Crea sito

Pandoro sfogliato delle sorelle Simili

Pandoro LB (19)

Cari lettori,

per questo Natale ho voluto cimentarmi nella ricetta del pandoro sfogliato delle sorelle Simili, un’istituzione nel campo della cucina e in particolare del pane e dei lievitati. Questa ricetta è tratta dal loro libro “Pane e roba dolce”. Il pandoro risulta sofficissimo, burroso e non troppo dolce, ideale da farcire con creme di ogni tipo! Ci proverete anche voi?

Prima però vi consiglio di leggere il mio articolo “Come preparare un buon lievitato” 😉

Pandoro LB (16)

separatore natale

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 1 KG

450 g di farina manitoba

135 g di zucchero semolato

170 g di burro

3 uova + 1 tuorlo

60 g di acqua tiepida (o latte)

18 g di lievito di birra fresco

1 bacca di vaniglia

1 cucchiaino di sale fino

1 cucchiaio di acqua

Burro per lo stampo

Zucchero a velo per la superficie

Pandoro LB (17)

separatore natale

PROCEDIMENTO

Per preparare il pandoro sfogliato occorrono un lievitino, due impasti e una sfogliatura finale.

 

Ingredienti e procedimento lievitino:

15 g di lievito di birra fresco

60 g di acqua tiepida (o latte)

50 g di farina manitoba

10 g di zucchero

1 tuorlo

Pandoro LB (1) Pandoro LB (2)

Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, aggiungere lo zucchero, quindi la farina e il tuorlo. Mischiare con un cucchiaio e lasciare lievitare al caldo, coprendo la ciotola, fino al raddoppio (circa un’ora).

 

Ingredienti e procedimento primo impasto:

Tutto il lievitino

200 g di farina manitoba

25 g di zucchero

3 g di lievito di birra fresco

1 cucchiaio d’acqua tiepida

30 g di burro

1 uovo intero

Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida, aggiungerlo al lievitino, incorporando via via la farina, lo zucchero e l’uovo. Impastare energicamente con planetaria con gancio a uncino o a mano, quindi inserire il burro ammorbidito a fiocchi, inserendone poco alla volta. Arrotondare l’impasto e lasciarlo lievitare, coperto, in luogo tiepido fino al raddoppio (circa un’ora).

Pandoro LB (3) Pandoro LB (4)

Ingredienti e procedimento secondo impasto

Tutto il primo impasto

200 g di farina manitoba

100 g di zucchero semolato

2 uova intere

1 cucchiaino di sale fino

I semi di una bacca di vaniglia

 

Inserire l’impasto lievitato in una ciotola, quindi unire la farina, lo zucchero, le uova leggermente sbattute e impastare. Aggiungere la vaniglia, per ultimo il sale. Portare ad incordatura, lavorando energicamente per almeno 15 minuti.

Arrotondare l’impasto aiutandosi con un tarocco e senza aggiungere farina, e lasciarlo lievitare, coperto, in luogo tiepido fino al raddoppio (circa un’ora). Poi, trasferire l’impasto in frigo per almeno 45 minuti, ma se si vuole, anche per 10-12 ore. La maturazione in frigo permette di ottenere un prodotto più gustoso e aromatico, ben lievitato.

Pandoro LB (5) Pandoro LB (6) Pandoro LB (7)

Ingredienti per la sfogliatura

140 g di burro

 

Le sorelle Simili parlano di burro a pezzetti, ma, se si vuole, si può stendere il panetto di burro tra due fogli di carta forno, come si fa per i croissants. Io ho osservato alla lettera la loro ricetta.

Stendere l’impasto ottenendo un quadrato, quindi inserire al centro il burro leggermente morbido. Chiudere bene sigillando la pasta con i polpastrelli e stendere un rettangolo di pasta. Fare una piega a tre, avvolgere con pellicola e lasciare riposare 20 minuti in frigo. Continuare la sfogliatura stendendo l’impasto e piegandolo per almeno tre volte consecutive, con una sosta in frigorifero di 20 minuti tra l’una e l’altra.

Pandoro LB (8) Pandoro LB (9) Pandoro LB (10) Pandoro LB (11) Pandoro LB (12) Pandoro LB (13)

Quindi, pesare l’impasto. Se non avete uno stampo da un chilo, dovrete pesare la giusta quantità di impasto per lo stampo. Io, ad esempio, ho trovato solo uno stampo da 750 g. Occorre inserire nello stampo un 10% in più rispetto al peso finale del pandoro, tenendo conto dell’evaporazione: ho pesato quindi 825 g di impasto. Ho arrotondato l’impasto e l’ho inserito, con la parte più liscia rivolta verso il basso, in uno stampo per pandoro imburrato. Con l’avanzo ho creato due piccoli pandorini monoporzione. 

Pandoro LB (14)

Lasciare lievitare al caldo e coperto (30 gradi, va bene il forno spento con luce accesa) fino a che l’impasto non raggiunge il bordo dello stampo. Il tempo è indicativo, a me sono bastate 2 ore e un quarto. 

Pandoro LB (15)

Accendere il forno a 170 gradi statico e inserire in forno un pentolino con dell’acqua per mantenere la giusta umidità durante la cottura. Infornare il pandoro per i primi 15 minuti, quindi abbassare a 160 gradi e cuocere per altri 45-50 minuti circa, a seconda dei forni (il mio scalda parecchio, sono stati sufficienti altri 40 minuti). Se la superficie si scurisce troppo, coprirla con un foglio di alluminio. Fare sempre la prova stecchino per verificarne la cottura all’interno.

Sfornare e lasciare raffreddare nello stampo, quindi sformare e servire con dello zucchero a velo o farcire a piacere.

Conservare in un sacchetto per alimenti per due-tre giorni. 

Buone feste e buon pandoro!
*gelso*

Da una ricetta letta qui

Vi aspetto anche sulla mia pagina Facebook e sui social, ci conto!

separatore natale

Pandoro LB (21)

Pandoro LB (18)

Pandoro LB (20)

separatore natale

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

7 comments on Pandoro sfogliato delle sorelle Simili

  1. Erica Di Paolo
    17 dicembre 2014 at 2:19 pm (4 anni ago)

    Meraviglioso Federica!!!! E non sembra neanche impossibile nella realizzazione ^_^
    E’ davvero perfetto, bravissima ^_^

    Rispondi
    • Gelso
      17 dicembre 2014 at 4:42 pm (4 anni ago)

      noooo a me è sembrato semplice e fattibile! 😀 grazie! 😀

      Rispondi
  2. paola
    17 dicembre 2014 at 3:20 pm (4 anni ago)

    complimneti,bellissimo

    Rispondi
    • Gelso
      17 dicembre 2014 at 4:41 pm (4 anni ago)

      Grazie Paola, inutile dire che metà se n’è già andato! 😀

      Rispondi
  3. moira
    17 dicembre 2018 at 4:25 pm (4 mesi ago)

    quanti giorni si mantiene una volta fatto?

    Rispondi
  4. Moira
    17 dicembre 2018 at 7:46 pm (4 mesi ago)

    Ciao!!la ricetta è fantastica, è venuto buonissimo. Ma quanto si mantiene?

    Rispondi
    • Gelso
      6 marzo 2019 at 6:17 pm (2 mesi ago)

      pochi giorni, non ha conservanti ed è fatto con il lievito di birra!!!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *