Carote al sesamo e pangrattato

Le carote al sesamo e pangrattato sono un mio cavallo di battaglia … nella battaglia per far mangiare le verdure ai bambini.

carote al sesamo e pangrattato

L’aggiunta del sesamo alle verdure è un esperimento che ho fatto iniziando con l’insalata. Ha funzionato con mia figlia, che ha iniziato a mangiare l’insalata proprio grazie al sesamo, ma con Fabrizio l’esperimento è stato più difficile e ho dovuto applicarlo anche ad altre verdure prima di scoprire che poteva funzionare con le carote.
Il passo successivo è stato facile: l’aggiunta del pangrattato è stata una conseguenza “estetica” perché rendeva le carote più gradevoli all’occhio di mio figlio, ma anche perché a me piace usare il pangrattato in cucina, lo considero un ingrediente utile, e forse lo avrete già intuito, visto che compare fra gli ingredienti di molte mie ricette 🙂

Il sesamo viene usato in cucina (e così anche altri semi) da relativamente poco tempo. Indicativamente direi che ancora una ventina d’anni fa non fosse conosciuto e apprezzato come avviene oggi e forse non tutti sanno che, pur essendo ottimo crudo, il sesamo sprigiona il suo caratteristico sapore dopo una leggera tostatura.
Per chi non sapesse come si fa, ecco il mio metodo (c’è anche chi lo tosta nel forno): mettere i semi di sesamo in una padella antiaderente e farli scaldare fino a quando iniziano a colorirsi. Se vedete o sentite qualche seme scoppiettare, affrettatevi a spegnere il fornello e a metterli subito in un piatto perché lasciandoli nella padella calda continuerebbero a cuocere e diventerebbero amari. Il sesamo può essere tostato insieme al sale, in questo caso si ottiene il gomasio, un condimento molto usato nella cucina macrobiotica e ottimo sostituto del sale.

Carote al sesamo e pangrattato

Ingredienti
carote
olio
semi di sesamo
pangrattato
pepe

Procedimento
Pelare e tagliare a dadini le carote.
Saltarle in padella con poco olio e una spolverata di pepe.
Cuocere per alcuni minuti a coperchio chiuso. La durata della cottura è assolutamente variabile secondo il gusto personale. Noi le preferiamo non troppo cotte, al dente.

Poco prima di servire, aggiungere una bella spolverata di sesamo tostato:

carote al sesamo e pangrattato

e poi di pangrattato:

carote al sesamo e pangrattato

Mescolare per far aderire il sesamo e il pangrattato a tutti i dadini di carota, se necessario aggiungere un giro d’olio.

Servire subito.

carote al sesamo e pangrattato

Se i vostri figli sono “difficili” come i miei, vi consiglio di provare queste semplici ma davvero buone carote al sesamo e pangrattato. Poi, se volete, fatemi sapere com’è andata!

Se volete fare due chiacchiere, vi aspetto anche sulla pagina Facebook! 😉

 

Senza sale

Vi ricordo, se non lo sapete già, che io cucino senza sale e che i semi e le spezie sono ottimi insaporitori 😉

E per qualche idea in più ecco i miei consueti consigli senza sale:

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

 

Precedente Quiche di patate, spinaci, ricotta e provolone Successivo Involtini di bresaola - ricetta veloce

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.