Marmellata di cocomero (solo polpa)

Se avete già letto la ricetta precedente conoscete già tutto l’antefatto, cioè già sapete che questa marmellata di cocomero è la responsabile di tutto.

Di tutto questo pienone di ricette con il cocomero a cui ho costretto tutta la famiglia in questi giorni. 😀

Ma tranquilli non mi dilungherò. Non vi racconterò che dopo aver provato a fare questa marmellata di cocomero di sola polpa, e dopo aver provato a fare il mio primo gelo di cocomero, ho provato anche a fare la marmellata con le bucce, e che poi con il succo della marmellata di bucce ho fatto anche un nuovo gelo. E non vi racconterò che poi ho ri-filtrato la marmellata e che con quel succo aggiuntivo ho fatto dell’altro gelo aggiuntivo 😀 il tutto nella stessa giornata…

…No non vi racconterò nulla di tutto ciò. Vi darò solo la ricetta della mia marmellata di cocomero, la mia prima marmellata di cocomero, che ho fatto improvvisando. Forse improvvisando più del solito questa volta 🙂 ma se è vero che la fortuna aiuta gli audaci… dopo essere stata audace nel fare la marmellata pur non avendo idea di come farla, oggi voglio essere audace anche nel raccontarvi come l’ho fatta:

Nel microonde.

Come faccio sempre con tutte le mie marmellate 🙂

marmellata di cocomero solo polpa
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:5 minuti
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:1 barattolo

Ingredienti

  • 1 kg Cocomero (anguria) (solo polpa)
  • 100 g Zucchero
  • 1 Mela
  • 1 Limone (succo)
  • 2 cucchiai Grand Marnier

Preparazione

  1. Tagliare a pezzetti la polpa del cocomero ed eliminare l’acqua che produce durante l’operazione.

    Sbucciare e tagliare a pezzetti la mela.

    Porre il tutto in una ciotola adatta all’uso nel microonde (io di vetro), aggiungere il succo di limone, lo zucchero e 1 cucchiaio di Grand Marnier.

    Cuocere alla massima potenza per 25 minuti. Interrompere il micro una volta a metà cottura per mescolare con un cucchiaio.

    Lasciar riposare all’interno del microonde per almeno un paio d’ore.

    Dopo la cottura e durante il riposo la polpa rilascia parecchio succo. Il mio consiglio è di toglierlo versando la polpa in un colino e raccogliendolo in una ciotola: come già sapete io poi con questo succo (che è zuccherato) ho realizzato il gelo.

  2. Frullare con un frullatore ad immersione.

    Dopo aver frullato la polpa con il frullatore ad immersione, far addensare il composto ripassandolo nel microonde (sempre alla massima potenza) per 10-12 minuti. Consiglio in questa fase di coprire la ciotola con un coperchio.

    Il tempo di questa seconda cottura può variare secondo la consistenza che si vuole ottenere, oppure secondo la quantità di succo che era stato filtrato. In ogni caso, se necessario il composto potrà essere filtrato nuovamente anche dopo la cottura.

    marmellata di cocomero steps

    Lasciar intiepidire la marmellata, aggiungere il secondo cucchiaio di Grand Marnier, mescolare bene con un cucchiaio per distribuirlo.

  3. È la prima volta che produco e che assaggio una marmellata di cocomero, per me ha un gusto insolito, perlomeno paragonandolo alle marmellate classiche a cui sono da sempre abituata, per questo motivo ho aggiunto il Grand Marnier, che a mio parere dà un’aroma che ben si addice. In futuro voglio provare pure altri aromi, magari anche non alcolici per accontentare mia figlia che è categoricamente astemia 😀

    Ed eccola qua la mia marmellata di polpa di cocomero, che abbiamo mangiato a colazione spalmata sul pane:

    marmellata di cocomero solo polpa cotta nel micro

  4. …e che poi ho anche provato ad usare in una crostata (di frolla vegana) nella quale ho usato, oltre a questa marmellata di polpa, anche quella fatta con le bucce di cui vi parlerò tra qualche giorno 🙂

    marmellata di cocomero - crostata

  5. Enjoy!

Conservazione

Ho conservato questa marmellata in frigorifero per alcuni giorni in un contenitore chiuso.

Avendone prodotta una quantità esigua l’abbiamo consumata velocemente. Naturalmente se si intende conservarla per un tempo prolungato occorrerà procedere alla sterilizzazione e bollitura usando un adatto barattolo per conserve e marmellate. Per qualche info in più su questa procedura vi rimando come sempre alla ricetta della marmellata di albicocche dove ho dato alcune indicazioni.

Vi rammento che potete venire a fare due chiacchiere sulla mia pagina Facebook e che potete visitare le mie bacheche Pinterest 🙂

Precedente Gelo di cocomero Successivo Marmellata di bucce di cocomero

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.