Crea sito

Krapfen – ricetta bomboloni fritti ripieni

Krapfen - ricetta bomboloni fritti ripieni

Finalmente è sabato, e molti di noi possono concedersi qualche ora in più da dedicare alla casa e alla famiglia. Quale migliore occasione per preparare i krapfen, i deliziosi bomboloni fritti ripieni austriaci?!?

Oltretutto, il carnevale si avvicina e, come si sa, a carnevale ogni fritto vale!

L’origine dei krapfen, come vi dicevo, è austriaca, ma sono diffusi anche in Germania e in nord Italia. Più al sud, invece, si preparano le graffe (il cui nome viene proprio dalla storpiatura di krapfen) che hanno le patate all’interno dell’impasto, mentre qua in Sicilia facciamo i macallè, con un goloso ripieno di ricotta.

Sembra che il nome di questi golosi bomboloni lievitati provenga da Cäcilie Krapf, pasticcera viennese che avrebbe inventato questi dolci nel diciassettesimo secolo, ma alcuni sostengono possa derivare dal tedesco antico krafo che vuol dire “gancio” o “artiglio”, dato che originariamente i dolci avevano una forma allungata.

La tradizione vuole che i krapfen siano ripieni di marmellata, ma nessuno vi vieta di variare il ripieno e farcirli di crema, nutella o anche di non mettere nulla (in tal caso potreste anche optare per delle ciambelle).

Normalmente la pezzatura dei bomboloni è bella grande, ma io vi consiglio di realizzarli un po’ più piccoli, sia per assicurare una cottura uniforme al loro interno che per permettere ai vostri ospiti di assaggiarne più d’uno, specialmente se variate la farcia.

Ecco la ricetta, se volete potete vedere come l’ho realizzata in diretta facebook per chiarirvi ogni dubbio!

Krapfen - ricetta bomboloni fritti ripieni
  • Preparazione: 5 Ore
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 25-30 mini krapfen
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

Per il lievitino:

  • 300 ml Latte
  • 70 g Zucchero
  • 1/2 cucchiaino Lievito di birra secco
  • 100 g Farina 00

Per l'impasto:

  • 150 g Farina 00
  • 250 g Farina Manitoba
  • 3 Tuorli
  • 1 cucchiaio Rum
  • 75 g Burro
  • Scorza di limone

Per la finitura:

  • 500 ml Olio di semi di arachide
  • 100 g Zucchero
  • 300 g Marmellata (o crema o nutella)

Preparazione

  1. Per prima cosa, preparate il lievitino, che sarà la vostra base lievitante.

    Mettete la farina in una ciotola con lo zucchero.

    Sciogliete il lievito nel latte e unite il tutto alla farina miscelando con una frusta o con una forchetta, poi coprite con la pellicola trasparente e lasciate riposare per mezzora.

  2. Mettete le farine restanti nel vaso della planetaria assieme ai tuorli, il rum e la scorzetta di limone, poi aggiungete il lievitino e impastate il tutto fino a quando l’impasto non è incordato (cioè si stacca dai bordi e dal fondo e rimane attaccato al gancio centrale).

  3. Continuando a tenere azionata la planetaria, unite il burro morbido a pezzettini, un pezzettino per volta per farlo amalgamare bene all’impasto.

    Lavorate il tutto finché l’impasto non è nuovamente incordato.

  4. Oliate una ciotola e adagiatevi il vostro panetto, poi coprite con la pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio (circa 3 ore).

  5. Trascorso il tempo di lievitazione, dividete l’impasto in tanti pezzettini da 30-35 g e formate delle palline il più possibile lisce con le mani.

  6. Krapfen - ricetta bomboloni fritti ripieni passo passo

    Ritagliate tanti quadratini di carta forno un po’ più grandi delle palline e sistemate una pallina sopra ogni quadrato.

    Sistemate tutto in una teglia dai bordi alti e coprite nuovamente con la pellicola.

    Lasciate lievitare un’altra ora.

  7. In un pentolino, mettete a scaldare abbondante olio di semi d’arachide e, quando inizia a sfrigolare, iniziate a friggere i krapfen.

    Mettete ogni pallina nella pentola con tutta la carta forno, che si staccherà da sola dopo qualche secondo.

    Friggete non più di 4-5 bomboloni per volta su entrambi i lati, tenendo una temperatura di cottura sui 170° (abbassate la fiamma se i krapfen si colorano troppo velocemente: c’è il rischio che rimangano poco cotti all’interno).

  8. Una volta dorati, mettete i bomboloni fritti su carta assorbente, poi passateli nello zucchero semolato.

  9. Lasciateli intiepidire una decina di minuti e nel frattempo mettete la farcia (marmellata, crema, nutella…) in un sac-à-poche col beccuccio stretto e lungo.

  10. Inserite il beccuccio in ogni krapfen e iniettate la marmellata all’interno: ATTENZIONE! Non aspettate che i dolci raffreddino completamente, l’impasto tenderà a compattarsi e sarà più difficile fare arrivare la farcia al cuore.

    Buon appetito, i vostri bomboloni fritti sono pronti per essere gustati!

Note e consigli:

  • Se volete, potete anche surgelare i krapfen quando avete formato le palline. Quando dovrete prepararli, sarà sufficiente tirarli fuori dal freezer la sera prima del consumo: al mattino saranno pronti per essere fritti!
  • Anziché formare delle palline con le mani, potete stendere l’impasto non troppo sottilmente e ritagliare i bomboloni con un coppapasta;
  • Se preferite, anziché passarli nello zucchero semolato, potete decorare i vostri bomboloni con un po’ di zucchero a velo in superficie;
  • I krapfen si conservano in un contenitore ermetico a temperatura ambiente per 2/3 giorni (naturalmente state attenti se mettete crema o farciture che possono andare a male prima).

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Non perdetevi le mie dirette quotidiane su facebook prima di pranzo!

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.