Riso al pesto di rucola, ripassato in forno

La ricetta di questo riso al pesto di rucola è oramai una ricetta… ‘antica’ 😀
È passato così tanto tempo da quando parlai con Barbara, in una conversazione sulla mia pagina facebook, di questo semplicissimo modo per usare il pesto di rucola. E lei subito mi mandò la foto del suo riso al pesto di rucola preparato per il pranzo domenicale, foto che potete vedere nella pagina Le mie ricette fatte da voi, una pagina a cui tengo molto e nella quale raccolgo tutte le foto che mi inviate 🙂

Finalmente, dopo quasi due anni mi sono decisa a far vivere questa ricetta!

È di una semplicità disarmante, e proprio per questo merita di essere diffusa, siete d’accordo? Così anche chi non vuole cimentarsi ai fornelli, o forno, non avrà più scuse! 😀

E poi è una ricetta modificabile a piacimento, potete sostituire il pesto di rucola con pesto di basilico o altro pesto, ad esempio questo di lattughino o questo di ciuffi di carota, oppure potete usare solo parmigiano in superficie e niente formaggio, per chi ha necessità di una versione più light.

Alla fine quel che fa la differenza è il ripasso in forno. Banale? Forse. Ma quel che conta è che ci piace mangiarlo, questo riso al pesto di rucola ripassato in forno! E che anche certi figli noiosetti (due a caso 😀 ) che “il riso anche no”, fatto in questo modo poi lo mangiano 😉 😛

Enjoy!!!

riso al pesto di rucola ripassato in forno
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gRiso
  • 50 gRucola
  • 20 gBasilico
  • 20 gPrezzemolo
  • 5Noci
  • 1 cucchiaioPinoli
  • 1 spicchioAglio
  • 1 cucchiaioYogurt (oppure kefir di latte)
  • 1 cucchiaioRicotta
  • q.b.Pepe
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Formaggio da grattugia (facoltativo)

Preparazione

  1. Cuocere il riso in abbondante acqua.

  2. Mentre il riso cuoce preparare il pesto di rucola.

    Potete seguire la ricetta che trovate QUI nella quale ho aggiunto or ora la foto del pesto di questa ricetta. L’ho leggermente modificato rispetto alla ricetta (ma… tanto lo modifico ogni volta! è difficile che riesca a farlo sempre uguale uguale!), in ogni caso vi spiego di nuovo qui come preparalo, questo ottimo pesto di rucola:

    Lavare la rucola, il basilico e il prezzemolo e frullare in un piccolo robot da cucina tutti gli ingredienti (noci e pinoli, ricotta, yogurt e aglio). Aggiungere l’olio poco alla volta, eventualmente sostituirne una parte con acqua (un paio di cucchiai) per rendere il pesto più leggero.

    Un’abitudine che ho da tanto tempo, questa della sostituzione di una parte dell’olio con l’acqua, e che applico in tutti i miei pesti.

    Riguardo la quantità dell’olio non l’ho indicata per un motivo banale: l’ho messo a occhio! Il pesto io lo faccio sempre così, con poco olio all’inizio, poi se serve aggiusto il tiro quando condisco 😉

    Il risultato che otterrete è questo che vedete in foto:

  3. pesto di rucola per riso gratinato
  4. Quando il riso è cotto, scolarlo e condirlo con il pesto, insaporire con un pizzico (anche due o tre 😉 ) di pepe, quindi versarlo in una pirofila e compattarlo delicatamente con il dorso di un cucchiaio.

    Aggiungere un giro d’olio in superficie e una spolverata di parmigiano o altro formaggio grattugiato.

    Oppure arricchirlo, come ho fatto io questa volta, con dadini di formaggio. Io ho usato il fontal ma va benissimo anche il masdam, o il gouda, o quel che volete e vi piace di più 🙂

  5. riso al pesto di rucola - steps
  6. Mettere in forno a 200 gradi e far gratinare per 10-15 minuti.

    Come ben si nota dalla foto seguente io non l’ho fatto dorare troppo, stavolta ho preferito limitarmi a far ammorbidire il formaggio. Alle richieste dei figli bisogna sempre cedere! 😀

    Buon appetito!!!

    riso al pesto di rucola

Consigli senza sale

Senza sale Idee per insaporire in assenza di sale:

Nel pesto: uno spicchio d’aglio in più, un pizzico di pepe in più, oppure un po’ di peperoncino. Per il riso: cuocerlo in brodo vegetale anziché in acqua 🙂

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Radicchio rosso gratinato Successivo Tortino di patate al formaggio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.