Crea sito

Paccheri ripieni di ricotta e spinaci

I paccheri ripieni di ricotta e spinaci: leggeri e delicati, sono un’ottima alternativa ai classici cannelloni da servire per il pranzo della domenica,inoltre è una ricetta light e questo non nuoce.Questi deliziosi paccheri ripieni con una delle più comuni farce dei classici cannelloni o in genere di tutti i vari ripieni di pasta fresca,cucinate in modo leggero e con pochi grassi,ma assolutamente buoni e gustosi.Piatto tradizionale ma sano e leggero,sempre molto apprezzato da grandi e piccini.

Paccheri ripieni di ricotta e spinaci

Ingredienti:

  • 20 paccheri
  • gr.250 di ricotta
  • gr.250 di spinaci bolliti
  • gr.50 di parmigiano
  • sale,pepe
  • ml.500 di passato di pomodoro
  • 1 cipolla piccola
  • 1 spicchio di aglio
  • q.b.di olio evo

Preparazione:
Fate cuocere al dente i paccheri e nel frattempo preparate il sugo di pomodoro mettendo in un tegame la cipolla tritata e un giro di olio evo,aggiungete lo spicchio di aglio tritato,se non sopportate il gusto troppo forte,mettetelo intero per poterlo togliere dopo la cottura,fate dorare il trito,aggiungete il passato di pomodoro,aggiustate con sale e pepe e fate cuocere a fiamma dolce per 15 minuti circa,se avete del basilico,aggiungetene qualche foglia per profumare il sugo.A questo punto preparate la farcia.fate saltare in padella gli spinaci già bolliti,con uno spicchio di aglio e un giro di olio evo,aggiungete un pizzico di sale,mescolate bene e togliete dal fuoco.

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi sulla pagina Facebook La Zia Anna Cucina clicca qui per non perderti nessuna novità!

Strudelini di pasta frolla con i fichi

Gli strudelini di pasta frolla con i fichi erano prodotti dalla Pavesi,ve li ricordate? Io ne andavo matta,poi non so perchè sono spariti e non si trovavano più in commercio. Ho cercato di replicare questi amati dolci condensando fra loro diverse ricette,Il risultato è piuttosto soddisfacente direi!Non sono loro, ma ci andiamo vicino. Ed al morso i ricordi affiorano lo stesso: Il procedimento è piuttosto veloce, molto semplice da realizzare, assolutamente gustoso e appagante.I fichi sono gli ingredienti principali di questa ricetta,infatti li ho usati sia secchi ,che in una fantastica confettura, La loro bontà è legata al loro sapore piacevolmente dolce e al caratteristico contrasto tra la morbidezza della polpa e la friabilità della frolla,ho tritato i fichi secchi e ho aggiunto una prelibata marmellata sempre di fichi e delle mandorle tritate ho confezionato questi deliziosi strudelini usando della pasta frolla. Vi lascio con quello che ne è il risultato.

Strudelini di pasta frolla con i fichi

Ingredienti:

  • per la pasta frolla occorrono:
  • gr.350 di farina 00
  • 3 tuorli
  • gr.180 di burro
  • gr.180 di zucchero
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino di lievito per dolci
  • la buccia grattugiata di un limone non trattato

per il ripieno occorrono:

  • gr.250 di confettura di fichi
  • 8 fichi secchi
  • 6 mandorle secche
  • un pizzico di cannella
  • 2 chiodi di garofano tritati finemente
  • un cucchiaio scarso di rum

Preparazione:
Preparate la pasta frolla mettendo insieme la farina con il burro,le uova e lo zucchero,aggiungete ancora il sale,la buccia grattugiata del limone e il lievito,impastate velocemente e se necessita aggiungete un pochino di acqua fredda,formate un pagnotta,avvolgetela nella pellicola trasparente e mettetela in frigorifero per 30 minuti circa.Mentre la pasta frolla riposa,prepariamo il ripieno degli strudelini,versate in una ciotola la confettura di fichi,aggiungete le mandorle e i fichi secchi tritati,poi ancora la cannella,i chiodi di garofano e il rum,amalgamate bene il composto e mettetelo da parte.Stendete la pasta frolla sul piano di lavoro cosparso di farina,ottenendo delle lunghe strisce larghe 10 cm. circa e dallo spessore di mezzo centimetro circa,nel centro della striscia di pasta frolla posizionate il ripieno di fichi in tutta la sua lunghezza,quindi arrotolate formando un filoncino,che taglierete a tocchetti ottenendo così gli strudelini,sistemateli in una teglia ricoperta di carta forno e infornate a 180° per 20 minuti circa.

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi sulla pagina Facebook La Zia Anna Cucina clicca qui per non perderti nessuna novità!

Busiate trapanesi alla Norma

Busiate trapanesi alla Norma: vero simbolo della tradizione culinaria siciliana, La Norma è una sugo di pomodoro fresco, al quale vengono aggiunte successivamente delle melanzane fritte e basilico fresco,dopo aver condito la pasta con questo sugo si aggiunge della ricotta salata grattugiata.Come pasta ho usato le busiate,un formato di pasta fresca tipico della tradizione trapanese,prendono il nome dalla busa, stelo molto sottile della Disa: una graminacea che cresce su terreni aridi e sabbiosi.Questo in origine era il bastoncino che veniva utilizzato per realizzare questa pasta.Adesso si utilizza un ferro da maglia molto sottile o uno spiedino di legno. clicca qui per il video che vi mostra come preparare questo tipo di pasta fatta in casa.

busiate trapanesi alla norma Collage (2)

Busiate trapanesi alla Norma

  • Ingredienti:
  • Kg 1 di semola di grano duro
  • acqua q.b.(400/ ml.circa)
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • un cucchiaino di sale.
  • sugo di pomodoro fresco con basilico
  • 2 melanzane
  • ricotta salata
  • uno spiedino di legno
  • Preparazione:
    Versate la semola sulla spianatoia di legno,fate una conca al centro e metteteci l’olio,il sale ed un pochino di acqua….iniziate ad impastare unendo, pian piano l’acqua necessaria,lavorate l’impasto fino ad ottenere un composto liscio ed elastico.Fate riposare per 1 ora circa.(Se usate la planetaria,mettete tutti gli ingredienti tranne l’acqua che verserete poco per volta mentre la planetaria lavora l’impasto, servono 10 minuti circa per ottenere un buon risultato.Dopo il riposo della pasta è il momento di di procedere alla formazione delle busiate: Tagliate dei pezzetti di pasta e fate dei lunghi rotoli,come dei grissini abbastanza sottili,tagliateli della lunghezza di 10 cm.circa quindi appoggiando lo spiedino di legno in diagonale sopra l’estremità di un rotolino attorcigliatele la pasta attorno formando un ricciolo,estraete la busiata sfilandola e continuate usando tutta la pasta   clicca qui   per guardare il video che vi mostra come fare le busiate. Preparate un buon sugo di pomodoro fresco e abbondante basilico.Affettate le melanzane con tutta la buccia e metteteli a bagno con acqua e sale per 10 minuti,quindi asciugateli e friggeteli Quando l’acqua bolle buttate giù le busiate e fateli cuocere per qualche minuto,quando vengono a galla sono pronti per essere scolati,versateli quindi in una padella dove avete messo un pò del sugo che avete preparato aggiungete qualche foglia di basilico e la metà delle melanzane fritte,amalgamate tutti gli ingredienti e impiattate le busiate,completate con qualche melanzana,mettete sopra un pò di sugo e finite con una generosa grattugiata di ricotta salata….Buon appetito!busiate trapanesi alla norma Collage (1)

Malloreddus con ragù di gamberi

Oggi vi propongo i malloreddus con ragù di gamberi,un sugo semplice e veloce, da preparare mentre fate cuocere i malloreddus, noti anche come gnocchetti sardi, sono un tipo di pasta tipica della cucina sarda. Hanno la forma di conchiglie rigate e tengono bene la cottura,infatti sono ottime anche per delle fantastiche insalate estive.Il risultato? Tanto delizioso che tutti penseranno che avete passato ore in cucina!

malloreddus con ragù di gamberi (2)

Malloreddus con ragù di gamberi

  • Ingredienti: per 4 persone
  • gr.400 di malloreddus
  • gr.300 code di gambero
  • per il soffrtto:cipolla,aglio,sedano,cipolla.
  • gr.500 di passata di pomodoro fresco
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale,pepe,olio.
  • Preparazione:
    Sgusciate le code di gamberi e tritatele.Tritate anche le verdure che farete soffriggere in un tegame con un pò di olio,aggiungete il trito di gamberi e dopo aver mescolato con cura,bagnate con vino bianco,quando si sarà evaporato aggiungete la passata di pomodoro,salate,pepate e lasciate cuocere a fuoco dolce per 15 minuti circa,nel frattempo fate cuocere i malloreddus e quando saranno pronti fateli saltare in padella per qualche minuto con il ragù di gamberi e 2 cucchiai di pecorino(meglio se sardo).malloreddus con ragù di gamberi

Timballino di anelletti e melanzane

Timballino di anelletti e melanzane:Sostanzioso primo piatto tipico della cucina siciliana,scenografico e gustoso,realizzato con anelletti di pasta conditi con un ragù di carne e piselli denso e corposo arricchito con altri saporiti ingredienti,il tutto racchiuso in piccoli stampini rivestiti di melanzane,il risultato è un tripudio di sapori difficile da dimenticare.

timballino di anelletti e melanzane (1)

Timballino di anelletti e melanzane

  • Ingredienti:
  • gr.300 di pasta tipo anelletti
  • 2 melanzane
  • 2 uova sode
  • gr.50 di mortadella
  • 1 mozzarella
  • gr. 50 di pecorino
  • pangrattato q.b.
  • per il ragù:
  • gr. 250 di tritato di bovino
  • gr. 100 di piselli surgelati
  • ml. 500 di passato di pomodoro
  • 1 cipolla,1 carota,1 costa di sedano,1 spicchio di aglio
  • sale,pepe
  • olio di arachidi,olio e.v.o.
  • qualche foglia di basilico
  • Preparazione:
    Cominciate preparando il ragù,tritando la carota,il sedano,la cipolla e l’aglio,versate in una pentola con un pò di olio e.v.o. e fate rosolare,aggiungete la carne tritata,amalgamate bene con le verdure e fate cuocere per qualche minuto prima di aggiungere i piselli e il passato di pomodoro,aggiustate di sale e pepe,aggiungete qualche foglia di basilico e fate cuocere a fuoco basso per 50/60 minuti,nel frattempo tagliate le melanzane a fette e mettetele a bagno in acqua e un pugnetto di sale per 30 minuti circa,scolate e asciugate le melanzane e friggetele,fate cuocere molto al dente gli anelletti,scolateli e metteteli in una ciotola,conditeli con il ragù di carne e piselli,la mozzarella tagliata a cubettini,la mortadella tagliata a piccole listarelle,le uova sode tagliuzzate e qualche melanzana fritta anch’essa tagliata a piccoli quadratini,aggiungete ancora un pò di pecorino e amalgamate bene tutti gli ingredienti,spennellate i pirottini di alluminio con un pò di olio e cospargeteli di pangrattato,foderate con una fetta di melanzana fritta e riempite di pasta,mettete sopra ancora un pò di ragù e un pizzico di pecorino,per finire coprite con del pangrattato,quindi infornate a 180° per 30/40 minuti circa.
    p.s.con queste dosi riempirete 14/16 pirottini,troppi? non preoccupatevi quelle che avanzano si possono tranquillamente congelare.

Conchiglie con zucchina lunga e tenerume

Conchiglie con zucchina lunga e tenerume un delizioso primo piatto tipico della cucina meridionale,dove la zucchina lunga è nota come cucuzzèlla ‘e pèrgola o come cucuzza longa, le foglie (tenerume) hanno una caratteristica consistenza vellutata, e le cime con le foglie più tenere vengono anch’esse consumate,con la zucchina lunga si possono preparare delle ottime zuppe o mangiarle con la pasta.Vediamo la ricetta.

conchiglie con zucchine lunghe

Conchiglie con zucchina lunga e tenerume

  • Ingredienti:
  • 1 zucchina di 500/600 gr.
  • un mazzetto di tenerume
  • 2 patate
  • 1 pomodoro
  • 1 cipolla bianca
  • 1 piccola costa di sedano
  • sale,pepe,un pizzico di cannella
  • olio e.v.o.
  • gr.300/350 di pasta tipo conchiglie
  • pecorino q.b.
  • Preparazione:
    Sbucciate e lavate la zucchina e le patate,tagliatele a tocchetti e metteteli in una pentola assieme alla cipolla,tritata grossolanamente,versate una generosa dose di olio e.v.o. e fate stufare a fuoco basso,aggiungendo il pomodoro,le foglie e i rami più teneri della tenerume tagliati a pezzettini,il sedano,la cannella,il sale e il pepe,dopo 5 minuti circa versate un mestolo di acqua e fate cuocere a fuoco dolce 20 minuti circa,cuocete la pasta e quando e quasi cotta scolatela e buttatela dentro la pentola con la zucchina,ancora qualche minuto di cottura e le vostre conchiglie con la zucchina lunga e tenerume è pronta,lasciate intiepidire e servite con una generosa grattugiata di pecorino.conchigie con zucchina lunga Collage

Bucatini con le sarde

Bucatini con le sarde: Questa ricetta è talmente diffusa nel territorio siciliano che nel corso del tempo si è affermata, sia nella tradizione familiare, sia nelle cucine dei grandi chef.Ci sono diverse varianti, tra di esse, quella palermitana”in bianco” senza pomodoro, nell’agrigentino in cui è previsto invece il concentrato di pomodoro,altri mettono sopra la pasta “a muddica atturrata”mollica di pane tostata in padella.Io vi propongo la ricetta dei bucatini con le sarde che ho sempre mangiato sin da piccola,così come la preparava mia mamma e prima di lei mia nonna,ma vediamo insieme come prepararla.

bucatini con le sarde (1)

Bucatini con le sarde

  • Ingredienti:
  • gr.500 di sarde
  • gr.500 di bucatini
  • un mazzetto di finocchietto selvatico
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio di aglio
  • sale,pepe
  • gr.500 di passata di pomodoro
  • gr.30 di pinoli
  • gr.30 di uvetta sultanina
  • olio evo
  • pecorino grattugiato
  • Preparazione:
    Ho pulito le sarde,togliendo loro la testa,aprendoli a portafoglio e togliendo lisca e coda,li ho lavati accuratamente e li ho appoggiati sopra la carta assorbente.Ho pulito il finocchietto selvatico tenendo solo i rametti più teneri(nella lista degli ingredienti ho suggerito un mazzetto di finocchietto,la quantità è soggettiva,potete metterne la quantità che desiderate,se amate il gusto del finocchietto potete raddoppiare o triplicarne la quantità) li ho lavati e messi a cuocere in acqua salata per 10 minuti circa,li ho scolati tenendo l’acqua di cottura che utilizzerò per la pasta.Ho pulito e tritato lo scalogno e l’aglio,li ho messi in una padella con un giro di olio evo,facendoli dorare,ho aggiunto le sarde,il finocchietto già cotto,i pinoli,l’uvetta e la passata di pomodoro,ho aggiustato di sale e pepe e ho fatto cuocere per 15 minuti circa,ho calato i bucatini nell’acqua dove ho fatto cuocere il finocchietto selvatico,appena pronta l’ho scolata e versata nella padella con la salsa preparata prima,ho fatto amalgamare bene i bucatini e ho servito cospargendo sopra il piatto del pecorino grattugiato e un pò di pepe.bucatini con le sarde Collage
  • Se ti piacciono le mie ricette seguimi su facebook
    per non perdere tutte le novità.clicca qui

Fusilli con gamberetti e vongole veraci

Fusilli con gamberetti e vongole veraci un primo piatto delizioso e molto semplice da preparare a base di code di gamberi e vongole veraci, aromatizzato con peperoncino piccante e vino bianco. Un primo piatto di pesce delicato e sempre gradito.

Fusilli con gamberetti e vongole veraci

  • Ingredienti:
  • g.500 di vongole veraci
  • gr.250 di gamberetti
  • gr.350 di fusilli
  • 2 spicchi di aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale,pepe
  • un peperoncino
  • prezzemolo tritato
  • olio e.v.o.
  • Preparazione:
    Mettete le vongole a bagno in acqua e sale grosso per circa 1 ora (questo servirà per farle spurgare della sabbia residua)quindi lavatele bene e fatele aprire in una padella con un filo di olio,quando saranno tutte aperte,mettetele da parte e filtrate il sughetto di cottura.Pulite e sgusciate i gamberetti lasciando attaccata la coda,in una padella fate rosolare l’aglio tritato con un pò di olio,aggiungete il peperoncino, le vongole e i gamberetti sgusciati,sfumate con il vino bianco e aggiungete il sughetto filtrato,aggiustate di sale se occorre,nel frattempo fate cuocere la pasta al dente,quando sarà pronta,scolatela e versatela nella padella con le vongole e i gamberetti,mescolate bene e aggiungete un pò di prezzemolo tritato e una generosa spolverata di pepe,fate saltare la pasta con il condimento per qualche minuto affinché si amalgamino bene tutti i sapori quindi servite.fusilli con vongole e gamberetti Collage
  • Ti piacciono le mie ricette? Seguimi sulla pagina Facebook La Zia Anna Cucina
  •  clicca qui  per non perdere nessuna novità!

Trottole tricolori ai frutti dell’orto

Vediamo come preparare queste invitanti trottole tricolori ai frutti dell’orto?

trottole tricolori ai frutti dell'ortoTrottole tricolori ai frutti dell’orto

  • Ingredienti:
  • gr.350 di pasta (trottole tricolori) o il tipo di pasta che preferite
  • 4/5 zucchine piccole
  • 25/30 fiori di zucca(più sono,meglio è)
  • un pugno di fagiolini
  • qualche pomodorino piccolo
  • sale,pepe
  • 2 spicchi di aglio
  • gr.50 di pecorino
  • qualche foglia di basilico e di menta
  • un rametto di rosmarino,prezzemolo,erba cipollina,
  • un pizzico di cannella
  • olio e.v.o.
  • Preparazione:
    Lavate e tagliate a rondelline le zucchine,lavate delicatamente anche i fiori di zucca e toglietegli il pistillo.Prendete un tegame e versateci un pò di olio e l’aglio tritato,aggiungete le zucchine che avete tagliato a rondelle,i fagiolini tagliati a tocchetti,tutte le erbe aromatiche tritate grossolanamente,il sale,un pò di pepe e un pizzico di cannella.fate soffriggere a fuoco dolce per qualche minuto,quindi bagnate con un bicchiere di acqua e fate cuocere per 10 minuti circa,a questo punto aggiungete i pomodorini e i fiori di zucca sminuzzati,continuate la cottura ancora per 5 minuti.Nel frattempo fate cuocere al dente le trottole tricolori e quando sono pronte tirateli sù e versateli nel tegame con il condimento preparato,mantegate per qualche minuto aggiungendo del pecorino e se occorre un pò di acqua di cottura della pasta,impiattate e….buon appetito.trottole tricolori Collage
  • Se ti piacciono le mie ricette segui la mia pagina su fb  clicca qui