Glassa con meringa in polvere

Oggi vi racconto il mio ultimo esperimento in cucina: la glassa con meringa in polvere.

glassa con meringa in polvere azzurra

Facendo una ricerca in rete ho visto che questa glassa con meringa ridotta in polvere la si trova denominata in vario modo: glassa meringata, glassa di meringa, glassa reale con meringa, ghiaccia reale con polvere di meringa oppure meringue powder…
Dal basso della mia ignoranza in materia, ché il massimo della glassa che avevo prodotto finora era quella all’acqua, mi sono fatta l’idea che questo tipo di glassa con meringa polverizzata forse non dovrebbe essere detta “reale”. Secondo me è più una via di mezzo tra glassa all’acqua e ghiaccia reale, poiché oltre a contenere la meringa (al posto dell’albume, ingrediente fondamentale della ghiaccia reale) contiene comunque anche acqua (perciò niente di meglio per me, che ho bisogno di imparare per gradi!).

Questa glassa con meringa l’ho scoperta da pochissimo grazie a questo articolo, ed è stata subito una rivelazione, per me che consideravo la ghiaccia reale, quella con gli albumi, troppo “da pasticceria” e quindi per me troppo difficile.
Scoprirla e decidere di utilizzarla subito per una cosa “seria” è stato tutt’uno: una cosa tipo detto-fatto o visto-e-preso, insomma… l’ho provata e subito dopo l’ho utilizzata per decorare i biscotti delle bomboniere per la Cresima di mio figlio. L’azzardo è il mio mestiere!

Vi mostro i biscotti:

glassa con meringa in polvere biscotti bomboniere

poi delle bomboniere vi parlerò tra qualche giorno o qualche settimana, appena riesco, prima o poi 🙂

Sono stata molto soddisfatta dei biscotti, ma ancor di più di questa fantastica glassa con meringa con cui li ho decorati, che si è rivelata la decorazione ideale, proprio quel che mi serviva!

Glassa con meringa in polvere

Ingredienti
100 g di zucchero a velo
20 g di meringa in polvere
2 cucchiai d’acqua
colorante alimentare q.b.

Con la quantità di glassa che si ottiene con questi ingredienti io ho decorato circa 110 biscotti.

Procedimento
Ridurre alcune meringhe in polvere, il numero delle meringhe ovviamente dipende dalla loro misura.

Precisazione sulla riduzione in polvere delle meringhe:
Le meringhe si possono frullare, ma in tutta onestà, è un metodo che a me non è congeniale, perché produce un gran polverone impalpabile un po’ fastidioso, e perché per la mia esperienza non tutti i frullatori sono adatti allo scopo: il mio mini-robot non se l’è cavata benissimo, e una buona metà della meringa frullata è rimasta a grana grossa, decisamente inadatta per fare la glassa.
Alla fine ho sperimentato un metodo che per me è imbattibile: ho usato il matterello. E le meringhe si sono polverizzate alla perfezione senza produrre neanche un granello di polvere volatile.
Se decidete di usare il frullatore vi consiglio di attendere qualche minuto prima di aprirlo per far sì che almeno una parte della polvere si depositi. Però una prova con il mattarello ve la consiglio: è sufficiente sbriciolare grossolanamente le meringhe sul tagliere e poi schiacciarle con il matterello finché non saranno polverizzate. Poi, alla fine, a glassa pronta un giro di frullatore sarà utile, ma fatto con il prodotto umido risulterà decisamente più efficace.

Aggiungere la polvere di meringa allo zucchero a velo:

glassa con meringa in polvere-step1

Aggiungere l’acqua a temperatura ambiente e mescolare finché lo zucchero e la polvere di meringa non si siano trasformate in una “pappetta” densa.

A questo punto la glassa con meringa in versione base, cioè bianca, è già pronta per essere utilizzata.

glassa con meringa in polvere-step2

Una breve passata al frullatore, o robot, è consigliabile per essere certi che ogni possibile grumo di zucchero o di meringa venga eliminato.

Per colorare la glassa aggiungere semplicemente il colorante alimentare del colore preferito.

glassa con meringa in polvere-step-colore

Io ho utilizzato un colorante liquido blu, in flaconcini facilmente reperibili in ogni supermercato. L’intensità del colore può essere decisa sul momento, 6-8 gocce per ottenere un azzurro tenue, qualche goccia in più per il colore che ho utilizzato io e che vedete in foto.

glassa con meringa in polvere-step3

Il colorante può essere mescolato con un cucchiaio ma, come suggerivo poco fa, io ho frullato la mia glassa per essere certa che il colore fosse uniforme e perché la glassa risultasse più fine possibile (con i prodotti umidi il mio mini-robot funziona decisamente meglio che con le meringhe).
Se si intende utilizzare tutta la fialetta occorre tenere in considerazione l’apporto liquido che il colorante darà alla glassa, e quindi diminuire la quantità d’acqua. So che ci sono altri tipi di colorante, come quelli in gel o in pasta, ma io non li ho mai usati e qui in zona non so ancora dove poterli comprare, così mi sono rivolta al rivenditore più semplice e diretto, il supermercato. Lì il colorante liquido è l’unico disponibile, ma devo dire che ne sono rimasta soddisfatta, il risultato è stato buono, e il fatto che sia facilmente e sempre reperibile è cosa di cui tener conto. 🙂

A questo punto occorre trasferire la glassa in una sac à poche:

glassa con meringa in polvere-step4Sull’argomento sac à poche sono stata previdente (o fortunata, a seconda dei punti di vista): ho in casa una scorta di sacchetti acquistati tempo fa con un kit per decorazione (contiene stampini, beccucci, spatoline, cose così, rigorosamente mai utilizzate perché per me troppo specialistiche! ma questa volta i sacchetti si sono rivelati utili 🙂 ). Chi non ha, o ha finito, i sacchetti per sac à poche, o non sa dove reperirli, può ovviare utilizzando un sacchetto per freezer.

Tagliare un angolino del sacchetto con le forbici.

Attenzione:
A seconda del tipo di decorazione che si deve fare, la dimensione del foro può essere determinante. Consiglio di fare un forellino molto piccolo e di fare una prova, in base alla quale si può capire se la dimensione del foro è adatta al tipo di decorazione che si vuole fare. Se è il caso di allargare il foro si fa sempre in tempo a tagliare un altro pezzettino.
Non so se con la prossima foto riesco a darvi l’idea di quanto piccolo fosse il foro che ho tagliato nel mio sacchetto (forse no, ma ci ho provato, fotografando con la mancina in ora notturna e in un momento in cui le mie chiavi di violino mi parevano terribilmente malfatte!!) (be’ un po’ lo erano!):

glassa con meringa in polvere-step5

Precisazione sulla densità della glassa:
Per stabilire se la consistenza della glassa è quella giusta per il tipo di decorazione che si deve fare, è utile una prova con la sac à poche. Dopo aver decorato il primo biscotto, io ho capito che la mia glassa era troppo densa per il foro piccolo che le mie decorazioni richiedevano, perché la glassa faticava a fuoriuscire. Così ho vuotato il sacchetto, versato la glassa di nuovo nella ciotola, aggiunto mezzo cucchiaino d’acqua e altre 2-3 gocce di colorante e mescolato bene. A quel punto la consistenza si è rivelata quella giusta e l’ho utilizzata tutta senza problemi fino all’ultima goccia.

Completata la decorazione dei biscotti, occorre un riposo di alcune ore per far sì che la glassa si asciughi. Resistete alla tentazione di toccare con le dita le decorazioni! 😉 ed evitate di sovrapporre i biscotti prima che la glassa si sia indurita altrimenti si rischia di compromettere il risultato.

La decorazione filiforme che ho fatto io prevede poca glassa per ogni biscotto, perciò ha il vantaggio di asciugare velocemente, cioè in poche ore. Per decorazioni con una quantità di glassa più spessa (come ad esempio il biscotto con la nota “ripiena” che vi mostro nella foto seguente) occorrono alcune ore di riposo in più per far sì che l’interno si asciughi. Per sicurezza, io ho sistemato i vassoi con i biscotti davanti al termosifone 😀 Non volevo rischiare, visto che l’indomani la mia glassa doveva venir rinchiusa in sacchetti trasparenti!

glassa con meringa in polvere-step7

Bene, credo proprio d’avervi raccontato tutto. Spero d’essere stata esauriente e che possiate prendere spunto da questa mia esperienza per decidere di cimentarvi, se anche voi come me prima d’ora non avete mai provato a decorare con la glassa di meringa.

Queste mie decorazioni non sono perfette e lo si vede, né lo sono i biscotti d’altronde. Ho visto in rete tanti di quei biscotti decorati così bene, così perfetti, che al loro confronto le mie decorazioni sembrano fatte da una… principiante… ahahah come in effetti io sono! 😀 😀 Ma non sto facendo una gara a chi è più bravo, tutto quello che cucino e che realizzo è sempre per la mia famiglia, e se alla fine i biscotti sono piaciuti e le decorazioni anche, e se le bomboniere hanno fatto la loro bella figura, io ne sono contenta e soddisfatta e il mio scopo l’ho raggiunto.

E ho voluto mostrarvi in questo articolo le mie decorazioni imperfette, proprio perché sono sicura che se le ho fatte io, una vera principiante, facendo anche una discreta bella figura, chiunque altro può replicare questa glassa con meringa e queste semplici decorazioni.

E non è necessario, eh, che abbiate delle bomboniere da fare! Potete semplicemente utilizzarla per i vostri biscotti natalizi!

Enjoy!

Vi aspetto sulla mia pagina Facebook, passate a trovarmi 🙂

E anche su Pinterest naturalmente! 😀

Precedente Torta di polenta con mele e uvetta Successivo Caprese di arance e rape rosse

2 commenti su “Glassa con meringa in polvere

    • catiaincucina il said:

      Grazie a te!! E’ vero, questa glassa è fantastica! 🙂 Pensa che ho ancora due bomboniere integre, i cui biscotti non sono stati saccheggiati!, e sono ancora perfetti, con la glassa ancora perfetta come il primo giorno! 😀

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.