Carciofi e piselli cotti in padella

Questa è una di quelle ricette che non si decidono, si fanno e basta. Ero dubbiosa su cosa cucinare tra carciofi e piselli e… eh eh, ho preso la salomonica decisione di unirli, e di cuocerli insieme (in padella) ottenendo un contorno ottimo che ci è tanto piaciuto, facile da cucinare e buonissimo da mangiare. Oltre che bello da vedere 😀

Uno spicchio d’aglio, qualche pomodorino, un filo d’olio e il coperchio chiuso. Fine.

Ma chi l’ha detto che cucinare è difficile? Più facile di così non si può! 🙂

carciofi e piselli cotti in padella
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    4
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 2 Carciofi mammole
  • 200 g Piselli
  • 10 Pomodorini
  • 1 cucchiaio Olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 bicchiere Brodo vegetale
  • 1 pizzico Origano
  • 1 pizzico Pepe
  • 1 pizzico Scorza di limone

Preparazione

  1. Nota: sono sincera, il peso dei piselli indicato negli ingredienti è approssimativo perché in realtà li ho versati in padella a occhio, i carciofi erano belli grandi e i pomodorini li ho aggiunti così, a caso. In realtà per questa ricetta i pesi non sono determinanti 🙂

    Bene, detto ciò possiamo iniziare!

    Mondare i carciofi togliendo le foglie esterne e tagliando la punta.

    Tagliarli a spicchi e togliere la peluria interna, se c’è.

    Per qualche indicazione in più su come pulire i carciofi vi rimando all’introduzione della mia raccolta di ricette con i carciofi

  2. Sbucciare e tritare l’aglio.

    In una padella (io ho usato una padella antiaderente ma si può usare anche una padella in acciaio) versare i carciofi tagliati a spicchi, l’aglio, l’olio e far insaporire per pochi minuti.

  3. Aggiungere i piselli (ho usato i piselli surgelati) e i pomodorini tagliati a metà. Insaporire con una presa di origano e un pizzico di pepe.

    Bagnare con mezzo bicchiere di brodo vegetale (o acqua) e chiudere con il coperchio.

    Consiglio di aggiungere poco brodo alla volta durante la cottura, solo al bisogno.

  4. Proseguire la cottura finché i carciofi e piselli saranno cotti.

    Il tempo di cottura dei carciofi può variare a seconda di quanto sono stati sfogliati – come ben si sa le foglie esterne sono più coriacee mentre il cuore del carciofo è tenero e si cuoce in fretta – e anche secondo la dimensione degli spicchi.

    Il tempo di cottura dei piselli può variare in dipendenza di vari fattori: se utilizzate i piselli surgelati di solito il tempo di cottura è indicato sulla confezione. In genere i piselli piccoli hanno un tempo di cottura davvero breve, a volte di soli 5 minuti, mentre i medi impiegano, minuto più minuto meno, 10 minuti (3-4 minuti di più se utilizzati da congelati).

    I piselli freschi impiegano un po’ di più, 20-25 minuti, tempo che è variabile e non può essere dato con precisione perché dipendente dalla dimensione (i piselli freschi non hanno una misura standard ma sono misti, un po’ piccoli e un po’ grandi) e/o dalla consistenza della buccia, dovuta a varie cause legate alla coltivazione o alla provenienza (ad esempio i piselli della nonna o di altri contadini che ho avuto occasione di cucinare avevano sempre la buccia decisamente più consistente).

    Non ho invece indicazioni sulla differenza tra carciofi freschi e carciofi surgelati perché, al contrario di quanto faccio con i piselli, non ho l’abitudine di acquistare i carciofi surgelati. Se cambierò questa mia abitudine vi terrò informati aggiornando questa istruzione! 😀

  5. carciofi e piselli in padella
  6. Potete servire i vostri carciofi e piselli cotti in padella sia caldi che freddi (temperatura ambiente) insaporendo con un pizzico di pepe macinato al momento, ed eventualmente con un filo d’olio aggiunto a crudo. E vi suggerisco anche una grattatina di scorza di limone, provate! 🙂

    È un ottimo contorno sostanzioso che sono sicura vi piacerà, e che si può trasformare anche in un bel secondo piatto, ad esempio abbinandolo alle uova 🙂 Appena cucinerò questa variante vi aggiungerò qui la foto! 😀

    Enjoy!

    Ricordatevi che vi aspetto sulla pagina Facebook e su Pinterest 🙂

Consigli senza sale

Senza saleVi invito a provare a cucinare i carciofi e i piselli senza sale, non lessati ma cotti in padella così, a coperchio chiuso e con pochissima acqua o brodo.

Scoprirete che i carciofi, grazie al loro sapore caratteristico, non hanno bisogno di sale ma solo di un semplice aroma, come ad esempio la scorza di limone 🙂

E i piselli… be’ se sono ottimi anche crudi vuol proprio dire che non hanno bisogno di essere salati! Ahhh… non avete mai provato a mangiare i piselli freschi mentre li sgranate? Provate, sono irresistibili! 😀

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Precedente Focaccia con asparagi e stracchino Successivo Tofu in crosta di tahina al limone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.