Crea sito

Arista con cipolline e carote

L’arista con cipolline e carote è il classico arrosto della domenica: gustoso e con un ricco contorno, piacerà a tutta la famiglia. Per prepararlo ho utilizzato la lonza di maiale, meglio conosciuta in Toscana come arista; è un taglio magro, dal costo contenuto, che si presta ad innumerevoli ricette. Per arricchirlo ho utilizzato le carote e le cipolline; in questo modo avremo, con una sola preparazione, un secondo piatto con il suo contorno.
Per la cottura consiglio un buon brodo di carne; se non lo avete a disposizione e non avete voglia o tempo di prepararlo vi consiglio Il Mio Brodo Bio Star di manzo; io l’ho trovato nella Degustabox di Ottobre ma lo trovate in tutti i supermercati. E’ un prodotto senza glutine, senza glutammato aggiunto e senza conservanti, preparato con verdure provenienti da coltivazione biologica e con carne di manzo proveniente da allevamenti sostenibili.
Leggi anche: Arrosto di lonza paesano, Lonza ubriaca con le verdure, Lonza ripiena con i carciofi.

Sponsorizzato da Degustabox

arista cipolline carote
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 800 gArista
  • 500 gCipolline
  • 500 gCarote
  • 1 ramettoRosmarino
  • 1 ramettoSalvia
  • q.b.Erbe aromatiche (per arrosti)
  • 2 spicchiAglio
  • Mezzo bicchiereOlio extravergine d’oliva
  • Mezzo bicchiereVino bianco
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

Strumenti

  • 1 Tagliere
  • 1 Coltello
  • 1 Pelapatate
  • 1 Casseruola
  • Spago da cucina
  • Termometro Digitale a Doppia Sonda ThermoPro
  • spelucchino
  • Coltello spelucchino

Preparazione

  1. Se non lo si ha già pronto, preparare un trito con le erbe aromatiche, due spicchi di aglio, sale e pepe.

    Lavare la salvia e il rosmarino; legare la carne con lo spago da cucina (questa operazione potrà farla anche il macellaio) e inserire tra la carne e lo spago i due rametti di erbe.

    Massaggiare la carne con il trito aromatico.

  2. In una casseruola possibilmente inaderente a fondo pesante mettere l’olio e farlo scaldare.

    Mettere il pezzo di carne, alzare la fiamma, e farlo dorare bene da tutti i lati.

    Quando sarà ben dorato versare il vino e farlo evaporare continuando a girare la carne da tutti i lati.

  3. Una volta lasciato evaporare il vino aggiungere un po’ di brodo caldo, abbassare la fiamma e coprire la casseruola. Lasciare cuocere la carne per circa 45 minuti.

  4. Mentre la carne cuoce preparare le verdure; togliere le estremità alle carote, pelarle e tagliarle a tocchetti.

    Lavare le cipolline. Di solito vengono vendute già pulite quindi basterà un veloce risciacquo.

  5. A metà cottura aggiungere le verdure alla carne; per un risultato ottimale consiglio di verificare la cottura della carne utilizzando un termometro digitale a sonda. La carne di maiale deve essere sempre cotta e la sua temperatura ideale si aggira sui 72°. Se piace leggermente meno cotta si può scendere intorno ai 68/70° ma mai sotto ai 65°.

  6. Quando la carne sarà cotta toglierla dal tegame e avvolgerla in un foglio di alluminio; lasciarla riposare per una decina di minuti.

    Se le verdure non fossero ancora cotte continuare la cottura aggiungendo eventualmente un po’ di brodo caldo.

    Se a fine cottura il sughetto fosse eccessivo, togliere le verdure e farlo restringere a fiamma vivace. Fate comunque in modo che ne rimanga abbastanza (quindi in cottura aggiungete un po’ di brodo a mano a mano) perché servirà per insaporire la carne.

  7. Tagliare la carne a fette, metterla in un vassoio e coprirla con il sughetto. Disporre ai lati le verdure e servire subito in tavola.

  8. arista cipolline carote brodo star degustabox

Alcuni trucchi:

Non versare mai il vino direttamente sulla carne ma lasciarlo scivolare lungo i bordi del tegame; in questo modo si scalderà leggermente prima di toccare la carne e si eviterà lo shock termico.

Per girare la carne non utilizzare mai la forchetta; si bucherebbe con conseguente fuoriuscita dei succhi. Utilizzare invece due palette di legno.

Quando la carne sarà cotta, prima di tagliarla, avvolgerla in un foglio di alluminio e farla riposare per dieci minuti. Questo accorgimento è utile per tutti gli arrosti; il riposo fa sì che i succhi della carne si distribuiscano uniformemente.

Per controllare la cottura della carne, la sonda va sempre messa al centro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.