Tortino di risotto

Ecco la mia prima ricetta. La dedico ai miei figli, perché la prima volta che ho preparato questo tortino, proprio loro mi hanno chiesto di fotografarlo. Era la prima volta che fotografavo un mio piatto di proposito, per cui la considero una foto storica.

Questo tortino di risotto è nato per caso. A pranzo avevo sperimentato il risotto alle mele. I miei figli non sono degli estimatori del riso, né in bianco, né nei vari tipi di risotto, ma lo mangiano (per farmi contenta!). Ovviamente non fanno il bis, questo non lo pretendo, per cui di solito ne avanza in quantità.
La sera a cena ho improvvisato il piatto al solo scopo di recuperare il risotto avanzato.  E devo ammettere che in seguito è stato sempre apprezzato in tutte le varianti sperimentate, pur contenendo lo stesso risotto poco gradito… miracoli della gratinatura.

Per questa ricetta non indico le quantità perché è fatta “a occhio”. Ma garantisco che anche variando gli ingredienti (sia nel genere che nelle quantità) si ottengono sempre ottimi risultati. Le uniche cose importanti sono: aggiungere il formaggio e gratinare in forno.

tortino di risotto

Tortino di risotto

Ingredienti
Risotto avanzato (ma anche no)
Patate
Fagiolini
Emmenthal
Besciamella (o panna)
Olio
Pangrattato
Grana

Procedimento
Ho messo il risotto in una padella e ho aggiunto la besciamella.
Ho lessato al volo nel microonde qualche patata (per tre o quattro patate sono sufficienti 6-8 minuti, secondo la loro grandezza) e una volta cotte le ho schiacciate con la forchetta.
Avevo in frigo pochi fagiolini che erano il contorno avanzato del giorno prima (erano ripassati in padella con olio, aglio e poca passata di pomodoro), li ho frullati per nasconderli a mia figlia – perché i fagiolini a lei non piacciono – e li ho aggiunti al riso e besciamella e patate.
Ho fatto insaporire in padella con l’olio per pochi minuti poi ho versato il tutto nella teglia da forno unta e cosparsa di pangrattato.
Ho livellato, aggiunto il formaggio a dadini e ho ricoperto di pangrattato e grana. Ho messo il tutto a gratinare in forno fino a doratura.

Il risultato è stato superiore alle aspettative. Dopo la prima porzione abbiamo fatto due foto perché secondo i bambini questa ricetta meritava proprio di essere ricordata: tutti avrebbero voluto il bis, ma era già finito, e mia figlia ha ammesso che i fagiolini in questo modo si possono anche mangiare. Che dire, esperimento riuscito!

Aggiornamento 23 febbraio 2019

Ho sempre detto che non avrei mai modificato questa prima ricetta del blog, e che mai avrei sostituito la prima foto, oramai divenuta un cimelio (nella sua bruttura!) 😀
Ed è quello che farò. Questa infatti non è una modifica, ma un’aggiunta 😀

Avevo del riso avanzato, e dei fagiolini cucinati esattamente come quelli di questa prima ricetta, la luce dalla finestra era buona, il quinto anno di blog era alle porte… e insomma non ho resistito e ho scattato alcune foto.

E oggi mi fa piacere mostrarvele, perché mi sembra un bel modo per festeggiare i 5 anni di blog.

tortino di risotto teglia intera
tortino di risotto

La ricetta è sempre lei, l’unica differenza sta nel fatto che il riso questa volta non è un risotto alle mele ma semplice riso bollito, ché il risotto alle mele non l’ho mai più provato dopo quella prima bocciatura 😀 (ah già, a parte il risotto radicchio e mela).

Queste nuove foto dimostrano non tanto le mie piccole conquiste da fotografa, ma dimostrano la mia totale inettitudine di 5 anni fa!

Però sono contenta. Sono contenta d’avere ancora questo blog, e di cucinare dopo 5 anni ancora nello stesso identico modo, al di là di quel che raccontano le foto 😀

Buon appetito!!

tortino di risotto
Precedente Un po' di me Successivo Insalata di finocchi con noci e uvetta (e mela)

2 commenti su “Tortino di risotto

    • catiaincucina il said:

      Grazie Maria! Grazie anche per aver letto proprio questa ricetta, che è la primissima ricetta del blog! Sapessi come ero emozionata quando l’ho scritta, non sapevo da che parte cominciare! 😀 Ciao Maria, a presto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.