Cheesecake di kefir al bicchiere

Questa cheesecake di kefir al bicchiere è la mia seconda ricetta, o per meglio dire proposta, per utilizzare il kefir in versione dolce. Come già sapete, ho scoperto il kefir da poco tempo e vi ho reso partecipi di questa mia scoperta parlandovi dei miei sospetti in questo articolo e poi parlandovi delle mie certezze sulla scoperta in questo. 🙂

E ora ne sono davvero soddisfatta.

Dà soddisfazione produrre qualcosa che si sa essere sano e pieno di tante proprietà benefiche. Dà soddisfazione vedere che con il passare del tempo la qualità della produzione migliora. E dà soddisfazione utilizzare il kefir non solo come bevanda o come yogurt (cioè mangiandolo al cucchiaio al posto dello yogurt classico), ma anche come ingrediente in ricette sia dolci che salate.

cheesecake di kefir al bicchiere

Questa ricetta è una variazione di questa ricetta. O forse no. Forse è la capostipite dei miei esperimenti-dolci-con-il-kefir 🙂

Be’ no, in realtà… la verità è che sono due ricette che ho fatto nello stesso giorno e sono il risultato di due diverse produzioni di kefir: yogurt e formaggio. E, come già dicono i titoli delle due ricette, la ricetta del kefir con marmellata di arance e farro soffiato era a base di yogurt, mentre questa cheesecake di kefir al bicchiere di cui vi parlo oggi è a base di formaggio spalmabile. E’ lui, il formaggio, il vero capostipite di tutto 😉

Infatti, la mia produzione casalinga di formaggio spalmabile era iniziata per me in tempi non sospetti. Cioè quando ancora non sapevo che lo yogurt che stavo producendo in realtà fosse kefir. Ora che mi sono auto-autorizzata a chiamarlo anche formaggio di kefir oltre che formaggio spalmabile (come vi spiego in coda all’articolo sul formaggio) mi sembra giusto e doveroso proporvi questo mio esperimento-cheesecake di kefir.

Vi ricordo che il formaggio spalmabile può tranquillamente essere prodotto anche con lo yogurt (autoprodotto o meno che sia) e che di conseguenza questa cheesecake di kefir può essere tranquillamente realizzata con del formaggio fresco derivato dallo yogurt. Probabilmente, anzi sicuramente, si otterrà un prodotto con un diverso retrogusto, che nel caso del kefir è un po’ più acidulo.

Ma se siete arrivati in questa ricetta cercando ricette con il kefir, be’ allora sicuramente il kefir lo conoscete già, quindi sapete già che ha un gusto più o meno acidulo. Che è poi proprio quello che piace a noi estimatori del kefir. 🙂
E se non lo siete – estimatori, intendo – sono certa che possiate anche diventarlo! Come è capitato a me.

Se invece il kefir è per voi un prodotto sconosciuto, be’ allora vi rimando di nuovo a questo mio articolo, dove ho raccontato in che modo ho scoperto il kefir e nel quale ho fornito alcune informazioni sulle proprietà nutritive e sulle differenze tra kefir e yogurt.

E ora ecco la ricetta 🙂

Cheesecake di kefir al bicchiere (con topping di frutta oppure nocciole)

Ingredienti per 6 bicchierini
220 g di formaggio di kefir (prodotto come vi ho spiegato in questa ricetta)
40 g di zucchero a velo
70 g di biscotti secchi
50 g di burro oppure 5-6 cucchiai di latte per la versione light
vanillina o scorza grattugiata di limone
mezza pesca
mezza fetta di melone
10 g di granella di nocciole (anche di più, se volete)
zucchero per topping alla frutta (2 cucchiaini per ogni bicchierino) (facoltativo)

Procedimento
Aromatizzare il formaggio con scorza di limone grattugiata oppure vanillina.

Aggiungere lo zucchero a velo e mescolare fino a quando non si è sciolto.

Sbriciolare i biscotti e inumidirli con il burro sciolto oppure con il latte.
Ve lo dico in tutta sincerità: con il burro la consistenza della base di biscotto è migliore. Ho provato con la metà del burro, ma non è sufficiente ad inumidire bene tutti i biscotti (pur essendo una valida possibilità per chi ha necessità di limitare i grassi e contenere le calorie). Poi ho voluto sperimentare l’uso del latte al posto del burro: mi è venuta la fissa di voler ottenere una cheesecake in versione leggera e dietetica, finora ne ho scovate solo di burrose e pannose! 😛 Ma possibile davvero che non debba esistere il modo di ottenere anche dei dolci dietetici?!?! Oh, sono convinta che questo esperimento vada fatto e mi ci sto impegnando. Perciò, se tu che stai leggendo sei, come me, convinto (o convinta, tanto siamo tutte donne quelle a dieta, vero?) che limitare i grassi e gli zuccheri nei dolci si può… 😛 forse possiamo riuscirci prima o poi! ….sì, dai, ammettetelo che qualche volta anche voi ci avete pensato!
Anche se qui… eh, il mio esperimento dietetico qui non è mica stato apprezzato da tutti, sappiatelo! 😛 (poi in coda all’articolo vi spiego).

Ma proseguiamo con il procedimento. Ormai lo sapete, no, che non so resistere alle spiegazioni aggiuntive!

Disporre una base di biscotto inumidito sul fondo del bicchiere. Uno o due cucchiaini.

Distribuire una presa di granella di nocciole sulla base di biscotto (oppure se preferite potete aggiungerla direttamente nel composto di biscotto prima di metterlo nei bicchieri), dopodiché versare la crema dolce di formaggio di kefir.
Come indicato negli ingredienti, ho utilizzato 220 grammi di formaggio spalmabile. Quello avevo, perché quando si produce in casa non è facile sapere in anticipo quale sarà il peso finale. Per me, comunque, anche se 36,6 grammi per ogni bicchierino (eheh, lo dice la calcolatrice!) può sembrare poco per considerarlo un dessert, per me è stato sufficiente e alla fine ho ottenuto 6 bicchierini. Ma decidere la grandezza del bicchiere è un fatto mooolto personale! 🙂

Decorare a piacere con altra granella di nocciole oppure con frutta fresca frullata.

Nella versione con topping alla frutta ho provato un misto di melone e pesca, sia in versione zuccherata (con un paio di cucchiaini di zucchero per ogni bicchiere) sia in versione frutta-al-naturale. Ottime entrambe le versioni. Secondo me. 🙂

Riporre in frigo per alcune ore prima di servire.

cheesecake di kefir al bicchiere con nocciole

E ora? Siete curiosi di sapere chi ha apprezzato e chi no? Ahah! 😀

Ho sottoposto questo mio esperimento cheesecake di kefir al giudizio di alcuni amici. Sono coraggiosa, dai ammettetelo!

Il responso è stato:
I bambini (fra cui mia figlia e una sua amica, quindi un po’ più che bambine, due tredicenni) hanno apprezzato a pieni sorrisi e volevano fare il bis. Grande è stata la mia soddisfazione!!
Gli adulti (e li menziono anche ihihih! tanto non li conoscete):
– Cesare: ha dichiarato “non mi piace” in tutta sincerità. E da ciò ne ho dedotto che agli uomini il kefir piace poco, visto che anche mio marito aveva detto circa la stessa cosa e visto che anche a mio figlio non piace, e te pareva.
– Lucia: lo ha mangiato 🙂 e anche se non lo ha detto sono certa che avrebbe preferito una base di biscotto al burro anziché la mia versione dietetica. E da ciò ne ho dedotto… che forse la ricerca del dolce dietetico, sì, forse… questa ricerca è un’utopia. Chissà!

Ahahah, di bello c’è che io mi sono divertita un mucchio!! E’ sempre uno spasso, per me, proporre dei cibi alternativi a dei romagnoli veraci! Il romagnolo è un amante della tradizione, non sempre apprezza le sperimentazioni culinarie! E fatevelo dire da una romagnola di lunga stirpe, che a volte si domanda “ma chissà come e perché a me invece queste sperimentazioni piacciono così tanto?” 😀

E voi che ne dite? Avete voglia di provare questa cheesecake di kefir e di dirmi poi che cosa ne pensate (anche se siete romagnoli)? Eheheheh!

Enjoy!!!!

Grazie per letto questa ricetta! 🙂

Se vi fa piacere… seguitemi anche su Facebook!!!

Precedente Kefir con marmellata di arance e farro soffiato Successivo Pasta al pesto rosso con semi di girasole

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.