Crea sito

Alimenti che contengono acqua

 

Gli alimenti che contengono acqua sono molti! Bisognerebbe mangiarli, soprattutto se di acqua ne beviamo poca. Bere tanta acqua si sa fa bene! Ma se proprio non ce la facciamo a bere più di due o tre bicchieri al giorno?…Possiamo mangiare frutta e verdure che ne contengano tanta. Vediamo alcuni di questi alimenti!

 

 

 

Cetrioli   
I cetrioli aiutano a prevenire ritenzione idrica, gonfiori e cellulite; contengono anche acido tartarico, ottimo per chi vuole dimagrire. contengono il 96% di acqua.

 

 

Pomodori
I pomodori sono un frutto ricco d’acqua,94% è anche ricco di vitamine e sali minerali, ma povero di calorie. Chi segue una dieta li può consumare senza problemi, dato che 100 grammi di pomodori freschi apportano soltanto 18 calorie.

 

Sedano
Mangiare sedano o bere il suo succo può essere d’aiuto nella perdita del peso. Questo vegetale infatti ha un apporto calorico molto basso ed è ricco di fibre alimentari che, aumentano il senso di sazietà e diminuiscono quindi l’appetito. Il sedano contiene circa il 90% di acqua e contiene molte vitamine, sali minerali, fibre, proteine.

 

Pompelmo
il Pompelmo Rosa contiene il 90% di acqua è considerato un ottimo digestivo ma ha anche un effetto diuretico, disinfettante e stimolante dell’apparato digerente, è infine in grado di stimolare fegato, reni e intestino.

 

 

Lattuga
Composta principalmente da acqua, il 95% e di fibre, la lattuga è ricca di preziosi nutrimenti che la rendono un alimento dalle proprietà calmanti, rinfrescanti e stimolanti dell’appetito. Oltre a un elevato contenuto di acqua e fibre possiede buoni livelli di pro-vitamina A, vitamina B9, potassio, fosforo e calcio.

 

Anguria
L’anguria presenta un’elevata percentuale d’acqua, pari a oltre il 95% È un frutto dissetante, diuretico e depurativo. Fa bene al fegato e ai reni ed è molto gradevole nelle giornate particolarmente calde. Inoltre, il suo contenuto di sali minerali aiuta a combattere quella stanchezza tipica dell’estate.

 

 

 

 

 

 

Detox Water

Detox Water: (acqua disintossicante) è la nuova moda americana che spopola sui social network da un po’ di tempo a questa parte.Ma di cosa si tratta in realtà? Le acque detox sono bevande rinfrescanti e disintossicanti, ricche di vitamine, ma sono anche un ottimo rimedio naturale per contribuire alla depurazione dell’organismo,queste acque vengono aromatizzate con frutta, verdura, erbe e spezie,si lasciano poi in infusione, per una notte in frigorifero,questo procedimento serve a far insaporire l’acqua e ad ottenere benefici dagli ingredienti usati.L’acqua aromatizzata più gettonata è quella che aiuta a perdere peso,la bevanda prevede l’utilizzo del limone che contiene la pepsina,che aiuta a bruciare i grassi e attiva il metabolismo, il cetriolo idrata ed elimina i liquidi in eccesso, lo zenzero è una spezia anticellulite e la menta elimina i gas intestinali. Questo mix pare sia molto efficace per eliminare i chili di troppo e combattere la pelle a buccia d’arancia.
Inserire nella nostra dieta bevande ottenute,usando prodotti sani,non può certo nuocere,quindi perchè non provare?
Per preparare questa bevanda dovete procurarvi:
2 litri di acqua naturale
1 cetriolo
1 limone
2 cucchiaini di zenzero
10 foglie di menta
Ecco come prepararla:
Versa l’acqua in una brocca,unisci il limone ed il cetriolo tagliati a fettine con la buccia,unisci lo zenzero a fettine o grattugiato e le foglie di menta,copri la brocca con la pellicola e lasciala in infusione per una notte in frigorifero.Il giorno dopo filtra e metti la bevanda in una bottiglia,in modo da poterla bere anche fuori casa.
Naturalmente ci sono tantissime altre ricette e, a seconda degli obiettivi che si vogliono ottenere,magari se l’argomento vi interessa ne parliamo la prossima volta.

La salvia e le sue molteplici proprietà curative

Sotto la denominazione salvia sono compresi un migliaio di diversi tipi di piante odorose appartenenti alla famiglia delle Lamiaceae, la medesima della menta e del timo.Quella più comune, il cui nome scientifico è ” Salvia officinalis“, è originaria della zona del Mediterraneo, cresce anche allo stato spontaneo ed è la più ricca di proprietà benefiche.Usata in cucina fin dai tempi degli Egizi, la denominazione della salvia deriva dal termine latino “salus” ( salute e salvezza) e la sua radice è la stessa del verbo “salvare”.

salvia

La salvia e le sue molteplici proprietà curative

  • Quali sono le proprietà benefiche della salvia?
  • allevia i dolori mestruali e, in caso di amenorrea, favorisce il flusso mestruale;
  • preserva la salute dei capelli, delle unghie e dell’epidermide e la sua essenza è largamente usata in ambito cosmetico e tricologico;
  • svolge funzione digestiva e stimola l’azione dei succhi gastrici;
  • e’ un buon tonico per il cuore;
  • costituisce un ottimo antibatterico, disinfettante e svolge azione decongestionante.
  • Indicata per l’igiene orale, la salvia fresca, frizionata su denti e gengive, rinforza le mucose,
  • combatte le carie, rende lucido e più bianco lo smalto e profuma l’alito;
  • svolge azione diuretica e combatte l’iperglicemia;
  • allevia gli spasmi con le sue intrinseche proprietà balsamiche e svolge azione benefica per le ghiandole surrenali;
  • la tisana di salvia è un validissimo dopo-shampoo: i capelli fragili e opachi riacquistano lucentezza e vitalità;
  • l’ infuso di foglie fresche è indicato anche come tonico astringente per pelli grasse e impure;
  • in caso di sudore eccessivo, è utile bere una tazza d’infuso alla mattina prima della colazione e alla sera, mentre, per uso esterno, risulta efficace aggiungere 10 gocce di olio essenziale di salvia all’acqua del bagno;
  • la salvia è particolarmente indicata per prevenire i mali di stagione ed alleviarne i sintomi: fare i gargarismi con l’infuso combatte raucedine, tosse e mal di gola, mentre l’assunzione interna dello stesso contrasta il raffreddore
  • Menopausa: studi clinici hanno dimostrato come la pianta abbia proprietà utili a contrastare gli effetti della menopausa. Il suo utilizzo apporta benefici agli attacchi improvvisi di calore e nella sudorazione che li accompagna riducendone gli effetti. A tal scopo utilizzare una tisana di salvia preparata con foglie fresche lasciate in infusione in una tazza di acqua bollente.
  • Per uso esterno la salvia viene utilizzata per curare le punture d’insetto e per la disinfezione di ferite e piaghe; masticare le sue foglie fresche rappresenta un ottimo toccasana per l’infiammazione delle gengive.
  • L’olio essenziale va usato con cautela e parsimonia, è necessario non superare le tre gocce, indipendentemente dall’uso che ne viene fatto. Non abusare nemmeno dell’uso delle foglie fresche, in quanto contengono sostanze dell’assenzio che in dosi elevate possono risultare parecchio tossiche, soprattutto per gli ipertesi.
  • Con 50 g di fiori e foglie di salvia lasciate macerare in un litro di vino o di liquore è possibile preparare una bevanda con proprietà digestive e toniche
  • Un metodo per gustare le foglie di salvia è quello di friggerle, anche se questo tipo di cottura non è molto salutare, una volta ogni tanto è possibile concedersi questo piacere, a patto che non diventi un’abitudine. Le foglie vanno prima passate nella pastella e poi immerse per alcuni minuti nell’olio bollente.
  • Alcune possibili controindicazioni legate al consumo di salvia sono l’elevata presenza di tujoni e chetoni, che possono risultare tossici se assunti in quantità troppo elevate. quindi evitare un consumo esagerato al fine di evitare possibili effetti neurotossici. Inoltre, va usata con speciale parsimonia in gravidanza, in quanto inibisce la secrezione del latte materno.

Insomma, si può proprio affermare che la salvia è ai primi posti tra le piante aromatiche con proprietà curative, ma è meglio cercare di usare le foglie fresche, più ricche di sostanze benefiche per l’organismo di quelle essiccate.
Fonti:
http://www.trucchidicasa.com/salute/erbe-piante-officinali/salvia-proprieta-terapeutiche/

Salvia: Proprietà e Benefici