Tortino di fagiolini

Il tortino di fagiolini è una delle mie ricette storiche.
Mi piace, di tanto in tanto, proporvi queste ricette storiche di casa mia. Sono ricette che risalgono agli albori della mia passione culinaria e fanno parte, nel vero senso della parola, del mio archivio personale.

Ricette, tutte, che ho iniziato a raccogliere decenni fa, scrivendole o incollandole nel mio famoso quaderno delle ricette – che poi sono diventati due, uno per i dolci e uno per i salati – di cui già altre volte vi ho parlato (ad esempio qui e qui).
quaderni ricetteI miei quaderni risalgono all’epoca in cui le ricette non si cercavano in rete ma si copiavano un po’ qui e un po’ là, alcune erano ricette raccontate dalla nonna, altre dettate al telefono da un’amica, o trovate sui giornali. Ne facevo incetta. Facevo incetta di giornali, riviste, o pubblicazioni le più disparate, come i volantini pubblicitari o le guide turistiche. Raccoglievo di tutto. E poi le ricette che mi interessavano le ritagliavo e le incollavo nei miei quaderni.
Be’, a dire il vero… le incette di ricette io le faccio ancora oggi. Non mi lascio mai sfuggire i volantini dei supermercati o le pubblicazioni con gli itinerari turistici, che sono sempre un’ottima fonte di ricette regionali 😉
Ai tempi dei miei quaderni ero anche un’appassionata lettrice di riviste di cucina di ogni tipo, che compravo regolarmente, cosa che adesso faccio molto meno, e l’espediente del “ritaglio della ricetta” era il mio metodo per conservare le ricette che più mi interessavano senza dover per forza conservare tutte le riviste. In questo modo ho limitato l’immagazzinamento di montagne di carta. Sono già sommersa di libri, il raccogliere anche riviste e giornali non me lo potevo permettere!

Eccola qua la ricetta originale! 😀
quaderni ricette tortino fagioliniNon ricordo la provenienza dei ritagli che vedete nella foto. La consistenza della carta non è da rivista. Mah, difficile ricordarsi di tutto, ma di certo quella del tortino di fagiolini non è stata l’unica ricetta che ho ritagliato dallo stesso giornale o volantino o boh. Forse mi aveva attratto il fatto che erano tutte ricette veloci, tutte realizzabili in 15 o 20 minuti (ma con ingredienti perlopiù confezionati!). Ma, naturalmente, fin dalla prima volta che ho sperimentato la ricetta, io l’ho fatta a modo mio, con ingredienti freschi (proprio mai comprati i fagiolini in scatola!) e con l’opportuna aggiunta di formaggio (come da nota aggiunta 😉 ).

Tortino di fagiolini

Questo mio tortino di fagiolini ci piace un sacco. Lo faccio ormai da vent’anni, da quando… ehm… mio marito non mangiava (non ancora) i fagiolini (proprio così!) 😀 e lo faccio tuttora, e piuttosto spesso. Ora… che l’unica della famiglia a non mangiare (non ancora 😛 ) i fagiolini è mia figlia.

Ma il mio tortino di fagiolini… imperterrito… si lascia mangiare anche da lei!

tortino di fagiolini

Ingredienti
700 g di fagiolini
1 uovo
3 cucchiai di pangrattato
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
100 g di formaggio a piacere
poco olio e 1 spicchio d’aglio per il ripasso in padella dei fagiolini
pepe (facoltativo)

Procedimento
Lavare e mondare i fagiolini.
E’ possibile utilizzare anche i fagiolini surgelati, in inverno li uso parecchio, e la riuscita è ugualmente ottima.

Cuocere i fagiolini.
Invece di lessarli in acqua abbondante (come sapete è un metodo che io evito), ho cotto i miei fagiolini in una pentola con solo un bicchiere d’acqua e a coperchio chiuso. Anche una cottura solo al dente va bene, tanto poi i fagiolini devono essere ripassati in padella e infine in forno.

Quando i fagiolini sono cotti, passarli in padella con poco olio, uno spicchio d’aglio e una spolverata di pepe.
Questo passaggio ha lo scopo di far insaporire i fagiolini e anche quello di far asciugare l’umidità in eccesso (passaggio necessario soprattutto se i fagiolini sono stati lessati in acqua), altrimenti il tortino risulta troppo umido e per farlo rapprendere diventa necessario allungare il tempo di cottura in forno.

Frullare i fagiolini con un robot da cucina fino ad ottenere una purea. Durante o dopo questa operazione aggiungere al composto di fagiolini un uovo, il parmigiano grattugiato e il pangrattato.
La quantità di parmigiano e di pangrattato può anche essere modificata rispetto i tre cucchiai che vi ho indicato negli ingredienti, potete regolarvi in base al vostro gusto e alla consistenza della purea di fagiolini.

Ungere e rivestire di pangrattato una teglia adatta al forno (io a volte uso la tortiera con il bordo sganciabile, quella da dolci, questa volta ho usato una pirofila in pyrex) e versare il composto di fagiolini.
In due o tre occasioni ho provato ad utilizzare la carta forno ma non mi ha soddisfatto, con la carta forno il tortino mi rimaneva troppo umido. Così ho stabilito che ungere e “impagrattare” la teglia è il metodo migliore.

Tagliare a dadini il formaggio, distribuirlo nel composto e premere con le dita o con il dorso di un cucchiaio per far affondare i dadini di formaggio.
Per la scelta del formaggio avete l’imbarazzo della scelta, io nel tempo ho provato con tutti i formaggi possibili, dal pecorino all’emmental, dalla caciotta all’asiago, e sempre con ottimi risultati. Ottima l’idea di usare formaggi misti, quando c’è necessità di finire i pezzetti di formaggio sparsi in frigo 😉 Unica accortezza: meglio evitare formaggi che possano inumidire troppo il composto come ad esempio la mozzarella.

Completare con una spolverata di pangrattato (volendo anche di parmigiano).

tortino di fagiolini - steps

Infornare a 180-200° per 15 minuti circa, comunque fino a quando il formaggio sarà dorato e il tortino sarà rappreso.

Servire caldo o tiepido.

tortino di fagiolini

Senza sale

Come per tutte le mie ricette, anche in questo tortino di fagiolini non ho aggiunto sale. I fagiolini hanno mantenuto tutto il loro sapore grazie ad una cottura “quasi al vapore” e il formaggio ha fatto il resto. I formaggi, lo si sa, contengono sale, alcuni pure troppo, perciò quando usate del formaggio in ricette come questa, dove il formaggio fonde distribuendo tutto il suo sapore in ogni boccone… be’ in queste ricette potete tranquillamente evitare di salare 😉

Vabbe’, non sono stata molto brava a tagliare la porzione… ma ve la mostro lo stesso! 😀 Enjoy!

tortino di fagiolini porzione

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Grazie per aver letto questa mia ricetta!

Vi aspetto sulla mia pagina Facebook!

Passate a trovarmi!

Precedente Kefir al caffè (d'orzo) Successivo Insalata di pomodori e mais

2 commenti su “Tortino di fagiolini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.