Plumcake cocco e mele – ricetta kefir

Ho una marea di ricette con il kefir di cui parlarvi e questo plumcake cocco e mele è una di loro. Sono parecchie, e forse alla fine non riuscirò neppure a pubblicarle tutte. Forse alcune dovrò rifarle, seguendo gli appunti che ho scarabocchiato al volo durante la realizzazione, sperando di capirci qualcosa…

plumcake cocco e mele - ricetta kefir fetta

…già! Perché mi sono resa conto che nel “momento creativo” (uuuuu 🙂 momento creativo è bella, eh?) alcuni ingredienti li ho persi nella biro, altri li avevo in testa e mi son detta li scrivo dopo ma poi non l’ho fatto, in un caso non avevo fogli sotto mano e ho scritto sul retro di uno scontrino, ma era piccolo e non ci stava tutto così ho abbreviato e insomma… adesso non ci capisco più nulla! E questa ricetta, nello specifico, è scritta sul retro di una ricevuta, ricordo delle nostre vacanze 🙂

Dovrei essere più precisa, lo so, ma sapete com’è no? mentre sei lì che provi, che stai per versare un po’ di kefir… ops ti ricordi che lo devi pesare, allora lo pesi, mescoli, e capisci che ce ne vuole ancora, allora lo pesi e aggiungi, insomma… non sempre scrivi anche, aggiungi e basta. E alla fine, quando lo metti a lievitare ti dici ok adesso scrivo quello che manca, ma non ricordi già più!! ecchecavolo… ho aggiunto 30 grammi o 40? o 50? e l’acqua? erano grammi o millilitri? Om mmm…..

Per una che a otto anni preparava l’impasto della piada versando la farina a occhio, lo strutto a cucchiai e l’acqua calda quella che ci vuole… insomma non è sempre facile essere precisi. Concedetemelo.

Ma perché, direte voi, tutta questa tiritera proprio oggi?
Eh, un motivo c’è, ovviamente.
E il motivo è il limone.
C’è. C’è scritto nel foglietto. Ma non ricordo d’averlo usato. Non ricordo d’aver grattugiato la scorza, e il succo non ricordo se l’ho aggiunto prima dopo o durante tutto quanto. D’istinto potrei dire che il succo si usa per non far scurire la mela, ma non è questo il caso perché la mela ricordo d’aver deciso di usarla all’ultimo momento.
Però il limone c’è, perché è scritto bello chiaro “1 limone scorza e succo”, è lì in mezzo fra lo zucchero di canna e il cocco. C’è.
E quindi, decidete voi quando e come aggiungerlo all’impasto. In ogni caso, so che lo farete nel modo giusto. 😉

plumcake cocco e mele - ricetta kefir

Plumcake cocco e mele – ricetta kefir

Ingredienti
400 g di farina 0
80 g di zucchero di canna
50 g di farina di cocco
120 g di kefir (yogurt)
20 g di olio di semi di mais
1 uovo
1 limone, succo e scorza
1 cucchiaino di miele
mezzo cubetto di lievito di birra
100 ml di acqua (oppure, se ne avete, di siero di kefir)
1 mela
zucchero a velo per decorare (facoltativo)

Procedimento
Procedere come per ogni lievitato che si rispetti:
– far sciogliere il lievito nell’acqua con il cucchiaino di miele
– in una ciotola lavorare l’uovo con lo zucchero, versare gli altri ingredienti liquidi cioè il kefir, l’olio e l’acqua in cui si è sciolto il lievito
– incorporare poco alla volta la farina e il cocco
– lavorare il composto fino ad ottenere un impasto morbido
– far lievitare l’impasto riponendo la ciotola in un luogo riparato (come sapete io la infilo nel microonde) fino al raddoppio
– dopo la lievitazione trasferire l’impasto un uno stampo da plumcake (oppure in due piccoli) rivestito di carta forno e far lievitare di nuovo per circa un’ora, comunque fino a quando avrà almeno raggiunto il bordo dello stampo.
– subito prima di infornare tagliare a fette sottili la mela e infilare le fette nell’impasto.

Non l’avevo prevista all’inizio l’aggiunta di questa mela, poi all’ultimo momento l’ho deciso e l’ho fatto.
L’operazione è stata divertente perché l’impasto mi lievitava tra le mani (letteralmente) e man mano che procedevo con l’operazione, le fette di mela già infilate tendevano a risalire, così io cercavo di ricacciarle indietro e in un paio di casi mi si sono anche rotte le fette. Insomma, è stato uno spasso. Mi sono proprio divertita a fare questo plumcake cocco e mele, e pazienza se non mi ricordo del limone!!

Infornare a 200 gradi per 30-35 minuti. A metà cottura ho abbassato a 180 perché la superficie si stava dorando un po’ troppo. Voi mi raccomando, non mi stanco mai di dirlo, adattate temperature e tempi in base al vostro forno e anche in base al tipo di stampo usato.

Sfornare, spolverare di zucchero a velo, ma anche no, e gustare.

Noi buona parte di questo plumcake cocco e mele lo abbiamo mangiato quasi subito, appena intiepidito. Il poco rimasto lo abbiamo lasciato per la colazione del giorno dopo. Era ottimo anche freddo. 😀

plumcake cocco e mele - ricetta kefir

Enjoy!

Se notate qualche somiglianza con il plumcake di pasta brioche light, sì, è così, avevo in mente una rivisitazione in chiave kefir proprio di quella ricetta. Anche se poi, come sempre, le variazioni del caso sono venute da sé 😉

Vi aspetto su Facebook!! Cliccate qui. 🙂

Precedente Marmellata di pere con la buccia Successivo Le mie ricette con il forno a microonde

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.