Pasta di semola senza uova fatta in casa

Nei miei progetti iniziali la pasta di semola senza uova di cui vi parlo oggi avrebbe dovuto essere una semplice variante nella ricetta della pasta fresca senza uova di qualche giorno fa.

Ma quando ho fatto e fotografato e mangiato questa pasta di semola ho capito che la pasta senza uova fatta con la farina, di ogni tipo, bianca, semintegrale o integrale che sia, e quella fatta con la semola non sono proprio la stessa cosa: hanno cioè consistenze un po’ diverse e rese un po’ diverse tra loro.
E così ho deciso di separare le ricette.

Poiché la volta scorsa avevo fatto gli strozzapreti, oggi con questa pasta di semola senza uova ho voluto provare a realizzare un formato simile, così da poter valutare le differenze. E in ogni caso sempre ben consapevole come sono che la tradizione degli strozzapreti romagnoli, perlomeno la tradizione di queste parti, vuole la farina 00 o 0 (mentre io avevo usato la tipo 2) e non la semola.

pasta di semola con pomodori e olive

Già prima della ricetta vi dico una differenza nella realizzazione: poiché l’impasto era morbido e l’istinto mi diceva che con il matterello avrei “faticato”, invece di stendere la pasta l’ho pizzicata, cioè prelevata in piccole porzioni dall’impasto. Porzioni che poi ho passato tra i palmi delle mani, come si fa per gli strozzapreti, ottenendo una forma molto simile esteticamente.

🙂

Ricetta!!!!!

Pasta di semola senza uova fatta in casa

Ingredienti per 1 persona
100 g semola rimacinata
50 g acqua

Procedimento
In una ciotola versare semola e acqua e impastare. Quando si è ottenuto un impasto grossolano lo si può trasferire sul piano di lavoro per impastare più agevolmente, cosa utile in caso di quantità oltre le 2-3 persone a meno che non si usi una ciotolona molto capiente.

Ottenuto il panetto, io ho proceduto subito alla realizzazione della pasta ma, come sempre viene consigliato per ogni tipo di impasto, si può lasciar riposare per una mezz’ora (ricoperto da un piatto o una ciotola) prima di procedere.

Prelevare con la punta delle dita delle piccole porzioni di impasto e arrotolare ogni pezzetto tra le mani. Saranno i due palmi che sfregando tra loro assottiglieranno di più le punte di ogni simil-strozzaprete, o gnocchetto allungato, non so bene come chiamarlo questo formato di pasta! 😀
In ogni caso eccolo qua:

pasta di semola senza uova - steps

Disporre la produzione sul piano di lavoro, sulla spianatoia, su taglieri, su vassoi, insomma dove volete l’importante è che siano infarinati (anzi, insemolati 😀 ) e che non si appiccichino tra loro.

pasta di semola senza uova

Cuocerli in acqua bollente. Il tempo di cottura è brevissimo, similmente agli gnocchi salgono a galla.

Prelevarli con una ramina, trasferirli nella padella saltapasta spadellandoli con il condimento.

Io li ho conditi con pomodorini interi (picciolo compreso) cotti per pochi minuti in padella, a coperchio chiuso, con olio, aglio, peperoncino e olive taggiasche. Un condimento volutamente semplice ma soprattutto mediterraneo, e perciò per me adatto a questa pasta di semola, che tradizionalmente e ogni zona con la sua forma è diffusa in tutto il nostro Sud.

Il bello di questa pasta fatta con la semola è che risulta di un colore giallino che la rende piacevole alla vista (per me che ho avuto l’imprinting con la pasta all’uovo 😀 ) ma voglio sperimentare anche altri formati e alla prima occasione voglio stenderla col matterello e fare le tagliatelle!

Per ora sono molto soddisfatta di questo risultato, per non parlar poi di mia figlia che mi ha già chiesto, per ben due volte, il bis!

Buon appetito!!!

pasta di semola fatta in casa con pomodori e olive
E questa foto è opera di Flavia 🙂

Senza saleOggi non vi faccio filippiche anti-sale 🙂 vi suggerisco semplicemente di leggere i miei consueti consigli e di provare il più spesso possibile a farli vostri:

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

 

Vi aspetto sulla pagina Facebook e su Pinterest

passate a trovarmi anche lì! 🙂

Precedente Pasta fresca senza uova + strozzapreti Successivo Crackers con esubero di pasta madre

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.