Crea sito

Panino farcito prelibato

Immagino che ve lo stiate chiedendo 🙂 Cosa ci sarà in questo panino farcito di così tanto buono da renderlo addirittura prelibato?
Tutte cose buone, buonissime. Ecco cosa!
Ma non sapevo decidermi sul titolo, e così ho scelto l’aggettivo che meglio esprimeva il mio pensiero, mentre mi gustavo questo ehi-ma-quanto-è-buono-oh-questo-panino!

Ci ho provato a scrivere un titolo ‘normale’ ma non ci sono riuscita. I titoli corti che ho provato non mi davano soddisfazione. Non potevo intitolarlo Panino con la carne semplice così, visto che non è solo un panino con la carne. E non potevo chiamarlo Panino con la fettina, dato che non è vero: è un panino con due fettine, essendo che le fettine di lombo sono piccole e due sono il minimo indispensabile per questo panino, anzi anche quattro potrebbero avere il loro perché. Perciò ho valutato vari titoli fra cui Panino con le fettine, e Panino con due fettine, e anche Panino con fettine di lombo… ehhh ma insomma… ma che brutti titoli!!

Ma neppure potevo intitolarlo Panino farcito con fettine di lombo di maiale sottili marinate e cotte in padella, insalatina mista, cipolla rossa, germogli di ravanello, e salsa di kefir all’aglio e limone, perché… be’, non sarebbe stato un titolo plausibilmente utilizzabile vista l’eccessiva lunghezza, non pare anche voi?

D’altronde, lasciare indietro anche solo uno degli ingredienti avrebbe danneggiato l’immagine di questo panino, perché qui è tutto l’insieme che sta bene insieme.
Perché senza la cipolla non sarebbe lui, e senza i germogli non sarebbe lui, e… insomma alla fine è proprio così che – pur avendo iniziato a prepararlo con mille dubbi: come le cuocio queste fettine? con che verdure le abbino? ci vorrà una salsa si o no? – è venuto fuori un panino farcito così buono, ma così buono che mi permetto di definirlo prelibato. Sì.

E ce lo siamo davvero gustato di gusto, questo panino farcito prelibato! 😀
Che bontà ragazzi miei!! E chi osa azzardarsi a dire che mangiare iposodico non dà gusto… ma che ne saaa!!! 😀

Ecco. Questa è la mia proposta prelibata di oggi per Light and Tasty, in questo appuntamento in cui l’ingrediente è “l’insolita fettina”.
Cucinatela così la vostra fettina di carne! E farcitelo così il vostro panino! Vedrete che sarà insolitamente buono!

panino farcito con carne insalata cipolla germogli
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo35 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 2 panini

  • 140 gbaguette (o altro pane fresco a scelta)
  • 4fettine di lombo di maiale (sottili, da 40-50 g l’una)
  • 20 ginsalatina mista (insalata, radicchio rosso, rucola)
  • 20 ggermogli di ravanello
  • 30 gcipolla rossa
  • 1 cucchiainoolio extravergine d’oliva

per la marinatura delle fettine di carne

  • 15 gaceto balsamico (un cucchiaio)
  • 1 cucchiainoolio extravergine d’oliva
  • 4 fogliesalvia
  • 1 ramettorosmarino

per la salsa

  • 20 gkefir di latte (un cucchiaio per ogni panino)
  • q.b.scorza di limone (grattugiata)
  • Mezzo spicchioaglio

Preparazione

  1. Per prima cosa… comprare il pane 😀

    Ok scherzi a parte, per il pane io ho scelto una baguette, ma sono certa che sia adatta anche una ciabatta, o qualsiasi altro pane di vostro gusto.

    Anche se guardando le foto non sembra, dato che le righe della griglia non sono venute impresse sul pane (la prossima volta dovrò inventarmi qualche trucchetto da food-fotografa più scafata!), ho tagliato il pane e l’ho messo a tostare (da entrambi i lati). Non è cosa obbligatoria, anche perché la baguette fresca ha già la crosta scrocchierella, ma questi panini sono così, con pane leggermente tostato. Anche se mi sono dimenticata di immortalarle con una foto queste righe mancanti che mi hanno indispettita 😀

  2. fettine di lombo di maiale marinatura

    Secondo step: mettere a marinare le fettine di lombo.

  3. Per questa marinatura mi sono ispirata alla marinata per carni da cuocere di un libro che possiedo da tanti anni, che mi è stato ispiratore agli albori della mia cucina iposodica, e che conservo gelosamente: La cucina senza sale delle sorelle L. e M. Landra (De Vecchi Ed.), un libro del 1998 che purtroppo non è più facilmente reperibile. Se siete interessati ad un libro di ricette senza sale, in sua vece vi propongo questo Cucinare senza sale di Cuvello, Guaiti, Prandoni, ed. Demetra (a questo link è acquistabile su Amazon), che ripropone fra le altre anche alcune ricette del libro delle Landra.

  4. fettine di lombo di maiale cotte

    La marinatura deve essere come minimo di 15 minuti ma può essere prolungata se lo si desidera. Mentre la carne si insaporiva io mi sono dedicata ad altri lavori fra cui la preparazione degli altri ingredienti (affettare la cipolla, lavare e tagliare l’insalata, lavare i germogli) e alla fine il tempo della mia marinatura è stato di 35 minuti.

    Trascorso questo tempo cuocere la carne: prelevare le fettine di lombo e cuocerle in padella con un cucchiaino d’olio (con padella antiaderente un cucchiaino è sufficiente). La cottura è veloce, pochi minuti, trattandosi di fettine sottili. Sul finire della cottura versare sulla carne la marinata (seppur sia poca), e rigirarvi le fettine per un minuto.

  5. panino con la fettina step 1

    Comporre il panino:

    Versare sulle fettine, oppure sulla fetta di pane, il sughetto residuo della cottura della carne. (Sarà poco sughetto, ma anche quel poco non va lasciato nella padella 😉 ).

    Sistemare le fettine di carne sul pane (due fettine per ogni panino).

  6. panino con carne e insalata step 2

    Disporre sulla carne l’insalatina tagliata sottilmente (un misto di romana, radicchio rosso e rucola) e la cipolla rossa.

  7. panino con carne insalata e germogli step 3

    Completare con i germogli di ravanello (lavati e asciugati tamponandoli con un canovaccio).

    Non conoscevo i germogli di ravanello, li ho comprati d’impulso perché mi è piaciuto il loro colore, quando li ho visti ho subito pensato che avrebbero fatto bella figura in questi panini. Ho scoperto poi mangiandoli che hanno proprio sapore di ravanello! 😀 Non ridete dai! c’è sempre un primo assaggio per tutti! 😀

    Per il loro sapore, per la loro leggera croccantezza e per il loro bel colore, questi germogli di ravanello sono un accostamento ideale per un panino farcito con la carne 😉

  8. panino con fettine di lombo e germogli

    Completare con la salsa di kefir e chiudere il panino. E mangiare subito!

  9. Consigli, sostituzioni e varianti:

    Prima variante, dedicata ai più affamati: si possono raddoppiare le fettine di carne aggiungendo un secondo strato (cioè altre due fettine di carne) tra l’insalata e i germogli.

    Seconda: è possibile sostituire le fettine di lombo con fettine di manzo (o altro), l’importante è che siano fettine sottili.

    Terza: si possono sostituire i germogli di ravanello con germogli di erba medica (alfa alfa).

    Quarta: chi non usa il kefir può preparare la salsa con lo yogurt bianco naturale (non zuccherato).

    Quinta: se il vostro kefir è meno denso del solito, invece di versarlo sul ripieno versatelo sul pane (lato interno) così il pane lo assorbirà e non gocciolerà ai lati del panino.

    Sesta: in ogni caso la salsa è facoltativa.

  10. Questo panino è buonissimissimo, non lasciatevelo sfuggire. Provatelo e poi fatemi sapere!

    panino farcito con fettine di lombo

Ecco le altre proposte di oggi delle mie colleghe Light and Tasty

Punti WW Propoints

  1. Per chi segue la WW Propoints: questo panino golosissimo conta 10,5 p (13,5 p nella variante più ricca con due strati di carne).

  1. In questa ricetta è presente un link di affiliazione.

Consigli senza sale

Senza sale Non occorre salare la carne: marinare le fettine, anche solo per mezz’ora, è un ottimo modo per evitare di salarle. E non occorre salare né condire l’insalata o i germogli: la presenza della cipolla rossa e la salsa di accompagnamento insaporiscono a dovere 😉

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

12 Risposte a “Panino farcito prelibato”

  1. ma che bel paninozzo!!! e quei germogli? parliamone, anch’io ho voglia di assaggiarli tutti, come pure di acquistare un germogliatore, ma ormai in cucina non ho più spazio. Quanto alle righe sui panini, non sono così importanti da vedere, l’importante è che il pane sia bello croccante!!! Bravissima!!

    1. Grazie!!! Elena io sono appassionata di germogli! ma fidati che non è per nulla indispensabile un germogliatore, io ce l’ho perché mi è stato regalato ma per anni li ho prodotti senza e riescono benissimo: si possono fare in barattolo oppure in un semplice scolapasta (o in teli o sacchetti se non erro ma su questo sono meno ferrata perché non ho mai provato). A dire il vero ho un articolo sulla produzione dei germogli in bozza da un mare di tempo! non riesco mai a completarlo, e forse sarebbe ora! 😀

  2. Un panino spettacolare, un pranzo completo gustoso e intrigante.
    Non conoscevo i germogli di ravanello che danno un tocco raffinato al tuo super panino.
    Bravissima.
    Un abbraccio e buona settimana.

  3. Non vedevo l’ora di “gustarmi” il tuo panino.
    Caspita è davvero favoloso! Bravissima, che proposta appetitosa!
    Mi hai fatto morire dal ridere sulla scelta del nome :))
    Un abbraccio e buona settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.