Pasta frolla. La pasta base per eccellenza

Pasta frolla. una pasta base  che non puo’ mancare nel nostro ricettario. Vi voglio presentare la pasta sablè, ovvero la pasta con la tecnica sabbiata. La preferisco per basi come crostate e tartellette. Mi piace particolarmente anche la lavorazione. Mi da molta soddisfazione e mi rilassa. Detto questo la preferisco anche per la sua struttura e friabilità. Oltre alla sablè ovviamente ve ne sono altre che descrivo brevemente a fine ricetta

                                              Pasta frolla

Ingredienti

    • 500 g di farina 00  (debole)
    • 220 g di zucchero a velo
    • 250 g di burro
    • 1  buccia grattugiata di limone
    • 100 g di uova intere
    • 20 g di tuorli
    • 1  pizzico di sale     
    • vaniglia
    • 1 pizzico di cannella ( e’ facoltativo )

Procedimento

      • Sul tavolo metti la farina setacciata a fontana. Al centro aggiungi la scorza di limone grattugiata, vaniglia e il burro freddo tagliato a pezzetti.
      • Sfrega velocemente tutti gli ingredienti con le dita, rendendo il composto sbriciolato Si dice ( sabbiato)
      • Rifai la fontana e metti al centro le uova, il sale e lo zucchero a velo. Lavora velocemente l’impasto  (manipolalo il meno possibile). Forma una palla, coprila con la pellicola trasparente e poni in frigo per circa un’ora

                                                                          Consigli utili 

        • Puoi anche congelarla, cosi’ potrai utilizzarla  quando ti serve.. Stendila su carta da forno, dello spessore che pensi potrebbe servirti in futuro (crostate, biscotti.. ) e conservala tra due fogli.

Quando ti servirà lasciala sghiacciare, il tanto che serve per renderla un po’ morbida e poi mettila nella teglia. (in questo modo non si rompe ). Falla ammorbidire completamente e poi guarniscila a tuo piacere  e cuocila ( procedimento adatto soprattutto per le crostate)

    • Pasta frolla

      Bilanciando lo zucchero e il burro si potra’ ottenere un impasto piu’ o meno friabile. Ma anche l’aggiunta  di uovo intero  o solo il tuorlo ne modifica la struttura. Le uova intere rendono la pasta frolla piu’ elastica e l’albume agevola lo sviluppo dell’impasto durante la cottura. I soli tuorli invece la rendono piu’ friabile. Anche il tipo di zucchero influisce sulla croccantezza della pasta. Molti mettono anche un po’ di lievito ma non e’ obbligatorio. Come per la pasta brisee  occorrono pochi minuti per la lavorazione. Evitare di far riscaldare il burro poiche’ questi rovinerebbe la frolla. Puo’ essere impastata sia a mano che in una planetaria. La quantità di uova va sempre pesata, (per ogni tipo di dolce e non solo per la pasta frolla). Questo serve per accertarsi di quanto liquido utilizziamo. Il numero di uova non sempre corrisponde al quantitativo adatto, ma può variare in base alla grandezza. Spesso in alcune ricette troviamo il numero delle uova senza specificarne la grandezza e peso, se devono essere, grandi, piccole o medie. Questo puo’ però essere importante per la buona riuscita del dolce.

    • Varianti.. Si puo’ fare la pasta frolla anche con: olio al posto del burro, strutto ( esempio con lo strutto è la pasta base originale per pastiere) farina di riso, integrale, zucchero semolato e varianti anche di lavorazione. In base alle esigenze e ai gusti si può optare per un impasto relativamente più semplice ( farina sulla spianatoia,  si fa un buco al centro e si pongono tutti gli ingredienti e si impasta velocemente. Questo soprattutto se i grassi sono morbidi o  si tratta di olio. Oppure fare la classica pasta frolla montata o con uova sode (ovis mollis) ottime entrambe  per biscotti, super friabili e modellabili.
    • Si insomma esistono tantissime varianti, a voi la scelta. Vi lascio l’indirizzo di alcune ricette presenti nel blog . Cliccate sul nome e buona lettura
    • tartellette con frolla al cacao
    • biscottini a fiore
    • Crostata bicolore
    • Crostata con confettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.