Crea sito

Pasta e fagioli – la “fagiolata”

Pasta e fagioli - la "fagiolata"

Pasta e fagioli è un piatto gustoso e genuino, sano ed economico, tipico della cucina contadina.
I legumi sono da sempre definiti “la carne dei poveri”, proprio per la loro ricchezza nutrizionale.
Beh, oggi non serve essere poveri per decidere di limitare o eliminare il consumo di carne dalla propria dieta, e la pasta e fagioli è per me e per la mia famiglia sempre un gran piacere da gustare.
Per me, la pasta e fagioli deve essere cremosa, non liquida, come si dice in siciliano maccusa: quand’è fatta bene…è in assoluto tra i miei piatti preferiti!
Anche la mia piccola va matta per i legumi, motivo in più per prepararli spesso, soprattutto adesso che ho la pentola a pressione e posso cucinarli in poco tempo 😉
Per preparare una fagiolata ad hoc, l’ideale è utilizzare diverse varietà di fagioli, con gusti, aromi e consistenze diverse. Ormai vendono degli ottimi mix di fagioli secchi che io trovo molto buoni, ma potete anche miscelare le varietà che preferite a vostro piacimento.

Pasta e fagioli - la "fagiolata"

Pasta e fagioli – la “fagiolata”

Ingredienti per 6 persone:

500 gr di fagioli misti secchi
1/2 cipolla
1 carota
350 gr di pasta corta (io spaghetti tagliati)
100 ml di passata di pomodoro
Olio d’oliva
Sale, peperoncino

Preparazione:

Il giorno prima, mettere in ammollo i fagioli in acqua fredda con un pizzico di bicarbonato.

Il giorno successivo, lavare bene i fagioli e metterli in un colapasta.
La cottura può essere effettuata sia in una pentola normale (preferibilmente di terracotta) che in una pentola a pressione.
In entrambi i casi, tritare finemente la cipolla, grattugiare la carota e fare soffriggere il tutto in olio d’oliva.

Se si utilizza la pentola a pressione:

Aggiungere i fagioli e la passata di pomodoro, riempire d’acqua a filo, chiudere e far cuocere per 35 minuti a partire dal fischio.

Se si utilizza la pentola tradizionale:

Aggiungere i fagioli e la passata di pomodoro, riempire d’acqua a filo e far cuocere a fiamma bassa mescolando di tanto in tanto ed aggiungendo acqua ogni qual volta i fagioli lo richiedano.
Serviranno un paio d’ore abbondanti.

Verificare il grado di cottura ed aggiustare di sale e di pepe.
Con un mestolo forato, prelevare 2/3 circa dei fagioli e metterli in un’insalatiera.
Cuocere i cavati nel brodo dei fagioli (se necessario allungarlo con un po’ d’acqua aggiustando di sale).

Servire la fagiolata in piatti da minestra ponendo al centro della tavola un’insalatiera con i fagioli, dell’olio d’oliva e del peperoncino così da permettere a tutti i commensali di servirsene come meglio gradiscono.

Pasta e fagioli - la "fagiolata"

2 Risposte a “Pasta e fagioli – la “fagiolata””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.