Crea sito

Bocconcini di tacchino ai funghi

L’uscita odierna di Light and Tasty mi dà la possibilità di scrivere la ricetta di questi bocconcini di tacchino ai funghi, che è stata una delle ricette del riciclo post-ultimo dell’anno, e che si è rivelata così buona che mio marito avrebbe gradito il bis! Tanto, che gli ho promesso che al più presto la ripeterò e stavolta senza ricicli di mezzo. Cioè… in quantità più abbondante! 😄

A casa mia è cosa un po’ anomala che si abbia da riciclare un pezzo di fesa di tacchino, comprando carne di rado mi succede difficilmente d’avere in frigo carne in più, addirittura da recuperare. Ma come raccontavo nella ricetta del risotto al prosecco, quest’anno sono stata un po’ di manica larga quando ho comprato la carne per la bourguignonne 😄 e così ho ben due secondi di carne – del riciclo – di cui scrivere la ricetta, una delle quali (cioè questa) non potevo non agganciarla a questa uscita di Light and Tasty!, che ha per argomento la carne bianca. Per la serie avere la ricetta giusta al momento giusto! (Poi appena ho un attimo arrivo anche con l’altra ricetta eh!).

Allora, dai, avete in frigo della fesa di tacchino? (va bene anche il petto di pollo, eh).
E avete anche una manciata di funghi champignon? Se siete come me sono sicura di sì, io i funghi coltivati li compro quasi ogni volta che faccio la spesa!, per me sono di una versatilità unica, si puliscono in fretta, cuociono velocemente, si possono mangiare crudi, sono adatti sia ai primi che ai secondi e, ovviamente, ai contorni. Non si può pretendere di più, no?

Ricettaaaa!!

bocconcini di tacchino ai funghi
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gfesa di tacchino
  • 250 gfunghi prataioli (champignon)
  • 10 gburro
  • 25 gvino Porto
  • 3 cucchiaipanna fresca liquida
  • 1 cucchiainofarina
  • 1 bicchierinoacqua (circa 50 g)
  • 1 pizzicopepe

Preparazione dei bocconcini di tacchino ai funghi

  1. bocconcini di tacchino cottura

    Tagliare a pezzetti la fesa di tacchino.

    Pulire i funghi e affettarli.

    Porre i pezzi di fesa in una padella antiaderente con una noce di burro e rosolarli rigirandoli con un cucchiaio.

    Sfumare con il porto e far insaporire la carne a fuoco basso fino a quando il vino non si sia ristretto.

  2. bocconcini di tacchino ai funghi cottura

    Aggiungere i funghi affettati, mescolare e cuocere con il coperchio chiuso solo a metà per circa 10 minuti (o poco più, tempo dipendente dalla dimensione dei bocconcini di carne).

    L’umidità prodotta dai funghi dovrebbe essere sufficiente alla corretta cottura, nel caso sia necessario si può bagnare con qualche cucchiaio d’acqua (o brodo, o anche altro porto).

  3. bocconcini di tacchino cottura

    Un paio di minuti prima della fine cottura versare un bicchierino d’acqua (40-50 grammi) e un cucchiaino colmo di farina, meglio se setacciata perché non faccia grumi.

    Mescolare bene, infine aggiungere due o tre cucchiai di panna liquida.

    Non ho fotografato questa aggiunta di farina e panna, ma qui di seguito vi metto la foto della versione senza funghi (questi figli che non mangiano i funghi non li capirò mai 😄) che rende ugualmente l’idea della cremina che viene a crearsi.

  4. Spadellare e servire subito decorando con prezzemolo e un pizzico di pepe.

    bocconcini di tacchino ai funghi ricetta riciclo

Consigli senza sale

Senza sale Aggiungere i funghi è un espediente insaporitore per i nostri piatti 🙂 I funghi, con il loro sapore e il loro profumo caratteristico ci aiutano a mimetizzare la mancanza del sale. Inoltre, utilizzare il vino, o un vino liquoroso come il Porto usato in questa ricetta, è un utile metodo di cottura. (E riguardo questo uso del Porto vi rimando anche alla prossima ricetta, solo qualche giorno di pazienza 😉 ).

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

14 Risposte a “Bocconcini di tacchino ai funghi”

  1. Quanto mi piacciono i funghi, anche io li compro spesso è sono sicura che questo secondo piatto sia una bomba! Il porto svolge sicuramente un compito essenziale nella ricetta, interessante il suo uso! Un abbraccio!

    1. Sì davvero, ho iniziato ad usarlo per smaltire una bottiglia che da un po’ era lì sola soletta, ma ora so che quando finirà lo rimpiazzerò! 😀

    1. Grazie cara 🙂 ma tu non hai bisogno di copiarmi semmai io copierò te! la tua ricetta di oggi è strepitosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.