Crea sito

Pamplona rellena de pollo

Pamplona 2 (4)

Cari lettori,

oggi vorrei presentarvi la prima di otto ricette studiate da me in collaborazione con http://www.vivailpollo.it che, in occasione dell’iniziativa #pollomondiale, presenta i menù per le partite di Brasile 2014. Oggi vi parlerò di una saporita ricetta tipica dell’Uruguay, la Pamplona rellena de pollo, una specialità molto popolare nelle steak house di questo Paese sudamericano.

Pamplona 2 (10)

Si tratta di una rollata di carne di pollo (o in alcuni casi di maiale) farcita con formaggio, olive nere, peperoni arrostiti e aromi. Il tutto è arrotolato e chiuso con delle fettine di pancetta affumicata, quindi è avvolto, come vorrebbe la tradizione, con un budello di intestino di agnello. Per praticità, oggigiorno si usa un foglio di carta di alluminio richiuso a caramella. Normalmente questo piatto si cuoce sul barbeque (pamplona asada) a fuoco medio, rimuovendo, a fine cottura, il foglio di alluminio, e arrostendo la superficie esterna sulla griglia per rendere la pancetta croccante, saporita e ben dorata. Io ho provato la versione al forno, semplice e invitante.

PAESE DI ISPIRAZIONE: Uruguay

TEMPO DI PREPARAZIONE: 60 minuti

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

DSC_3338

2 petti di pollo aperti in un’unica fetta (circa 500 g ciascuno)

200 g di pancetta affumicata a fette non troppo sottili

Per il ripieno:

2 peperoni rossi

200 g di Fontina o altro formaggio che fonde

200 g di olive nere denocciolate

Prezzemolo tritato q.b.

2 cipollotti tritati finemente (solo la parte verde del cipollotto)

Salsa alla senape

Sale

Pepe

Per la salsa alla senape:

140 g di senape

Spezie: peperoncino tritato, paprika dolce, aglio essiccato, origano essiccato

Il succo di un limone

2 cucchiai di burro morbido

Per la salsa di accompagnamento ai peperoni:

1 peperone

1 pizzico di sale

1 pizzico di zucchero

1 cucchiaino di aceto di vino bianco

Olio extra vergine di oliva per emulsionare

Sale

Pepe o peperoncino

PROCEDIMENTO

Tagliare a metà i peperoni, eliminare i semi e la parte bianca interna, quindi cuocerli al forno per circa 20-25 minuti a 180 gradi. Una volta arrostiti, riporli in un sacchetto in plastica per alimenti e richiuderlo bene, lasciando intiepidire i peperoni all’interno del sacchetto. Con questa tecnica sarà molto più semplice spellarli. Rimuovere la pelle e tagliarli a falde lunghe e piuttosto sottili. Salarli leggermente e tenere da parte.

Tagliare a cubetti la fontina o un altro formaggio a scelta (per questo piatto è adatta anche della mozzarella per pizza), tagliare le olive denocciolate a fettine, lavare bene la parte verde del cipollotto e tritarla finemente al coltello, così come il prezzemolo.

Pamplona 2 (8)

Con un coltello molto affilato, aprire i petti di pollo ricavandone un’unica fetta. Potete chiedere al vostro macellaio di fiducia di farlo per voi. Battere la carne tra due fogli di pellicola trasparente, per uniformare il suo spessore senza rovinarla.

Preparare una salsa mischiando insieme senape, due cucchiai di paprika dolce, due cucchiai di origano essiccato, aglio essiccato secondo il proprio gusto, un cucchiaino di peperoncino piccante essiccato e tritato e del succo di limone. Ammorbidire il burro a temperatura ambiente o al microonde e unirlo alla salsa. (In alcune ricette della pamplona la salsa alla senape si omette).

DSC_3342

Distendere la carne di pollo su un tagliere, salarla e peparla leggermente, quindi cospargerla con un sottile strato di salsa alla senape aiutandosi con una spatola.

Procedere con la farcitura a cominciare dal formaggio, poi continuare con dei peperoni arrostiti (tenere da parte un peperone per la salsa di accompagnamento) la parte verde del cipollotto tritata finemente, le olive a fettine, il prezzemolo tritato.

Pamplona 2 (1)

Sistemare le fette di pancetta affumicata a due centimetri dal bordo più corto della rollata e cominciare ad arrotolare la pamplona per poi avvolgerla con la pancetta.

DSC_3358

Cercare di creare una rollata stretta e compatta. Se le estremità del petto di pollo non fossero regolari, aiutarsi con alcuni stuzzicadenti. Creare in questo modo anche la seconda pamplona.

Avvolgere i rotoli ottenuti in un foglio di alluminio e richiuderli a caramella, stringendo bene le estremità.

Pamplona 2 (2)

Cuocere le pamplonas rellenas in forno a 180 gradi per circa 40 minuti. Sfornare e lasciare intiepidire prima di eliminare il cartoccio. Poi, grigliare le pamplonas su una piastra in ghisa o su una bistecchiera, per rosolare bene la pancetta esterna.

Servire tagliando la carne a fette, accompagnando il piatto con una salsa di peperoni arrostiti ottenuta frullando la polpa di peperone, un pizzico di zucchero, un pizzico di sale, olio extra vergine di oliva e aceto di vino bianco. Abbinare a questo secondo piatto un’insalata verde con pomodorini, oppure delle papas chorreadas, delle patate rosse servite con un’invitante salsa a base di pomodoro, cipolla e formaggio, o anche delle patate rosse alla paprika. Oltre ad un vino bianco leggermente fruttato, consiglio un dissetante jerba mate freddo, la bevanda nazionale dell’Uruguay. Si prepara mettendo in infusione in acqua fredda un cucchiaio raso di mate per persona e si serve nella tradizionale bombilla ricavata da una piccola zucca scavata, decorata e dotata di una caratteristica cannuccia d’argento. Questa bevanda può essere anche zuccherata o addizionata con succo di agrumi. Si trova negli ipermercati in foglie essiccate o anche già pronta in lattina.

Pamplona 2 (3)

Preparerete questo piatto in occasione dei prossimi mondiali di calcio? 😉

Trovate tutte le ricette di #pollomondiale sul tool dedicato 

*gelso*

logo mondiali

Potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

e anche su Google+ e Twitter ;)

Grazie!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

4 comments on Pamplona rellena de pollo

  1. Simona
    20 novembre 2015 at 10:35 am (4 anni ago)

    che bella ricetta! avresti un suggerimento per sostituire i peperoni con un’altra verdura? a volte lo trovo un po’ indigesto! Copio!!!!!!

    Rispondi
    • Gelso
      25 novembre 2015 at 4:53 pm (3 anni ago)

      Puoi provare con zucchine o melanzane grigliate! Comunque, per rendere più digeribile il peperone, puoi sempre spellarlo, anche da crudo? 🙂

      Rispondi
      • Simona
        14 gennaio 2016 at 11:59 am (3 anni ago)

        La ricetta è spettacolare! L’ho inserita tra i miei piatti superpiu’, quelli da preparare per un figurone assicurato!

        Rispondi
        • Gelso
          14 gennaio 2016 at 12:50 pm (3 anni ago)

          Grazie Simona!!! Veramente buona, poi se hai la brace!!

          Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *