Pizza con cottura su fornello a gas

Questa è la prima ricetta che pubblico sul mio blog e come inizio,  forse anche un po’ come portafortuna, ho deciso di iniziare come uno dei piatti che qui in casa, non può mancare…la pizza!! La particolarità di questa versione è la cottura che vede l’utilizzo sia del forno che del fornello a gas.

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2 pizze
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gFarina (tipo 2)
  • 170 mlAcqua (a temperatura ambiente)
  • 15 gSale
  • 3 gLievito di birra fresco
  • 1 cucchiainoMiele

Per condire la pizza

  • 100 gPolpa di pomodoro
  • 50 gAsiago
  • 1 pizzicoOrigano
  • 1 pizzicoSale

Preparazione

  1. Sciogliere il lievito ed il miele nell’acqua. Setacciare la farina e versarla nella ciotola della planetaria. Azionare la planetaria dotata di gancio e versare l’acqua in cui sono stati sciolti acqua e lievito. Dopo circa 30 secondi aggiungere il sale (non deve venire a contatto con il lievito per non compromettere la lievitazione). Impastare per 10 minuti circa, fino ad incordatura. L’impasto deve risultare morbido ma non appiccicoso. Nel caso in cui dovesse risultare troppo duro aggiungere un goccio d’acqua. Formare un panetto, riporlo in una ciotola precedentemente unta con olio di oliva. Lasciare lievitare per 4 ore coperto da pellicola ad una temperatura di 20 gradi e comunque fino al raddoppio.

  2. Una volta passate le 4 ore di lievitazione, dividere l’impasto in due parti uguali e formare due palline. Disponenetele su carta forno precedentemente spolverizzata di farina e riponetele all’interno di un contenitore possibilmente dotato di coperchio. Lasciare lievitare per altre 4 ore sempre ad una temperatura intorno ai 20 gradi.

  3. Dopo le 4 ore della seconda lievitazione, è arrivato il momento di procedere con la preparazione della pizza. Prima di stendere la pasta, è necessario scaldare sul gas la padella in cui cuocerete la pizza. Io ne utilizzo una in ghisa, da 30 cm di diametro, è ottima perché la ghisa è un buon conduttore di calore ed in più è antiaderente. Va oliata e fatta scaldare per 15 minuti. Accedendere il forno alla massima temperatura e con funzione grill.

  4. Stendere la pasta della pizza e metterla sulla padella precedentemente scaldata. Fin da subito inizieranno a formarsi delle bolle nell’impasto, mantenere la fiamma del gas alta controllando la cottura della base. Quando inizierà a cambiare colore e a dorare spegnere il gas. Ci vorranno circa 5 minuti.

  5. Farcire a piacere la pizza. Io in questo caso sono andata sul classico ed ho preparato una margherita sostituendo la mozzarella con l’Asiago. Mettere la padella sul ripiano più alto del forno, deve essere vicina al grill ma non deve toccarlo. Dopo circa 3 minuti la pizza è cotta. Consiglio sempre di controllare la cottura perché varia da forno a forno. Il risultato sarà una pizza come quelle che mangiate in pizzeria..Non mi resta che augurarvi buon appetito!!!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.