ravioli? Bene! 🙂

Ehm, solo per curiosità…. posso chiedervi… che tipo di ravioli stavate cercando?

Eheheheh! 😀

Ecco, ve li mostro subito i ravioli di cui vi parlo in questa ricetta:

ravioli di pasta sfoglia mele cocco

Lo so, cercavate dei ravioli, e questi vi sembrano sfogliatine… non fateci caso. Lo sono!

Vabbe’ dai, oramai che siete qui… anche un’idea per la merenda può essere utile!

ravioli di pasta sfoglia ripieno😀 La scelta del titolo stavolta è stata un po’ complicata. Proprio non sapevo come chiamarli questi… ravioli
(che ovviamente i ravioli a casa mia sono tutta un’altra cosa). Avrei potuto chiamarli sfogliatine, in effetti. O sfoglie? mini-strudel? saccottini? fagottini? di mele? di mele e cocco? di mele, cocco e mandorle e pinoli e canditi e…?
Insomma, a volte scrivere ricette è più impegnativo che farle. O mangiarle.

Ma alla fine… ravioli furono.
Semplicemente perché sono quadrati, e ripieni. Come sono quadrati i ravioli tradizionali di casa nostra, cioè quelli che con i dolci non c’entrano nulla, che sono un primo, e che noi facciamo con la pasta all’uovo. E che sono ripieni, di spinaci e ricotta.
Ma niente, questi miei ravioli di oggi sono decisamente tutt’altro.
Però mi girava di chiamarli così. 😎 😀

Ravioli di pasta sfoglia con mele, cocco e…

Ingredienti per 24 pezzi
2 confezioni di pasta sfoglia rettangolare
mele
pinoli
mandorle tritate grossolanamente
semi di girasole
scorze d’arancia candite
marmellata d’arancia
farina di cocco
cannella
latte (facoltativo)
zucchero a velo (facoltativo)

Non vi ho dato le quantità perché dovevo sfornarla al volo questa merenda, e così ho fatto tutto a occhio, ma vi mostro il ripieno nel procedimento 😉

Procedimento
Sbucciare le mele e tagliarle a pezzetti piccoli. Io ho usato due mele, ma dipende dalla loro grandezza.

In una padella tostare brevemente i pinoli, le mandorle e i semi di girasole.

Srotolare la pasta sfoglia e tagliarla a quadretti. Ho usato la rotella “taglia-quadrati”.
Questa:

rotella-taglia-pastaLo scopo era quello di ottenere dei dolcetti tutti uguali (anche se non con tutti ci sono riuscita). Se non possedete questo “indispensabile” attrezzo potete procedere come si fa tradizionalmente: distribuendo sulla pasta sfoglia mucchietti di ripieno a distanza regolare, poi appoggiando sul tutto la seconda sfoglia e tagliando i ravioli con una rotella o uno stampino. Insomma, la modalità non pregiudica il risultato. L’importante è che i bordi siano ben chiusi (spiego meglio fra qualche riga).

Spalmare la marmellata sui rettangoli di sfoglia e distribuirvi sopra il ripieno: pezzetti piccoli di mela, semi di girasole, mandorle e pinoli, scorze d’arancia candite. Aggiungere una buona dose di cocco, anche di più di quella che vedete nella foto sottostante (che quando poi li ho fatti di nuovo ho decisamente abbondato col cocco e la cosa ci è piaciuta). Infine spolverare il tutto di cannella, se vi piace (a noi sì 😉 ).

ravioli di pasta sfoglia

Per la scelta della marmellata noi oramai ci siamo affezionati alla marmellata d’arance, per noi è il massimo in questo genere di dolci. Se ne siete sprovvisti potete usare quella di albicocche o di pesche, fanno comunque la loro figura.

Srotolare e tagliare a quadretti la seconda sfoglia, appoggiare su ogni ripieno un quadretto di pasta (oppure procedere come spiegato qualche riga fa, dopo la foto della rotella).

Chiudere i bordi con i rebbi di una forchetta. E’ importante che i bordi siano ben chiusi altrimenti la marmellata fuoriesce in cottura.

Spennellare la pasta con poco latte (ma è facoltativo) e forare la superficie con una forchetta, così in cottura esce l’umidità interna.

Cuocere in forno a 200 gradi per circa 15 minuti, comunque fino a doratura della pasta sfoglia.

sfogliatine con mele e cocco

(Lo so, il vassoio decisamente non è di preziosa fattura, ma… ho fatto questi ravioli come merenda per un gruppo assortito di bambini, spero possiate capirmi se non ho usato il servizio buono 🙂 ).

Servire tiepidi. Se ci riuscite, a farli intiepidire.
E a tenere alla larga i pargoli nel frattempo 😀

Al momento di servirli decorare a piacere con zucchero a velo.

Andranno a ruba, ve l’assicuro 😉

Ciaoooo! Vi aspetto sulla pagina Facebook, passate a trovarmi!

Precedente Ruota di pane (e altre idee a lievitazione naturale) Successivo Riso al pomodoro (in due versioni)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.