Sedano rapa arrosto

Il sedano rapa arrosto è stata la ricetta rivelazione del nostro ultimo Natale.
Anzi, una delle due ricette rivelazione, perché anche la scarola ripiena (di cui vi parlerò nei prossimi giorni) (eccola!! cliccate QUI) è stata una scoperta notevole 🙂 Due ricette per me nuove, entrambe provate per la prima volta, ed entrambe riuscitissime!
E questo sedano rapa arrosto ci ha davvero sorpresi, è piaciuto tantissimo a tutti, tutti hanno chiesto il bis, e tutti hanno detto che è assolutamente da rifare!
sedano rapa arrosto

Da un sacco di tempo avevo “puntato” questo sedano rapa arrosto. Già due-tre anni fa avevo visto delle foto che mi avevano incuriosito, aveva un aspetto così invitante! e così… da arrosto! che l’ho subito messo lì, nel “cassetto” delle cose da provare prima o poi.
Certo, non che l’ “aspetto da arrosto” sia importante eh, non è obbligatorio dare alle verdure l’aspetto da secondo piatto come a volte succede quando si tratta di piatti vegani, ma non si può negare che questo sedano rapa arrosto l’aspetto di un arrosto ce l’ha proprio, anche se ovviamente ha un profumo diverso 😉
E anche visto “dal vivo”, e pur sentendo il suo profumo di sedano, si fatica a pensare che sia un ortaggio, e la domanda spontanea che viene da fare è: ma cos’è?

Davvero. Se non lo si sa, che è un sedano rapa, due attimi di dubbio li si passa, inutile negarlo: subito si pensa ad un secondo piatto, pur intuendo benissimo che non è carne, e nel contempo si pensa sia a questo che a quello, al secondo e al contorno… e insomma… quel “ma cos’è?” alla fine… qualcuno fra i vostri commensali ve lo chiederà! 😀

Sedano rapa arrosto

Ingredienti
1 sedano rapa
1 spicchio d’aglio
rosmarino, salvia, timo, origano, maggiorana
pepe
olio

mezza cipolla

Procedimento
Lavare e sbucciare il sedano rapa con il pelapatate nelle parti più lisce, e con il coltello nelle parti più rugose. Fare attenzione alle eventuali crepe nelle quali può rimanere qualche residuo terroso.

Dopo averlo sbucciato lavarlo di nuovo (ed eventualmente spazzolarlo) per eliminare ogni possibile residuo. 

Tagliare il sedano rapa a metà. Poi in coda vi spiego perché, seguite l’asterisco (*)

Ungere la superficie delle due parti di sedano rapa con poco olio strofinandolo con le mani, e aromatizzare con un misto di erbe aromatiche (ma può andar bene anche il solo rosmarino) – io ho fatto un misto di rosmarino, timo, origano, maggiorana e salvia – più uno spicchio d’aglio affettato e il pepe. Grazie all’olio, tutto quanto rimarrà attaccato alla superficie.

Ho anche provato a fare dei taglietti e ad infilare le fettine d’aglio nei tagli, non è stato agevole perché il sedano rapa è piuttosto duro, ma ci sono riuscita in quattro tagli (meglio che niente 😉 😀 ).

Avvolgere le due metà del sedano rapa con un foglio di stagnola, e lasciare a riposo per un po’ (io come al solito mi sono persa nelle mie mille faccende e l’ho lasciato lì a riposare per 4 ore, che alla fin fine male non fa, ma penso che un’ora o due possano bastare).

Appoggiare i due “pacchetti” in una pirofila e infornare a 200 gradi così come stanno, cioè con le due metà di sedano rapa ancora avvolte e senza aprire la stagnola, e cuocere per un’ora circa. Dopo mezz’ora ho abbassato a 180 gradi.

A cottura ultimata, togliere la carta stagnola e affettare il sedano rapa. Ecco come si presenta la superficie esterna (mi sono ricordata di fotografare quando avevo già iniziato a tagliarlo ma questa foto riporta comunque abbastanza bene l’aspetto che ha):

sedano rapa arrosto metà
Dopo averlo affettato, si può già servire, ma io consiglio un breve passaggio in forno per far colorire un po’ le fette: disporre le fette in una pirofila, aggiungere del rosmarino fresco, e volendo anche altre erbe a piacere.
Ho aggiunto anche una mezza cipolla tagliata grossolanamente e l’ho disposta ai lati delle fette, anche po’ sotto, infine ho aggiunto un filino d’olio.
sedano rapa arrosto

Ripassare in forno o sotto al grill per una decina di minuti, o comunque fino alla doratura che vi piace.

Servire caldo, ma è buonissimo anche freddo 😉

Provatelo! Sono certa che vi piacerà! Servitelo agli ospiti… e sorprendeteli! 😀

sedano rapa arrosto affettato

(*) Pensando di fare una cosa furba – e onestamente credo lo sia – ho tagliato il sedano rapa a metà e ho avvolto nella stagnola le due metà, invece di trattare la radice intera. In questo modo penso d’aver trovato un buon compromesso tra buona riuscita e tempo di cottura abbreviato. I tempi di cottura che ho visto in giro sono piuttosto lunghi, intorno alle 2 ore, invece le mie due metà (e con un certa mia sorpresa) allo scadere dell’ora di cottura che avevo programmato erano già cotte, anzi, forse poteva bastare anche una decina di minuti in meno, considerando che poi comunque avevo intenzione di ripassare l’ “arrosto” in forno dopo averlo affettato.

Senza saleIl sedano rapa ha un suo gusto particolare, è delicato al palato pur avendo un profumo intenso e come per tutte le verdure, soprattutto quelle dai sapori caratteristici, anche in questa ricetta si può tranquillamente evitare il sale. Qui poi… con tutte le erbe aromatiche che si possono aggiungere che problema c’è… 😉

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Come sempre vi aspetto sulla pagina Facebook! e anche su Pinterest 😉

Precedente Buon 2018! (e le 10 ricette top del 2017) Successivo Insalata speziata di cavolo cappuccio e mela

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.