Pasta e lenticchie

Cosa c’è di più buono, semplice e genuino di una bella minestra di legumi, magari pasta e lenticchie?

L’inglesismo che tanto va di moda adesso, comfort food, rende perfettamente l’idea di cosa intendo: una calda coccola che mette di buonumore!

A casa mia, amiamo tutti i legumi, anche la mia bimba ne va matta da sempre, e la pasta e lenticchie è fra le sue minestre preferite!

Io in genere preparo le lenticchie in abbondanza e, dopo averle cotte, ne tolgo buona parte dal brodo e poi le servo a tavola in un’insalatiera, così chi vuole può aggiungerle alla pasta o, se preferisce, mangiarle come secondo con un po’ di pane.

La caratteristica fondamentale che, per me, deve avere la pasta e lenticchie è la cremosità, in siciliano diciamo che deve essere maccusa. Per ottenere quest’effetto, c’è chi frulla parte dei legumi, cosa che in realtà non è necessaria: se il brodo è già abbastanza corposo, con l’amido della pasta raggiungerà la giusta cremosità.

Nella preparazione delle lenticchie, applico sempre qualche “trucchetto della nonna”, come l’ammollo in acqua fredda con un pizzico di bicarbonato, la salatura a fine cottura e la sbollentata delle lenticchie buttando la prima acqua di cottura (sembra che questa pratica riduca gli spiacevoli “effetti indesiderati” classici di quando si mangiano i legumi, eheheh!).

Vi lascio sia la ricetta tradizionale, che prevede un paio d’ore di cottura in pentola (il top è quella in terracotta!), che quella con pentola a pressione, che riduce notevolmente i tempi di cottura delle lenticchie.

pasta e lenticchie
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:2 ore
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Molto Basso

Ingredienti

  • Lenticchie secche 500 g
  • cipolla 1/2
  • Carota 1
  • Sedano 2 coste
  • Passata di pomodoro 100 ml
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe nero
  • Pasta corta 300 g

Preparazione

  1. La sera prima del consumo, mettere in ammollo le lenticchie in acqua fredda con un pizzico di bicarbonato.

  2. Il mattino successivo, sciacquare bene le lenticchie in un colapasta.

    Mettere a bollire una pentola piena d’acqua, poi unire le lenticchie.

    Far cuocere fino a quando l’acqua riprende a bollire, poi scolare nuovamente nel colapasta.

  3. Pelare la carota e tritarla finemente.

    Sbucciare la cipolla e tritare anch’essa finemente.

  4. Sia che si utilizzi la pentola normale che quella a pressione, soffriggere la cipolla e la carota con un filo generoso di olio all’interno della pentola.

  5. Unire le lenticchie e far insaporire qualche minuto a fiamma vivace, poi aggiungere la passata di pomodoro e l’acqua fino a circa quattro dita sopra le lenticchie.

  6. Se si cuoce in maniera tradizionale: coprire, quando le lenticchie arrivano a ebollizione abbassare la fiamma e cuocere a fuoco lento per circa 90 minuti (alcune varietà di lenticchie possono richiedere anche due ore, quindi assaggiare sempre per scegliere il grado di cottura desiderato).

  7. Se si cuoce con la pentola a pressione: chiudere il coperchio e quando la pentola inizia a fischiare abbassare la fiamma. I tempi di cottura variano da 20 a 30 minuti, a seconda della dimensione delle lenticchie.

    Spegnere la fiamma, lasciare sfiatare completamente la pentola e togliere il coperchio.

  8. Dopo aver verificato la cottura delle lenticchie, regolare di sale e di pepe.

    Togliere dalla pentola buona parte delle lenticchie e mettere in un’insalatiera.

  9. Aggiungere la pasta alle lenticchie in brodo rimaste in pentola e cuocere a fiamma bassa mischiando spesso per non fare attaccare la pasta al fondo della pentola.

  10. Servire con un filo d’olio a crudo e, a piacere, un pizzico di peperoncino.

    Buon appetito, la vostra pasta e lenticchie è pronta!

Note e consigli:

  • I tempi d’ammollo possono ridursi a 2-3 ore ma quelli di cottura si allungano di conseguenza;
  • Chi vuole, può evitare il soffritto e lessare direttamente le verdure con le lenticchie;
  • La passata di pomodoro può essere sostituita da un cucchiaio di concentrato di pomodoro sciolto in mezzo bicchiere d’acqua.

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

Precedente Bruschette impolpettate Successivo In the kitchen tour

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.