Paste di mandorla siciliane

Le paste di mandorla siciliane, dette anche “paste reali”, sono dei deliziosi dolcetti dal cuore morbido e dalla superficie piacevolmente ruvida e croccante (sono ottime anche le paste di pistacchi).

Come quasi tutti i dolci della mia bella Sicilia, la loro origine deriva dalla dominazione araba: furono appunto gli arabi a diffondere l’utilizzo della frutta secca nei dolci.

Realizzare questi golosi dolcetti è facilissimo e veloce, ma come sempre, dato che servono pochissimi ingredienti, vi raccomando di utilizzare materie prime di qualità.

Occhio anche alla cottura: appena un paio di minuti in più potrebbero compromettere la morbidezza dei vostri dolcetti!

Le paste di mandorla sono anche la soluzione perfetta se magari avete preparato dei dolci in cui avete utilizzato solo i tuorli, dato che prevedono l’utilizzo dell’albume.

Come vedete in foto, possono assumere varie forme e decorazioni: ci sono i “fiocchi di neve”  o “pizzicotti” passati nello zucchero a velo, dalla forma più irregolare, e i classici dolcetti realizzati con sac-à-poche o sparabiscotti che sembrano quasi dei fiori, decorati al centro con una mandorla o una ciliegia candita.

Eccovi la ricetta: provatela, e fatemi sapere se vi piace!

Paste di mandorla siciliane
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:5 minuti
  • Cottura:13 minuti
  • Porzioni:30 biscotti
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • Albumi (freddi) 2
  • Farina di mandorle (o mandorle pelate) 250 g
  • Zucchero 200 g
  • Mandorle Qualche
  • Ciliegie candite Qualche
  • Zucchero a velo 50 g

Preparazione

  1. Mettere la farina di mandorle in una ciotola con lo zucchero e mischiare con una mano.

  2. Sbattere leggermente l’albume con una forchetta e unire agli altri ingredienti.

    Lavorare con una mano fino a farli amalgamare per bene, poi trasferire due terzi dell’impasto in un sac-à-poche con beccuccio a stella.

  3. Con il restante impasto, preparare i “pizzicotti” o “fiocchi di neve.

    Realizzare tante palline grandi come noci e pizzicare con pollice e indice la superficie su tutti i lati.

  4. Passare i pizzicotti nello zucchero a velo e sistemare su una leccarda rivestita di carta forno.

    Coprire e mettere in frigorifero per due ore.

  5. Con l’impasto dentro il sac-à-poche, ricavare tanti biscotti alti circa 2 cm da “sparare” direttamente su una leccarda rivestita di carta forno.

    Decorare il centro dei biscotti a scelta con ciliegie candite e/o mandorle.

    Coprire e mettere anche questi biscotti in frigorifero.

  6. Passato il tempo di riposo, cuocere le paste di mandorla in forno statico preriscaldato a 180° per circa 13 minuti.

    Estrarre dal forno e lasciare raffreddare completamente.

Note e consigli:

  • Al posto della farina di mandorle si possono utilizzare le mandorle pelate frullate. Attenzione ad azionare il mixer a scatti per non farle surriscaldare (diventerebbero umide a causa dell’olio che contengono);
  • Al posto del sac-à-poche si può utilizzare la sparabiscotti. Se non si ha nessun arnese, si possono realizzare dei dolcetti rotondi con la ciliegia o la mandorla al centro;
  • Se conservati in un contenitore ermetico, questi biscotti si possono conservare anche per un paio di settimane.

Precedente Gateau patate, funghi e gorgonzola Successivo Involtini di caprino e bresaola alle noci

2 commenti su “Paste di mandorla siciliane

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.