Kulfi al mango

Il kulfi al mango è il dessert che ho preparato ai miei giudici per terminare la nostra cena indiana.
Il kulfi è infatti un dolce molto comune in India, è considerato anche un dolce “sacro” che si prepara in occasione delle festività.
Prima di prepararlo, è bene avvisarvi che il sapore non sarà quello del classico “dessert” come lo intendiamo noi, è molto speziato e serve essenzialmente a sgrassare la bocca dopo i pasti (come saprete, quelli indiani sono molto speziati quindi serve qualcosa che pulisca il palato dopo aver mangiato).
Mi sarebbe piaciuto fare un kulfi un po’ più dolce e profumato, ma purtroppo i manghi che si trovano in giro sono spesso abbastanza insipidi (almeno nella mia città che è abbastanza piccolina), quindi mi sono dovuta accontentare.

kulfi al mango

Kulfi al mango

Ingredienti per 8 persone:

500 ml di latte di mandorla
Qualche pistillo di zafferano (o una bustina)
80-100 gr di zucchero (dipende dalla dolcezza dei manghi)
3 manghi
3 cucchiai di farina di riso
2 cucchiai di farina di mandorle (o mandorle tritate)
Pistacchi tritati
Qualche mandorla intera per guarnire

Preparazione:

Pulire i manghi levando la buccia ed l’osso centrale e frullarli.
Versare il latte di mandorla in un pentolino tenendone da parte 3 cucchiaiate.
Aggiungere lo zafferano al latte e far scaldare per qualche minuto.
Aggiungere anche lo zucchero al latte con lo zafferano e mischiare fin quando si scioglie.
Nel frattempo, sciogliere la farina di riso nei 3 cucchiai di latte messi da parte.
Aggiungere la pastella di farina di riso al resto degli ingredienti e far cuocere finché la crema non si addensa.
Spegnere il fuoco ed aggiungere la farina di mandorle.
Versare in 8 bicchierini e mettere in frigorifero per qualche ora.
Guarnire con i pistacchi tritati e le mandorle e servire.

kulfi al mango

Precedente Ravioli ripieni di salsiccia ai porcini Successivo Biscottini salati ai funghi

2 commenti su “Kulfi al mango

    • mastercheffa il said:

      Ciao Elisabetta, rileggendola hai ragione, manca quel passaggio…
      Mi spiace non ti sia venuta 🙁
      Essendo una ricetta pubblicata tanto tempo fa, voglio riprepararla ed aggiustare l’articolo: se ti va, lasciami la tua email, così posso avvisarti appena la rifaccio!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.