Stinco di maiale alla birra (al forno o in tegame)

stinco di maiale alla birra

Lo stinco di maiale alla birra è un piatto di origine tedesca, molto ricco e sostanzioso.
Col tempo, questo piatto è entrato a far parte anche della nostra cultura culinaria, ed è spesso preparato nel periodo delle feste. Io adoro lo stinco, gustoso e grasso al punto giusto, come solo la carne di maiale sa essere!
La preparazione non è difficile, ma richiede una cosa che spesso non abbiamo, o non vogliamo avere: il TEMPO.
La lunga e lenta cottura in forno, infatti, è la chiave per la buona riuscita del piatto, il tutto rigorosamente dopo aver fatto marinare la carne per una notte intera. Ma ne vale assolutamente la pena!
Nelle dosi, ho considerato uno stinco ogni due persone, ma i più temerari potranno concedersene uno intero, e spolparselo a mo’ di Obelix!
Eccovi la ricetta!

Se volete, potete vedere come ho preparato lo stinco alla birra nelle storie instagram!

Se vi piace la carne alla birra, provate anche la lonza birra e miele, una delizia!

stinco di maiale alla birra
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo8 Ore
  • Tempo di cottura3 Ore
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2stinco di maiale
  • 660 mlbirra
  • 2 spicchiaglio
  • erbe aromatiche (rosmarino, origano, erba cipollina, salvia…)
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe nero

Preparazione

  1. Il primo passaggio fondamentale per uno stinco di maiale alla birra perfetto è la marinatura.

    La sera prima della preparazione, prendete i vostri stinchi e metteteli in una pirofila a bordi alti.

    Massaggiateli col sale, il pepe e le spezie, poi con un filo d’olio.

  2. stinco alla birra passo passo 1

    Sbucciate due spicchi d’aglio, tagliateli a metà, strofinateli sulla carne e metteteli nella pirofila.

    Infine, aggiungete la birra, che coprirà la carne per circa 2/3.

    L’ideale sarebbe girare la carne dopo metà delle ore, ma se c’è la notte di mezzo ovviamente basta girarla appena svegli 🙂 !

    Coprite la pirofila e sistemate i vostri stinchi in frigorifero per 8 ore circa.

  3. Quando siete pronti per cuocere la carne, estraete gli stinchi dalla marinata alla birra (senza buttarla!) e riponeteli su un tagliere.

    Scaldate un filo d’olio in una padella a bordi alti e fate rosolare esternamente gli stinchi a fiamma vivace su tutti i lati.

  4. A questo punto, sistemate nuovamente la carne in una pirofila e aggiungete la marinata con le erbe.

    Coprite con la carta stagnola (vi consiglio di scegliere una pirofila a bordi alti così da evitare che la stagnola vada a contatto diretto con il cibo) e cuocete in forno preriscaldato in modalità statica a 180° per due ore, girando gli stinchi a metà cottura.

  5. stinco alla birra passo passo 2

    Trascorse le due ore, togliete la carta stagnola e fate cuocere un’altra mezzora per far addensare il sughetto, girando gli stinchi dopo 15 minuti: in questa maniera la carne creerà anche un po’ di crosticina!

  6. stinco di maiale alla birra

    A questo punto, estraete gli stinchi alla birra dal forno.

    Trasferite la carne su un tagliere per poterla porzionare e raccogliete il sughetto in una ciotola, così da poterlo versare sullo stinco direttamente nei piatti.

    Buon appetito, il vostro stinco alla birra è pronto per essere gustato!

Note e consigli:

– Io ho utilizzato la birra bionda, ma nulla vi vieta di sperimentare la preparazione con birre rosse o ambrate dal gusto più aromatico;

– Se preferite, preparate lo stinco in un tegame. Dopo aver rosolato la carne, versate la marinata, coprite e fate cuocere per due ore a fiamma molto bassa girando gli stinchi di tanto in tanto. Poi togliete il coperchio e fate cuocere altri 30 minuti per far addensare il sughetto.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.