Marmellata di albicocche con il microonde

L’ho preparata ieri questa marmellata di albicocche e devo dire che ne sono decisamente soddisfatta.

È capitato anche a voi di fare il paragone tra la marmellata di albicocche fatta in casa e quella confezionata? E vi è capitato anche di pensare “ma perché la mia marmellata di albicocche è più scura di quella confezionata?”.

I motivi chimico-fisici sinceramente non li conosco, ma credo di poter dire (andando ad intuito) che sia per effetto della lunga bollitura o forse a causa dello zucchero. Mah, quello che so è che già in passato avevo fatto delle marmellate con il microonde, ma si trattava di frutta scura, soprattutto prugne, e non avevo notato particolari differenze di colore. Con le albicocche è la prima volta che mi cimento, e devo dire che sono pienamente soddisfatta, sia del sapore che… del colore!

marmellata di albicocche

Marmellata di albicocche con il microonde

Ingredienti per 2 barattoli
650 g di albicocche mature
½ mela
120 g di zucchero (può essere aumentato a 150 g, io ho usato albicocche molto dolci e per me 120 g sono stati la quantità giusta)

Procedimento
Lavare le albicocche, aprirle ed eliminare il seme. Tagliarle a pezzi.
Sbucciare la mezza mela e tagliarla a pezzetti.
Mettere la frutta e lo zucchero in un contenitore adatto all’uso nel microonde, io ne ho usato uno in vetro.
Azionare il microonde alla massima potenza per 14 minuti. A metà cottura fermare il forno per mescolare la frutta. Volendo può essere rimescolata più volte per meglio distribuire il calore, io comunque l’ho fatto una volta sola.

Trascorso il tempo, lasciare il contenitore nel forno a riposare. Consiglio un tempo di riposo minimo di 15 minuti. In questo caso specifico, a causa di un impegno improvviso mi sono dovuta assentare per cui il mio contenitore ha proseguito il riposo in frigo per alcune ore! Poi ho concluso la preparazione della marmellata al mio rientro (lo dico sempre che in cucina nulla è tassativo 😉 ).

Per concludere la preparazione della marmellata, occorre spostarsi davanti al fornello. Non preoccupatevi, sono sufficienti alcuni minuti, non è necessario trasformare la cucina in una sauna, come avviene normalmente con le lunghe bolliture tradizionali.
Durante la cottura nel microonde la frutta si ammorbidisce e lo zucchero si scioglie, il composto risulta morbido e può sembrare troppo liquido per una marmellata, ecco perché ho pensato di passare dal fornello, seppur per poco, per addensare la marmellata al punto giusto. Sono certa che si possa ottenere lo stesso risultato anche proseguendo con il microonde, ma questa è la mia prima marmellata di albicocche cotta nel micro perciò ho voluto andar per gradi 🙂 e siccome vi racconto sempre le mie esperienze, e questo breve passaggio sul fornello si è rivelato utile, lo suggerisco anche a voi.

Versare il composto in un tegame e portarlo ad ebollizione sul fornello, mescolando. Dopo circa 5 minuti frullare con il frullatore ad immersione. Io frullo brevemente, mi piace che la marmellata rimanga a “grana grossa”, e mi piace che rimangano dei pezzetti di frutta. Mi accerto sempre, invece, che non rimangano pezzi di mela. Se ritenuto necessario, si può continuare la bollitura ancora per qualche minuto fino alla consistenza desiderata, ma non dovrebbero essere necessari più di 5-10 minuti, in dipendenza della quantità d’acqua contenuta nella frutta. Considerare, inoltre, che una volta raffreddata, la marmellata si rapprende ulteriormente.

Mi raccomando, ricordarsi di aggiungere la mela, è utilissima perché aiuta la marmellata ad addensarsi.

Riempire i barattoli.

Se intendete usare questa marmellata di albicocche subito, ad esempio per fare una crostata, potete riporre i barattoli in frigo: si mantiene per diversi giorni senza problemi.

Se volete conservarla per l’inverno, dovete procurarvi dei barattoli in vetro con adatta chiusura e sterilizzarli mettendoli a bollire in un tegame (devono essere immersi nell’acqua totalmente), prima di utilizzarli.
Quando i barattoli riempiti con la marmellata saranno completamente raffreddati, dovranno essere fatti bollire per ottenere il sottovuoto (in una pentola capiente, “in piedi” con il tappo in alto e l’acqua che supera il tappo di almeno tre dita, e protetti da un canovaccio per non farli sbattere l’un l’altro) per 20-30 minuti. Devono essere lasciati nell’acqua della bollitura a raffreddare e, infine, riposti in una dispensa, possibilmente fresca e buia.

Vi saluto con la foto che piace a mio marito, grande estimatore delle mie marmellate. 🙂

marmellata di albicocche

Vi aspetto su Facebook! La mia fanpage è qui!

Precedente Gnocchi con panna alla ricotta Successivo Frittatine ai fiori di zucca

2 commenti su “Marmellata di albicocche con il microonde

    • catiaincucina il said:

      Ciao! Che piacere trovarti qui! Grazie, è un metodo adatto a chi ha fretta e non vuole, come me, rischiare le bruciature sul fondo della pentola! Ciao a presto!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.