Crea sito

Impasto rosticceria siciliana – ricetta base

Impasto rosticceria siciliana - ricetta base

Cari lettori, oggi voglio lasciarvi una ricetta base utilissima per mille preparazioni differenti: voglio spiegarvi infatti come preparare un impasto per rosticceria siciliana perfetto, per ottenere rustici soffici e gustosissimi!

Capisco che termini come “rustici” e “rosticceria” siano utilizzati quasi solo in Sicilia e per alcuni saranno incomprensibili, ma noi per rustici intendiamo i “pezzi” come rollo’, pizzette, fagottini e calzoni, insomma, la tavola calda, che specie nel palermitano è molto soffice e briosciata.

La tradizione vuole che si utilizzi solo la farina di semola rimacinata di grano duro, ma io preferisco “tagliarla” con una farina bianca per rendere l’impasto più morbido. Sempre tradizionalmente, nell’impasto va messa la sugna (lo strutto), ma nulla vi vieta di preparare versioni più leggere con il burro o con l’olio (saranno un po’ meno morbide).

Eccovi la ricetta: sbizzarritevi con la fantasia!!!

Impasto rosticceria siciliana - ricetta base
  • Preparazione: 5 Ore
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Farina di grano duro (semola rimacinata) 200 g
  • Farina Manitoba (o altra farina forte) 200 g
  • Strutto 25 g
  • Latte 200 ml
  • Acqua (tiepida) 70 ml
  • Lievito di birra secco 1 g
  • Zucchero 1 pizzico
  • Sale 1/2 cucchiaino

Preparazione

  1. In un recipiente, porre la farina con lo strutto ed il latte e cominciare a fare amalgamare con un cucchiaio di legno.

  2. Impasto rosticceria siciliana - ricetta base

    Sciogliere il lievito con lo zucchero nell’acqua tiepida e unire a filo all’impasto lavorandolo con una mano, fino a quando tutta la farina è amalgamata (la quantità d’acqua è indicativa e potrebbe servirne un po’ di meno o di più: l’impasto deve essere morbido ma non appiccicoso).

  3. Quando l’impasto è ben amalgamato, aggiungere anche il sale.

  4. Impasto rosticceria siciliana - ricetta base

    Continuare a lavorare l’impasto su una spianatoia infarinata per almeno 15 minuti: serve che si sviluppi la cosiddetta maglia glutinica: vi accorgerete che è pronto se, tirandolo con le mani, l’impasto è elastico e non si spezza.

  5. Formare una palla, porre l’impasto a lievitare in una ciotola e coprire con pellicola trasparente, poi bucherellare con una forchetta per evitare che si formino troppi gas.
    Lasciare lievitare per 3-4 ore, o comunque finché l’impasto non raddoppia di volume.

  6. Trascorso questo tempo, stendere l’impasto e realizzare ciò che si vuole con i condimenti desiderati.
    Porre i rustici su una teglia foderata di carta forno, coprire e lasciare lievitare un’altra ora.

  7. Se si vogliono dei rustici lucidi e croccanti, si può spennellare la superficie con latte o tuorlo d’uovo prima di infornare.
    Il tempo di cottura varia in base ai formati dei rustici, ma è mediamente di 15 minuti a 200°.

Note e consigli:

  • E’ possibile utilizzare solo farina di grano duro o solo di grano tenero;
  • Il latte può essere sostituito dall’acqua;
  • Il lievito di birra secco può essere sostituito da quello fresco (la proporzione è 1:3, quindi di quello fresco ne servono 3 g);
  • Per una versione più veloce, si può aumentare la dose di lievito, ma l’impasto finale sarà meno digeribile;
  • Lo strutto si può sostituire con il burro o al limite anche con l’olio.

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

2 Risposte a “Impasto rosticceria siciliana – ricetta base”

    1. E’ mia abitudine non censurare nessun commento, quindi, Sig. Antonio, pubblico anche il suo, sebbene ritenga veramente sciocco e poco costruttivo il suo atteggiamento da “leone da tastiera”. Le critiche fini a se stesse servono a poco: il mio impasto sarà pure sbagliatissimo (questo è da vedere, giusto che le cose non me le invento e sono siciliana), ma non mi pare lei mi abbia dato qualche consiglio…
      Mi spieghi Lei, di grazia, qual è la procedura da seguire, dato che è tanto esperto!
      Buona giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.