Crea sito

Pane al nero di seppia

pane al nero di seppia_

Ormai è cosa risaputa: in questo periodo quasi ogni italiano ha preparato il pane!
Avendo sperimentato abbastanza con le cose più tradizionali, questa volta ho deciso di prepararne uno davvero speciale: il pane al nero di seppia!
Sono sempre stata affascinata dal nero di seppia e dal suo incredibile potere colorante, infatti diverse volte ho preparato la pasta nera, oltre naturalmente a utilizzarlo per la classica pasta al nero di seppia
Ebbene, questa volta ho voluto tentare con un lievitato: uno spettacolo! Ovviamente, il mio consiglio è quello di accompagnare questo pane a un piatto di mare, magari proprio alla seppia di cui avete usato il colorante.
Come sempre, se volete cimentarvi in quest’avventura, vi consiglio di non avere fretta: i lievitati hanno bisogno dei loro tempi, non rispettarli purtroppo compromette il risultato, ed è veramente un peccato!
Questo pane si impasta a mano ed è alla portata di tutti: mi raccomando, mettete i guanti quando maneggiate il nero, altrimenti vi troverete le mani tinte per una settimana!
Se non sapete come estrarre la sacca di nero dalla seppia, chiedete al pescivendolo di farlo per voi: il mio me lo mette sempre in un bicchierino! Se non lo utilizzo subito, lo ripongo in frigorifero ricoperto da olio di semi per un giorno al massimo: questo trucchetto fa sì che il colorante non si asciughi.
Ecco la ricetta!

pane al nero di seppia
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni1 grande pagnotta
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gFarina Manitoba (oppure tipo 0 o 1)
  • 250 gSemola di grano duro rimacinata (oppure farina 00)
  • 400 mlAcqua
  • 1 gLievito di birra secco (oppure 3 g di quello fresco)
  • 1Nero di seppia (una sacca)
  • 8 gSale

Preparazione

  1. Per prima cosa, miscelate le farine in una ciotola.

  2. Sciogliete il lievito in 50 ml d’acqua e aggiungetelo alle farine, poi (con i guanti) spremete la sacca di nero di seppia sull’impasto e iniziate a lavorare con una mano unendo l’acqua a filo.

  3. pane al nero di seppia passo passo 1

    Quando tutta la farina è amalgamata, toglietevi i guanti e aggiungete anche il sale, lavorate per un paio di minuti, coprite con un panno e lasciate riposare per 15 minuti.

  4. pane al nero di seppia passo passo 2

    Trascorso questo tempo, trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata, fate le pieghe di rinforzo.

  5. pane al nero di seppia passo passo 3

    Capovolgete il panetto così da mettere le pieghe in basso, trasferite l’impasto in una ciotola unta con un filo d’olio, poi coprite con la pellicola e lasciate lievitare per due ore.

    Trasferite l’impasto in frigorifero per tutta la notte (almeno 8 ore).

  6. Tirate fuori l’impasto dal frigorifero e lasciatelo acclimatare per 2 ore senza scoprirlo.

  7. pane al nero di seppia passo passo 4

    Trascorso questo tempo, trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata, effettuate nuovamente le pieghe di rinforzo e giratelo al contrario (così da avere le pieghe verso il basso), poi girate velocemente con le mani (pirlatura) per farlo diventare rotondo.

  8. Infarinate bene sia la base che la superficie del pane e lasciatelo lievitare per altre 3 ore: tenderà ad allargarsi.

  9. Scaldate il forno con la teglia già dentro (ancor meglio la pietra refrattaria) in modalità ventilata a 220°.

    Estraete la teglia o la pietra dal forno, infarinatene la superficie e, subito dopo averlo pirlato nuovamente, trasferite il pane sopra: se quest’operazione vi risulta difficile, potete scegliere di lasciare lievitare il pane su carta forno così da trasferirlo con tutta la carta senza maneggiarlo.

  10. Se volete, incidete la superficie con una lametta sottile.

    Cuocete per 20 minuti, poi abbassate la fiamma a 180° e lasciate cuocere la vostra pagnotta altri 10 minuti.

    Estraete il pane dal forno e lasciatelo raffreddare completamente: date le alte temperature interne, continua a cuocere, quindi tagliarlo troppo presto significa compromettere questa fase delicata.

    Il vostro pane al nero di seppia è finalmente pronto per essere gustato, buon appetito!

Note e consigli:

– Scegliete voi quali farine utilizzare: il mio consiglio è di averne almeno una forte per facilitare la lunga lievitazione;

– Il mio consiglio per gustare al massimo questo pane è quello di accompagnarlo al pesce, magari sotto forma di bruschette con la seppia saltata sopra: favoloso!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.