Crea sito

Cicoria e fagioli bianchi

Cicoria e fagioli è una ricetta sicuramente conosciuta ai più, ma che io non conoscevo fino a qualche anno fa.

Perché non è usanza di qui, perlomeno di casa mia, abbinare cicoria e fagioli. La mia mamma, da sempre, la cicoria l’ha sempre cucinata come contorno, ripassata in padella in modo semplice, e basta.
Questo abbinamento con i fagioli l’avevo provato per la prima volta in uno di quei momenti di improvvisazione ai fornelli che sono certa siano di tutti e non solo miei (e che danno tanta soddisfazione, vero? 😊).
Correva l’anno… ahhhh apperò… già quasi sette anni fa!, subito dopo una vacanza in Puglia dove avevo mangiato, prima volta in vita mia, quella delizia che è cicoria e purea di fave. Tornati a casa dalla vacanza, avevo provato a ricreare il piatto usando i fagioli, non avendo disponibili le fave in quel momento, e piacendomi proprio tanto, pur avendo ottenuto alla fine tutta un’altra ricetta. 😀

Anzi, in quel momento avevo pure creduto d’aver avuto un’idea furba, ma come già mi è successo con altre idee furbe-furbissime-issime… mi era bastata una successiva semplicissima ricerca online per scoprire che questa unione di cicoria e fagioli in realtà è stra-super-diffusa (soprattutto in versione zuppa).
Eh sì, a volte si casca giù dal pero, 😀 ma oh le tradizioni son così tante che non si possono mica conoscere tutte!
E poi… in quel momento magico in cui si è soli soletti davanti ai fornelli, ma chi mai ci pensa al resto delle ricette esistenti? Esiste solo quella che si sta provando! Non succede così anche a voi?

Ed è così insomma che oggi questa mia cicoria e fagioli si aggiunge all’universo delle cicoria e fagioli esistenti, avendo però la mia una piccola differenza che la caratterizza: e cioè la mia ricetta è senza sale (come è giusto che sia in questo blog!).

L’aggiunta dei fagioli alla cicoria ripassata, oltre ad apportare la parte proteica e a rendere questo piatto un ottimo secondo piatto, aiuta a stemperare l’amaro della cicoria, casomai voi non amiate troppo quel gusto amaro che invece a me piace da morire. Eh sì, i gusti non sono tutti uguali, è proprio vero!

Allora, siete pronti a leggere questa difficilissima e sconosciutissima ricetta? 😀

cicoria e fagioli
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

  • 1 cespocicoria (catalogna)
  • 250 gfagioli bianchi precotti
  • 1 spicchioaglio
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • q.b.peperoncino

Preparazione

  1. Per prima cosa occorre decidere che fagioli utilizzare:

    – Se decidete per i fagioli secchi occorre, naturalmente, prevedere il tutto la sera prima mettendo in ammollo i fagioli. L’ammollo dovrà durare tutta la notte, con cambio dell’acqua almeno una volta, meglio se due. Al mattino dopo l’acqua dell’ammollo va buttata e i fagioli cotti in acqua (eventualmente con aggiunta di una carota e un gambo di sedano) per circa due ore (tempo variabile a seconda della varietà dei fagioli e dalla durata dell’ammollo). Consiglio sempre di seguire comunque le istruzioni presenti sulla confezione.

    – Se decidete di usare i fagioli in barattolo, la ricetta diventa ancor più semplice e anche super-veloce, nonché salvacena o salvapranzo.

    In questo caso, va detto, la qualità dei fagioli in barattolo (o tetrapack) non sempre è all’altezza di quella dei fagioli cotti in casa (questione di produttore, di prezzo, di gusto personale…), ma soprattutto è bene ricordare che:

    Senza sale 1) Lo scatolame è sconsigliato a chi deve seguire una dieta iposodica, o comunque se ne consiglia a tutti un uso saltuario (e previo accurato risciacquo),

    2) però, da diverso tempo sono in commercio legumi in barattolo senza sale, una grande conquista per noi iposodici! Se non vi è ancora mai capitato di notarli, provate a cercarli nel vostro supermercato, io da qualche tempo li trovo sempre (e finalmente!) (*)

  2. Bene, dopo questa doverosa introduzione, ecco come procedere:

    Lavare la cicoria e cuocerla in una pentola, senza aggiungere acqua, a coperchio chiuso e fuoco al minimo per circa 10 minuti.

    La sola acqua della sgrondatura sarà sufficiente a mantenere la giusta umidità.

    Volendo, si possono tagliare i gambi per cuocerli separatamente, o per utilizzarli in altra preparazione.

  3. Controllare la cicoria e se necessario aggiungere qualche cucchiaio d’acqua (per me non è stato necessario), poi dopo circa 10 minuti di cottura trasferirla in una padella antiaderente.

    Tritare uno spicchio d’aglio, aggiungere un giro d’olio e del peperoncino, quindi ripassare la cicoria nella padella per circa 10 minuti.

    A metà cottura aggiungere i fagioli.

    Per me i bianchi di Spagna sono perfetti per questo accostamento ma lo stesso ottimo risultato si ottiene anche con i cannellini.

  4. Buon appetitoooo!!!!

    cicoria e fagioli bianchi

Consigli senza sale

(*) Nel caso nel vostro supermercato i legumi in barattolo senza sale non ci siano, ho fatto per voi una ricerca su Amazon e ho individuato questi fagioli senza sale e bio –> Fagioli cannellini in scatola senza sale aggiunto (link di affiliazione)

Senza sale Nel darvi appuntamento alla prossima ricetta vi suggerisco come sempre di leggere i miei consigli senza sale che trovate elencati di seguito. 🙂

Vi aspetto alla prossima ricetta!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.