Crea sito

Necci toscani con la ricotta

Necci toscani con la ricotta, un dolce semplicissimo appartenente alla cucina tradizionale toscana che merita di non essere dimenticato. Sono tipici della zona della Montagna Pistoiese, della Lucchesia, della Garfagnana e dell’Alta Versilia.
Pochissimi gli ingredienti necessari: farina di castagne, acqua, un pizzico di sale, un poco di zucchero e ricotta fresca. Per arricchirli possiamo aggiungere del miele in superficie, mentre i più golosi gradiranno sicuramente la farcitura con ricotta e Nutella.
I necci toscani dovrebbero essere cotti nei testi direttamente nel camino o nella stufa a legna; si tratta di due dischi di ferro all’interno del quale viene messa la pastella. Oggi si usa perlopiù una semplice padella per crepes; in fondo i necci toscani altro non sono che semplici crespelle di farina di castagne.
Leggi anche: Frittelle con farina di castagne, Castagnaccio toscano, Torta con farina di castagne.

Consigli per gli acquisti (link sponsorizzati #adv): Per preparare agevolmente crepes, necci e pancakes io utilizzo una padella specifica. La trovate nei negozi di casalinghi oppure su Amazon: Crepiera con tiracrepes. Un altro oggetto che ancora non ho ma che è già nella mia lista dei desideri è questo, il Betty Bossi Batter Maker. Non è un oggetto proprio economico ma dopo aver acquistato oggetti simili di scarsa qualità che sono durati veramente poco, ho deciso che d’ora in avanti mi affiderò esclusivamente a marche di provata qualità.

In foto: Piano cottura Linea Slim Vetro 60 cm- SLF 460 LT2 De’Longhi Cookers. Si tratta di un piano cottura in vetro temperato color tortora. E’ resistente e facile da pulire; ha quattro bruciatori di cui uno a tripla corona e griglie in ghisa che permettono una rapida e potente diffusione del calore. Oltre al colore tortora è disponibile anche in bianco e nero.

Sponsorizzato da De’Longhi Cookers

necci toscani ricotta
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Per i necci:

  • 250 gFarina di castagne
  • 500 mlAcqua
  • 1 cucchiaioZucchero (facoltativo)
  • 1 pizzicoSale
  • q.b.Olio di semi
  • MezzaPatata

Per la farcitura:

  • 500 gRicotta
  • 1 cucchiaioZucchero

Per la rifinitura:

  • q.b.Miele
  • q.b.Granella di nocciole

Strumenti

  • Ciotola per mescolare
  • Padella per crepes
  • Frusta a mano
  • Spatola stendipastella in legno per crepes

Preparazione della crema di ricotta:

Preparare la crema di ricotta: lavorare la ricotta con lo zucchero in una terrina e mescolarla con una frusta per ottenere una crema liscia e senza grumi. Tenerla in fresco fino al momento dell’uso.

Preparazione dei necci toscani:

  1. Versare la farina di castagne in una ciotola e aggiungere un pizzico di sale e il cucchiaio di zucchero.

    Aggiungere l’acqua a filo, poco per volta e sempre mescolando per evitare la formazione di grumi; la dose è indicativa. Bisognerà ottenere una pastella liscia e fluida, tipo quella utilizzata per le crepes.

    Coprire la ciotola con pellicola trasparente e lasciare riposare la pastella per almeno 30 minuti.

  2. necci toscani ricotta preparazione

    Trascorso il tempo di riposo preparare i necci.

    Mettere in una ciotolina un poco di olio di semi. Tagliare a metà una piccola patata e infilzarla in uno spiedino: serivrà per ungere leggermente la padella.

    Versare un mestolo di pastella e stenderla velocemente aiutandosi con lo stendi pastella. Non appena comincerà a prendere colore girare la crepes aiutandosi con una paletta di legno e terminare la cottura anche dall’altra parte.

  3. necci toscani ricotta farcitura

    A mano a mano che i necci sono pronti trasferirli in un piatto, uno sopra l’altro.

  4. Appena pronti, spalmare sopra ad ogni neccio un po’ di crema di ricotta. Arrotolarli su se stessi.

    Prima di servirli versare del miele in superficie e completare con granella di nocciole.

Note aggiuntive:

La mezza patata immersa nell’olio è l’idea furba per ungere la padella evitando gli eccessi di olio. E’ importante ungerla perché, rispetto alle normali crepes, i necci tendono ad attaccarsi un po’ di più alla padella.

Se dovessero rompersi un po’ nessun problema: una volta spalmata la ricotta e arrotolati, nessuno se ne accorgerà! In fondo sono così buoni …

Adesso siamo abituati a gustarli nella versione dolce ma anticamente i necci erano considerati un sostituto del pane e spesso venivano serviti in accompagnamento a formaggi e salumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.