Hokkaido bread milk

Conosciuto anche come pane al latte giapponese, l’Hokkaido bread milk è un pan brioche reso morbidissimo grazie al metodo Tang Zhong, una miscela di acqua e farina (water roux) che viene cotta sul fuoco per qualche minuto ed aggiunta all’impasto una volta raffreddata.
Quello che mi ha colpito di questo pane è la morbidezza che mantiene anche dopo diversi giorni oltre ovviamente alla sua bontà.
Buona preparazione!

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

INGREDIENTI

Per lo Tangzhong

Per lo Tangzhong

  • 120 gacqua
  • 40 gfarina Manitoba

Per l’impasto

  • 400 gfarina Manitoba
  • 50 gzucchero semolato
  • 130 mllattte
  • 1uovo
  • 10 glievito di birra fresco
  • 25 gburro
  • 5 gsale fino
  • tutto lo Tangzhong
  • q.b.vaniglia

Preparazione

  1. Per prima cosa cosa preparare lo Tangzhong, versando acqua e farina in una pentola, mettere sul fuoco e far addensare.

    Deve avere una consistenza collosa, simile al roux che si prepara quando si fa la besciamella.

    Versare il composto ottenuto in una ciotola, coprire con pellicola a contatto (in modo che non si formi la crosticina) e lasciar raffreddare.

    In questo periodo io lo metto sul davanzale e mentre preparo il resto dell’impasto, si raffredda per bene.

  2. Ora passiamo all’impasto, versare la farina, lo zucchero, il latte in cui avrete sciolto il lievito ed avviare la planetaria per qualche minuto.

    Aggiungere l’uovo, il sale, i semi di vaniglia (oppure in alternativa l’aroma) e lo Tangzhong che nel frattempo si sarà raffreddato.

  3. Lasciar andare la planetaria per una decina di minuti, l’impasto deve essere ben incordato.

    Da ultimo unire a più riprese il burro ammorbidito (NO SCIOLTO), si deve incorporare pian piano all’impasto.

  4. Ora è il momento della lievitazione, mettere l’impasto in un contenitore oliato coperto da pellicola.

    Lasciar lievitare fino al raddoppio in luogo caldo (a 22 gradi a me ha impiegato un paio d’ore).

  5. Riprendere l’impasto dividendolo in 4 parti uguali di circa 200 grammi ciascuna.

    Formare 4 palline e fare riposare una decina di minuti.

  6. Ora è il momento di “dare le pieghe” all’impasto: stendere aiutandovi con il mattarello.

  7. Piegare il primo lato.

  8. Chiudere a libro (come da foto).

  9. Ristendere l’impasto con il mattarello e rifare la stessa operazione di prima.

  10. Disporre i 4 cilindri ottenuti in uno stampo da plumcake lungo circa 25 cm e coprire con pellicola.

  11. Lasciar lievitare in un luogo caldo fino a quando l’impasto non avrà raggiunto il bordo dello stampo (ci vorrà un’altra ora).

  12. Infornare a forno statico già caldo per 25 minuti a 190 gradi.

  13. Sfornare l’Hokkaido milk bread e far raffreddare su una gratella per dolci.

  14. Io non ho resistito ed ho voluto tagliarlo praticamente bollente, ma consiglio di aspettare che quantomeno sia tiepido altrimenti rischiate di romperlo.

Conservazione e variazioni

Ben chiuso in un sacchetto di plastica si conserva fino ad una settimana.

A piacere potete arricchire il pane con gocce di cioccolato o uvetta.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.