Polenta gratinata (idea Halloween)

Avete mai pensato di trasformare un piatto di polenta gratinata in una simil-zucca intagliata? E’ un modo semplicissimo per far sorridere i nostri figli e per trasformare una normale cena in una cena a tema Halloween. 🙂

polenta gratinata halloween

L’idea l’ho avuta lo scorso anno.
Devo essere sincera, la festa di Halloween a me non è mai piaciuta un granché. Io sono figlia delle “belle mascherine” di Carnevale, a quell’epoca (e parliamo degli anni ’70, eh, mica della preistoria!) i bambini travestiti da fatina, damina, zorro o cowboy andavano per le vie del paese a chiedere “avete qualcosa per le belle mascherine?”. Dolcetto o scherzetto non esisteva ma avevamo la nostra versione italiana. Che esistesse una festa chiamata Halloween lo sapevamo tramite le strisce dei Peanuts, ci domandavamo che festa fosse, ma sapevamo essere tipica americana quindi non ci ponevamo più problemi di tanto.

Poi ad un certo punto ho cominciato a vedere che Halloween veniva festeggiato anche da noi, ma io non ero più una bambina e non me ne sono mai interessata, anzi mi sembrava abbastanza ridicolo o fuori luogo che una festa tradizionale, piena di storie e leggende non nostre, potesse essere trapiantata in altri paesi.

Fatto sta, che quando mia figlia frequentava il primo anno di scuola materna ci siamo trovati a dover “affrontare” questa ricorrenza. Per la prima volta abbiamo comprato un cappello da strega, una maschera da pipistrello, dei coriandoli a tema e siamo anche noi (dico noi perché mio marito era, ed è, ancor più di me ostile a questa festa ma anche lui ha dovuto soccombere!) ci siamo immersi in questo mondo per amore dei nostri figli. Ahh, che sentimentalismi!

Insomma, è così che è andata. Quando i bambini erano piccoli li portavamo alle festicciole organizzate per il pomeriggio del 31 ottobre e loro, e noi con loro, erano contenti. Lo scorso anno abbiamo evitato le feste, anche perché il pomeriggio di Halloween coincideva con uno dei loro impegni pomeridiani fissi (per la precisione karate) e così, per accontentarli, io e mio marito ci siamo inventati qualcosa tra di noi, in famiglia.

Ho fatto così: dato che l’ora di palestra cadeva nel tardo pomeriggio e il loro rientro a casa coincideva più o meno con l’ora di cena, ho potuto allestire la cena a tema Halloween e una festicciola casalinga, agendo indisturbata! Ho sparso sulla tavola alcune decorazioni, come i classici coriandoli a forma di zucca, teschio e pipistrello, ho attaccato al lampadario delle finte ragnatele e preparato alcune candele. Mio marito, l’esperto di musica della famiglia, ha realizzato una cosa bellissima: ha preparato alcune canzoni a tema, che si sono rivelate fondamentali per la riuscita della festa.

Quando mio marito è andato a prenderli in palestra, ho messo in forno la polenta intagliata a mo’ di zucca, così quando loro sono rientrati la scena era bell’e pronta: mentre li sentivo salire le scale ho spento le luci, ho acceso la musica e le candele. Quando sono entrati in casa sono rimasti a bocca aperta! E’ bellissimo vedere le reazioni dei bambini quando sono sorpresi! Ed è bellissimo sentirsi dire “che bello, una festa di Halloween tutta per noi!”.

Ecco, questo è il racconto di come è andata la nostra serata di Halloween dello scorso anno. Il menu, alla fin fine, è stato la cosa meno importante, perché l’atmosfera generale ha fatto tutto da sola, ma comunque anche un piatto di polenta gratinata simil-zucca sorridente, mangiata a lume di candela, ha avuto il suo fascino, bisogna dirlo!

Polenta gratinata (idea Halloween)

Ingredienti
500 g di farina di mais
formaggio (io ho usato un misto di due formaggi) q.b. secondo il proprio gusto
parmigiano grattugiato
poco pangrattato
poco olio

Procedimento
Ho cotto la polenta seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. Ho usato 500 grammi di farina di mais con 2 litri d’acqua per mezz’ora circa poi l’ho trasferita nei piatti lisciando la superficie con il dorso di un cucchiaio. Con questa quantità di farina ho ottenuto 7 piatti piccoli (formato frutta). Naturalmente si può usare anche la precotta.

Ho lasciato intiepidire (se si ha tempo di lasciar raffreddare è meglio perché si stacca dai piatti in modo più agevole) e ho trasferito ogni disco di polenta su una leccarda ricoperta di carta forno.

Ho intagliato con la punta di un coltello gli occhi triangolari e la bocca sdentata da zucca al meglio che potevo, certo non perfetti, ma per noi sono andati bene ugualmente!

Ho grattugiato i formaggi e li ho usati per ricoprire la faccia da zucca. Sui formaggi ho aggiunto un po’ di pangrattato appena inumidito con poco olio.

polenta gratinata halloween3

Per un effetto più bitorzoluto, il formaggio si può tagliare a pezzettini, da ricoprire poi comunque di parmigiano e pangrattato.

polenta gratinata halloween

Ho infornato e fatto gratinare con il grill acceso per alcuni minuti.

Finito.

Dai, l’effetto finale non è male, no, considerato che è rivolto a dei bambini? 😀

polenta gratinata halloween

Gli intagli li ho sistemati su dei piattini e messi in tavola come decorazioni (che alla fine qualcuno ha comunque mangiato!). Mai buttare niente, è il mio motto!

Auguro a tutti di trascorrere la giornata di domani divertendovi con i vostri figli!

Buon Halloween!

Vi aspetto nella mia pagina Facebook, passate a trovarmi!

Precedente Piadina con tofu e cipolla Successivo Piada dei morti - ricetta romagnola

2 commenti su “Polenta gratinata (idea Halloween)

  1. no ma ‘sta zucca è bellissima!
    sei un genio dell’intaglio della polenta!!! XD
    è così carina e simpatica, e deve essere anche buonissima, con il formaggio fuso e gratinato al forno!
    un’idea veramente riuscita, complimenti catia!
    (un post pieno di punti esclamativi ma volevo sottolineare il mio entusiasmo :P)

    • catiaincucina il said:

      Ma grazie! è davvero un piacere sapere che un’idea così semplice piaccia anche ad altri, oltre che ai miei figli!! 😀 😀 Ti assicuro che questa ricetta è veramente, veramente, alla portata di tutti! Grazie Valentina, il tuo entusiasmo mi allieta sempre le giornate! :-*

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.