Risotto calamari e melanzane

La mia bimba non è ancora guarita del tutto e io sono ancora rintanata a casa.

Ieri però il marito a dieta era fuori per lavoro, e almeno non mi sono dovuta preoccupare di preparare il cibo light!

Quindi, dato che, dopo quasi una settimana a casa il mio umore non è dei migliori, ho deciso di coccolarmi almeno a tavola, concedendomi un bel risotto calamari e melanzane, rigorosamente fritte!!!

Manco a dirvelo, è una squisitezza, quindi, se la mia idea vi stuzzica, mettetevi all’opera anche voi, ecco la ricetta!

Risotto calamari e melanzane
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:60 minuti
  • Cottura:20 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • Riso 320 g
  • Melanzane 1
  • Calamari (eviscerati) 2
  • cipolla 1/2
  • Vino bianco 1/2 bicchiere
  • Fumetto di pesce (o acqua) 600 ml
  • Passata di pomodoro 100 ml
  • Olio extravergine d’oliva
  • Olio di semi di arachide
  • Peperoncino in polvere
  • Prezzemolo

Preparazione

  1. Privare la melanzana delle estremità, sciacquare e tagliare a piccoli cubetti regolari.

    Porre i cubetti in un colapasta, cospargere di sale grosso e lasciare riposare almeno 20 minuti.

  2. Privare i calamari della pelle (sia sul corpo che sui tentacoli) e sciacquare sotto abbondante acqua corrente, ripulendo per bene anche l’interno dei molluschi.

    Tamponare e asciugare.

  3. Tagliare i calamari a rondelle molto sottili e i tentacoli a pezzetti.

  4. Sciacquare abbondantemente le melanzane e strizzare con le mani.

  5. Friggere le melanzane in un padellino con olio di semi d’arachide e porre su carta assorbente.

  6. Tritare finemente la cipolla e soffriggere in un pentolino con un filo d’olio extravergine d’oliva.

    Unire i calamari e rosolare a fiamma vivace.

  7. Aggiungere anche le melanzane fritte e far insaporire con il resto del condimento, infine unire il riso e far tostare per un paio di minuti.

  8. Sfumare con il vino bianco.

    Unire un mestolo di brodo, abbassare la fiamma e lasciare cuocere il riso.

    Aggiungere brodo ogni volta che il riso lo richiede, mischiando spesso per non farlo attaccare al fondo della pentola.

  9. A metà cottura, aggiungere anche la passata di pomodoro e regolare di sale e di pepe.

    Quando il riso è cotto, spegnere la fiamma, unire un filo d’olio a crudo e lasciare riposare per qualche minuto.

    Servire il risotto calamari e melanzane con una manciata di prezzemolo tritato.

    Buon appetito!

Note e consigli:

  • I calamari veraci freschi sono i miei preferiti, ma potete usare anche quelli surgelati o, in alternativa, totani o seppie;
  • Per una versione più light del piatto, la melanzana può essere arrostita anziché fritta;
  • E’ possibile friggere i cubetti di melanzana direttamente con la cipolla in olio extravergine d’oliva prima di aggiungere il riso, anche se io preferisco friggerla a parte per poterla tamponare per bene e mettere meno olio nel risotto;
  • Se non avete a disposizione il fumetto di pesce, potete anche preparare il risotto unendo acqua calda (che va adeguatamente salata);
  • Se utilizzate un fumetto pronto (tipo dado), state attenti alla sua sapidità: spesso sono molto salati quindi il piatto finale ha bisogno di pochissimo sale aggiunto.

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

Precedente Insalata di pasta tiepida con peperoni, rucola e ricotta salata Successivo Torta allo yogurt al limone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.