Pasta al finocchietto con polpettine di sgombro

Cari amici, ben ritrovati!

La Pasqua è appena finita e nei supermercati sembra ci sia stata la guerra: scaffali vuoti, scorte terminate… Non so perché ma, in occasione delle festività, la gente impazzisce e compra tutto ciò che trova, come se si rischiasse una lunga carestia!!!

Dato che “conosco i miei polli”, oggi il supermercato l’ho proprio evitato, e ho preparato la pasta al finocchietto selvatico (che ho raccolto in campagna durante il week-end), arricchendola con deliziose polpettine di sgombro sottolio, un’ottima alternativa al classico tonno in scatola, perfetto per un pranzo o una cena veloce e saporita!

Noi siciliani utilizziamo moltissimo il finocchietto selvatico in cucina, un’erba che, oltre a essere profumatissima e molto aromatica, ha moltissime proprietà benefiche per la salute (a questo proposito vi consiglio di provare anche gli spaghetti al finocchietto di Donna Francesca, sublime!!!).

Eccovi la ricetta, che potete realizzare seguendo alla lettera le mie indicazioni oppure arricchire con capperi e/o olive: sarà comunque deliziosa!!!

Se volete, potete vedere come ho realizzato la pasta al finocchietto con polpettine di sgombro in diretta facebook!

pasta con finocchietto e polpettine di sgombro
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:10 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • Spaghetti (o altra pasta lunga) 320 g
  • Finocchietto selvatico 1 mazzetto
  • Cipolle 1/2
  • Sgombro sott’olio (oppure al naturale) 250 g
  • Pangrattato 3-4 cucchiai
  • Uova 1
  • Parmigiano reggiano (grattugiato) 2 cucchiai
  • Concentrato di pomodoro 2 cucchiai
  • Farina 50 g
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe nero

Preparazione

  1. Per prima cosa, preparate le polpettine di sgombro.

    Scolate il pesce per eliminare l’olio in eccesso e mettetelo in un mixer con l’uovo, il parmigiano, un pizzico di sale e di pepe e un filo d’olio.

    Frullate fino a ottenere un impasto omogeneo.

  2. Ungetevi le mani con un filo d’olio e formate tante piccole polpettine grandi poco più delle nocciole, poi passatele nella farina e aggiustatene la forma.

  3. Tritate finemente il finocchietto selvatico al coltello (senza eliminare i gambi, che sono molto aromatici).

  4. Tritate anche mezza cipolla e fatela rosolare in padella con un filo d’olio.

    Unite il finocchietto e lasciatelo insaporire un paio di minuti.

  5. Sciogliete il concentrato di pomodoro in 3-4 cucchiai d’acqua e aggiungetelo al finocchietto.

    Fate cuocere qualche minuto per far evaporare l’acqua in eccesso, condendo con un pizzico di sale e di pepe.

  6. In un’altra padella, friggete le polpettine in un filo d’olio extravergine d’oliva fino a renderle esternamente croccanti, poi ponetele su carta assorbente.

  7. Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente salata e scolatela al dente, poi saltatela a fiamma vivace nel sugo al finocchietto.

  8. Lasciate cuocere un paio di minuti, unite anche le polpettine e servite: buon appetito, la vostra pasta al finocchietto con polpettine di sgombro è pronta per essere gustata!

  9. pasta con finocchietto e polpettine di sgombro-2

Note e consigli:

  • Per rendere più ricco il vostro primo piatto, potete aggiungere capperi e/o olive al trito di finocchietto da saltare in padella;
  • Potete sostituire lo sgombro sottolio con quello in scatola al naturale o, naturalmente, con quello fresco, più complicato da pulire ma di certo più sano e gustoso;
  • Se preferite, potete soffriggere uno spicchio d’aglio anziché la cipolla.

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

Precedente Turciniuna ragusani - ricetta tradizionale di Pasqua Successivo Biscotti bolliti ragusani (biscotti scaurati)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.