Crea sito

Bugie ripiene di Carnevale, al forno e fritte

bugie piemontesi ripiene forno e fritte (5)

Cari lettori,

ieri sera stavo sfogliando dei vecchi libri di cucina piemontese appartenuti al padre di mio marito, Flavio, da sempre appassionato di buona cucina. Mi sono imbattuta nella ricetta delle Bugie (Busìe). Avevo già provato una ricetta consigliatami da una mia amica di Cuneo, ma la mia curiosità era tanta e ho voluto provare anche questa “nuova” ricetta tratta dal libro di Carla M. Orsi Le vere ricette della cucina piemontese, Pirella Ed., 1976. Le ho farcite con della crema al cacao e nocciole (senza olio di palma) e con della confettura alla frutta. Le Bugie possono essere sia fritte che cotte al forno; se fritte, le Bugie si presentano molto morbide e gonfie, al forno sono più croccanti e assomigliano a dei ravioli dolci dalla superficie biscottata. Mi sono piaciute entrambe le versioni.

 

INGREDIENTI PER 45-50 bugie ripiene

370 gr di farina (la ricetta riporta 250 gr ma il mio impasto era davvero troppo molle per essere lavorato, quindi ho dovuto aumentare la farina)

2 uova intere

100 gr di zucchero

Un bicchierino di grappa o liquore a scelta

Un bicchiere di latte (io ho messo circa 200 ml)

20 gr di burro

La scorza grattugiata di un limone non trattato

Mezza bustina di lievito per dolci (8 gr)

Un pizzico di sale

Olio per friggere

Zucchero a velo per la superficie

Confettura alla frutta e crema al cacao e nocciole per farcire (o anche mele a cubetti, pere a cubetti, crema pasticcera)

Farina per stendere l’impasto

bugie piemontesi ripiene forno e fritte (3)

PROCEDIMENTO

In una ciotola mischiare farina, zucchero, lievito, sale, e scorza di limone grattugiata.

Aggiungere il liquore, il latte e il burro fuso.

Rompere le due uova e incorporarle al composto.

Amalgamare bene e trasferire su una spianatoia.

Dividere l’impasto e stendere delle sfoglie con la macchina per la pasta o con il mattarello. Se usate la sfogliatrice, impostatela dapprima con uno spessore largo, lavorate la sfoglia 3 o 4 volte  e quando sarà bella omogenea e liscia, restringere lo spessore e ricavare una sfoglia più sottile. Mentre si stende la sfoglia occorre infarinare frequentemente la pasta.

Farcire le sfoglie di pasta con confettura o crema al cacao e nocciole, disponendo un cucchiaino di ripieno distanziato di qualche centimetro l’uno dall’altro.

Coprire con un’altra sfoglia, come per i ravioli, facendo fuoriuscire l’aria all’intero, e tagliare i bordi delle Bugie con una rotella, meglio se dentellata. Cercare di creare dei ravioli a forma di losanga, più che rettangolari.

bugie piemontesi ripiene forno e fritte (1)

Cuocere in forno a 180 gradi per pochi minuti, fino a doratura, oppure friggere in abbondante olio bollente per pochi secondi.

Cospargere con zucchero a velo e servire.

*gelso*

Nella foto sottostante si vede la versione al forno delle Bugie ripiene.

bugie piemontesi ripiene forno e fritte (2)

Se vi piacciono le mie ricette, potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

Grazie!

 

Con questa ricetta partecipo al contest

A Carnevale ogni ricetta vale

di

LellaCook&Enoteca Longo

avatar2lella

 

Logo enoteca

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

4 comments on Bugie ripiene di Carnevale, al forno e fritte

  1. simona
    1 febbraio 2015 at 10:35 am (4 anni ago)

    sono pronta, marmellate e crema al cacao ok e il mio ripieno segreto allo strudel in preparazione.Ti farò sapere!!!

    Rispondi
    • Gelso
      1 febbraio 2015 at 10:05 pm (4 anni ago)

      Ottimeeeeeee!!!!!!

      Rispondi
  2. Sabrina
    8 febbraio 2017 at 11:13 am (2 anni ago)

    Ciao, posso fare a meno di mettere il liquore? Se si aggiungo la stessa dose con il latte o acqua? Grazie

    Rispondi
    • Gelso
      4 aprile 2017 at 3:57 pm (2 anni ago)

      Si puoi farlo!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *