Crea sito

Olio piccante di habanero orange

Olio piccante di habanero orange

Olio piccante di habanero. Questa ricetta e’ dedicata al mio pargolo di ormai 17 anni, un  cultore dei peperoncini.

olio piccante

Beh che dire! la pianta dell’habanero e’  bellissima. Appena l’ho vista me ne sono innamorata. I suoi frutti sono di un arancio brillante. Piccanti, questo e’ certo ma con  profumi e gusti fruttati che conferiscono ai piatti grande carattere.

olio piccante

Olio piccante di habanero orange

In poche parole e’ fantastica. Vi rimando anche alla ricetta della  CREMA DI HABANERO   Qui’ troverete anche tante nozioni e  e cenni storici, oltre alla favolosa ricetta (il mio consiglio e’ di darci una sbirciatina).

Ma ora bando alle chicchiere eccovi la ricetta. Vediamo come si prepara l’olio piccante di habanero

   Ingredienti 

  • 500 ml di olio oliva
  • 10 habanero essiccati ( potete aumentare o diminuirne il numero)

Premessa.. Il procedimento  l’ho estrapolata da questo sito  peperoncini piccanti.com Soprattutto mi sono attenuta alle istruzioni dell’essicazione, il passaggio piu’ importante e delicato.

Prima di iniziare indossate guanti e mascherina. Togliete con delicatezza i frutti dalla pianta,  lavateli asciugateli  ed eliminate il picciolo


                                                                                                                                                     Essicazione all’aria aperta 

  • Tagliate i peperoncini  a meta’ e posizionateli  con la parte interna rivolta verso l’alto su una griglia o setaccio ( io ne avevo uno in legno, di quelli tondi per setacciare la farina, naturalmente pulitissimo)  in modo tale che l’aria possa passare anche da sotto.

olio piccante

  • Poneteli ben stesi, uno accanto all’altro e copriteli con del tessuto non tessuto, per preservarli da polvere e insetti
  • Fateli asciugare in questo modo per diversi giorni, finche’ non saranno cosi’ disidratati da sbriciolarsi . Controllateli e durante la giornata girateli almeno uno o due volte

                                                                           Essicazione nel forno 

  • Dato che la mancanza di sole   non mi ha pernesso di farli asciugare totalmente all’aperto, ho continuato il processo in forno.
  • Portate il forno ventilato a 45°. Posizionate i peperoncini su una teglia con carta da forno, sempre stesi uno accanto all’altro con la pellicina rivolta verso l’alto
  • Tenete lo sportello leggermente aperto per fare uscire l’umidita’ e fate essiccare per circa 7/8 ore anche di piu’, finche’ non saranno completamente privi di acqua. (devono sbriciolarsi tra le mani). Anche in questo caso vanno girati.
  • E’ importantissimo che  questo passaggio  venga fatto bene , perche’ non vi e’ alcun tipo di sanificazione (bollitura) contro il botulino. Vi rimando al pdf  del ministero della salute, per la giusta conservazione dei prodotti
  • Porre i peperoncini nell’olio o in barattolo sterilizzato o in una bottiglia. (Io ho utilizzato quella in cui era contenuto) immergeteli in modo tale che vengano completamente ricoperti, (devono sempre restare ricoperti,di olio  mi raccomando).
  • Chiudete e riponete il tutto in un luogo buio e asciutto per circa 30 giorni. Controllate se i peperoncini sono sempre ben coperti dall’olio e un paio di volte a settimana rigirate sotto sopra le bottiglie, smuovendo i peperoncini  e riponetele nuovamente al buio

Olio di habanero orange

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.