Crea sito

Cappuccetti fritti (i capputteda)

Cappuccetti fritti (i capputteda)

Avete mai sentito parlare dei cappuccetti fritti? Probabilmente, se siete del Nord Italia, no. Per cappuccetti fritti, nel mio dialetto i capputteda, sono un mix di seppioline e calamaretti che si friggono interi in una semplice panatura di farina di semola.
Sono croccanti e sfiziosissimi, finiscono più in fretta delle caramelle…quindi, mi raccomando, preparatene tantissimi! 😉

Cappuccetti fritti (i capputteda)

Cappuccetti fritti

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di cappuccetti
150 gr di farina di semola
Sale
Olio di semi per friggere
1 limone (facoltativo)

Preparazione:

Lavare per bene i cappuccetti, privandoli dell’ossicino centrale e da eventuali viscere nei più grandi, poi lasciare scolare bene per almeno 2 ore in un colapasta.
Trascorso questo tempo, asciugare per bene i cappuccetti in carta assorbente: la carta assorbente va cambiata diverse volte per far asciugare completamente il pesce: se non lo fate, non verrà croccante!
Mettere i cappuccetti in un sacchetto per surgelati (fate 2-3 turni) con la farina, sbattere bene e trasferire in un colapasta per far cadere la farina in eccesso.
Friggere per pochi minuti in olio di semi ben caldo, porre su carta assorbente ed accompagnare a piacere a qualche spicchio di limone.

Buon appetito!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.